martedì, Luglio 07, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Quando oggi sentiamo la parola “pontefice”, la prima immagine che proiettiamo nella nostra testa è un uomo vestito di bianco che sovrintende alle funzioni religiose nel loro grado più alto, il rappresentante della totalità cattolica cristiana del mondo, il sacerdote che custodisce l’essenza dei valori della chiesa cattolica. Continua >>

Inizio questo articolo scusandomi per aver aspettato fino ad ora per parlare di un argomento così importante come la Lupa.

Senza dubbio si tratta di quello riconosciuto indiscutibilmente come il simbolo della romanità, ciò che racchiude l’origine, storica e mitologica della città eterna.

Prima di descrivere il mito, credo sia giusto parlare dell’opera artistica sul piano materiale, tenterò quindi di fare una semplice analisi iconografica. Continua >>

Siamo giunti al quarto ed ultimo re sabino, l’ultimo re di origine non etrusca, il quale regnò probabilmente dal 640 a.c. fino al 615 a.c. circa.

Discendente diretto di Numa Pompilio (probabilmente un nipote), si differenzia però subito sia da lui che dal suo predecessore Tullo Ostilio, la sua politica si inquadra sicuramente su una condotta pacifica, ma non disdegnò mai il campo di battaglia per la difesa dei propri territori, tenendo sempre in raccordo la figura  del re con le altre funzioni religiose, legame che nell’ultimo periodo monarchico sotto Tullio si era andato disgregando. Continua >>

“Solenni in vetta a Monte Mario stanno

Nel luminoso cheto aere i cipressi,

e scorrer muto per i grigi campi

mirano il Tebro;

mirano al basso nel silenzio Roma

stendersi, e, in atto di pastor gigante

su grande armento vigile, davanti

sorger san Pietro.” Continua >>