mercoledì, agosto 23, 2017 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Ieri si doveva andare a chiudere una leggenda. Come chiudere tutto in un contenitore troppo piccolo. Trasformare il sentimento in cronaca e l’Araba Fenice in un falò da spiaggia. Non era un compito facile, non ostante ci si fosse preparati a lungo ma a malincuore, rimandando di giorno in giorno come studenti riottosi e lazzaroni. Poi i giorni arrivano, le scadenze arrivano, gli esami arrivano, i conti arrivano, i presidenti arrivano (vedere il nostro è già un evento in se), gli avversari arrivano, arrivano i nemici, i falsi amici, le anime candide, i coccodrilli neri. Arrivano tutti.

Arrivano i tifosi, quelli che ci sono sempre stati, i tottisti, curioso neologismo creato per dividere minuziosamente il Padre dal Figlio e dallo Spirito Santo (la gemmazione il nostro sport preferito), gli occasionali, i cesaroni, i selfisti e quelli che vogliono esserci adesso o mai più, raggiungendo il Tempio dai quattro angoli dell’orbe terracqueo.

Continua >>

Nel momento in cui si scatena la caccia al biglietto per Roma-Genova solo due parole per fissare le idee.

Noi il Capitano lo abbiamo difeso quando un giornalista a strisce bianconere lo insolentiva dalle pagine del giornale di casa Agnelli descrivendolo come un vitellone simulatore alle visita fiscale a Coverciano; Continua >>

secessio_plebis

… da anni nei nostri redazionali abbiamo affrontato tutti questi temi. Purtroppo il mondo va da un’altra parte … quella sbagliata. Condividiamo in pieno quello che ha detto Giuseppe Giannini.

da Centro Suono Sport – pagineromaniste.com

Giuseppe Giannini, ex capitano della Roma, all’indomani della sconfitta nel derby contro la Lazio ha usato toni durissimi per descrivere la situazione attuale della squadra giallorossa. Queste le sue parole a Centro Suono Sport:

Giuseppe GianniniLe tue considerazioni dopo questa sconfitta?
Il vero tifoso della Roma oggi è affranto e incazzato per quanto visto ieri: uno spettacolo ignobile, che questa tifoseria non merita. Mi sono rotto i coglioni di assistere a stagioni così, a figure in campo così vergognose: ai miei tempi ho subito contestazioni, mi hanno abbozzato la macchina, ho litigato per strada con tifosi romanisti e laziali, quindi oggi non sarò certo io a tirarmi indietro e a far finta di niente. Vedere gente in campo passeggiare, senza un minimo amor proprio, senza un minimo di orgoglio per la maglia che indossa, che ha giocato solo i primi dieci minuti, in un derby, fa male da ex giocatore e da tifoso di questa squadra. I giocatori devono pensare a giocare, non a parlare del futuro dell’allenatore, non a tirare la volata a questo o a quello. Siamo la Roma, siamo la Roma!!! Basta… Continua >>