giovedì, dicembre 13, 2018 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

SPALLETTI A SKY SPORT

Abbiamo avvertito una forte sensazione dal campo che questa squadra diverte e si diverte.
Sì, oggi è stato completato questo messaggio e questa ricerca, perché abbiamo ritrovato il nostro amico pubblico che ci ha trasferito un entusiasmo importante. La squadra ha fatto quello che doveva fare ed è venuto tutto facile, è stata una bella vittoria, dove tutti si sono divertiti, questo dovrebbe succedere sempre.

Sarà fondamentale non vendere i big?
L’essenziale è farsi trovare pronti. Noi abbiamo uno dei più bravi di tutti come Walter Sabatini e dobbiamo essere pronti, se dovesse succedere qualcosa di scomodo per noi. La qualità dei giocatori si può trovare se stiamo attenti, diventa difficile trattenere chi vuole andare via, anche se io non vedo questo nello spogliatoio. La volontà è quella di rimanere alla Roma e io sono tranquillo sotto questo punto di vista.

Nainggolan è migliorato tantissimo.
Lui ha questa qualità d’inserimento, questa facilità di calciare verso la porta, perché lui arriva da tutte le parti. Ora è bravo a ritagliarsi sempre la posizione giusta che crea fastidio agli avversari. Questa è una cosa che lo aiuta, perché poi quando randella verso la porta fa male.

La qualità del terzo gol è pazzesca…
La nostra squadra questo lo fa abbastanza bene, ha deciso di appoggiarsi su questo fraseggio, su questo comandare la partita e fare del possesso palla la sua qualità, fanno delle belle giocate e sono loro che determinano, perché ce l’hanno nel loro bagaglio.

Stasera tiferà Torino?
E’ chiaro che a me farebbe piacere che Ventura facesse risultato, ma noi abbiamo fatto il nostro, quindi la guarderemo senza stress. Che vinca il migliore.

Nainggolan possiamo paragonarlo al suo ‘vecchio’ Perrotta?
E’ molto simile, perché anche Perrotta amava abbassarsi e poi fare questi inserimenti a fari spenti, Radja ha un po’ la stessa caratteristica. Ora Radja è più bravo a mettersi sulla via di mezzo, mentre Perrotta lo aveva già di suo, è una qualità importante, perché non dai mai riferimenti all’avversario, non sanno mai chi deve prenderlo.

Questo ‘gatto maculato’ com’è?
Questo gatto maculato è bellissimo, l’ho guardato su internet, è proprio come lui, non si riesce ad agguantare (ride, ndr)

SPALLETTI IN CONFERENZA STAMPA

Abbiamo fatto subito la partita e siamo passati in vantaggio facilmente. Quando dovevamo gestire abbiamo perso troppi palloni per provare a fare gol. Quando si rincorre e fa caldo si fa più fatica e loro, che sono una squadra esperta, ci hanno infastidito. Quando sono entrati Totti e Strootman è aumentato il carattere e l’esperienza e hanno chiuso la partita con quel bellissimo gesto tecnico di Francesco, ma il gol l’ha fatto Pjanic. Francesco l’ha accompagnato verso la porta, ma il gol è di Pjanic.

Nainggolan è incedibile?
E’ un giocatore forte, ha più qualità. La cosa fondamentale è che i ragazzi nello spogliatoio non sono così disponibili ad ascoltare tutto ciò che passa, i giocatori della Roma vogliono rimanere a Roma, poi ci possono essere alcuni che andranno via, ma di calciatori ce ne sono tanti e Sabatini è bravo a trovarne di forti, ci faremo trovare pronti.

La sua Roma poteva fare meglio?
Oddio, diventa difficile. Sarebbe da rompiscatole, ci sono anche gli avversari. Abbiamo fatto il nostro dovere nella totale disponibilità della ricerca. Per giocare a calcio così bisogna allenarsi bene e i miei giocatori lo stanno facendo. Dentro gli spogliatoi si fanno ragionamenti sani e in campo si aggredisce la partita. Come spesso succede, i giocatori che entrano risolvono le partite.

La Roma è incontenibile?
La Roma ha fatto quello che doveva fare, si è giocata le proprie possibilità. Oggi abbiamo raccolto i frutti delle partite scorse, i miei giocatori hanno fatto bene il loro mestiere e hanno portato a casa il loro impegno.

SPALLETTI A ROMA TV

Si fida di Ventura?
Sono convinto che sarà una partita difficile per il Napoli, ma hanno le carte in regola per vincere. Mi fido dello sport, sarà partita vera.

Ha parlato di sofferenze impreviste.
Questo è quello che non capisco della mia squadra, spesso si perde palla quando si dovrebbe gestire, si incominciano a sbagliare palloni, si fa fatica e nella fatica ci sono da fare delle scelte, mentre gli altri sono bravi a mettere in pratica le loro qualità. Se non fosse stato bravo Szczesny e non fossimo stati fortunati sul palo e su qualche tiro dal limite, sarebbe stata una partita complicatissima, quando invece sarebbe stato complicato andare sul 2-0. Sotto l’aspetto della forza di squadra dovremmo gestire diversamente.

La Roma ha fatto un’impresa, ha detto che molte volte questo non gli è stato riconosciuto
Sì, ma non se ne è mai parlato, si è sempre parlato di altre cose, è fregato poco a tutti… (ride, ndr). Se si torna indietro, c’era da dirgli “sarà un periodo difficile”. Tutte quelle partite da vincere, sperando che gli altri non fossero bravi come noi… Quando hai davanti Inter e Fiorentina di 4 o 5  punti e tu arrivi da quel calcio lì diventa difficile essere tranquilli nel fare una rincorsa. Perchè tu fai il tuo, ma anche gli altri possono fare il loro e, alla fine, si arriva sempre lì. Noi non dovevamo sbagliare nulla, allenarsi sempre alla stessa maniera per quanto riguarda la qualità. Oggi i ragazzi hanno ridotto tutto a una sola partita, vanno fatti i complimenti a questi ragazzi per la professionalità e il sentimento che hanno avuto. Deve essere così, non è sempre facile trovare gente così.

23 punti recuperati sulla Fiorentina, 16 sull’Inter e 13 sul Napoli, tanta roba. Se prima il terzo posto era impossibile, ora si sogna il secondo.
Mi associo al ringraziamento ai ragazzi. I numeri sono forti, è un corpo massiccio da portare in evidenza. Per questo dico che fino a ora si è perso di vista qualcosa, in questa corsa lunga non c’è stata la gradualità d’informazione corretta. Ci sono città in cui c’è una squadra sola e dove ci sono 2 squadre. Nelle seconde, molte sono di questi, altri sono di quelli. Probabilmente qui sono di quelli molti che fanno uscire le notizie, perché quando queste non sono sostenute nella maniera corretta per quanto si sviluppa in campo qualche dubbio viene. All’inizio quei numeri sembravano impossibili, poi si rendono possibili di volta in volta. La deduzione è facile, per quanto mi riguarda.

Come ha detto lei, l’impossibile a volte succede…
Noi ci siamo allenati all’impossibile.

Quanto orgoglio c’è nell’aver riportato entusiasmo?
Ora sono tranquillo, quando sono arrivato mi hanno mandato 200 messaggi, quasi tutti dicevano: “Per favore ridacci dignità”, era quello a cui poi tenevano tutti i nostri tifosi. C’era da lavorare duro con una buona squadra, questo si fa quando ci sono giocatori di livello. I giocatori si sono messi a disposizione e il pubblico ha partecipato, anche in questa situazione, quando vai in giro per la città te ne rendi conto. Oggi è stata una festa bellissima e la Roma e i suoi tifosi meritano questo genere di spettacolo.

NAINGGOLAN A ROMA TV

Record personale di gol in Serie A…
Come squadra siamo migliorati, anche come gruppo. Lottiamo tutti per l’obiettivo. Oggi abbiamo aggredito i nostri avversari dall’inizio. Abbiamo dimostrato con la rimonta in classifica di essere una squadra forte, speriamo il Torino faccia il colpaccio.

Gol con dedica speciale…
Sì, oggi è la festa della mamma e io l’ho persa, il gol è dedicato a lei, perché mi manca.

Oggi abbiamo fatto il nostro.
Sì, speriamo che stasera il Torino metta in difficoltà il Napoli e che magari ci faccia un regalo.

Anche oggi un gol in scivolata.
Ho l’istinto dell’attaccante, cerco il gol, poi come viene viene, per me l’importante è dare il massimo per tutti, è importante il risultato della squadra. Tutti abbiamo dato una grande mano oggi.

Lo stadio pieno?
Mi fa sempre piacere, penso che qualsiasi giocatore che dà tutto per la maglia viene apprezzato.

RÜDIGER A ROMA TV

La Roma oggi doveva vincere, ora aspettiamo, è il tuo secondo gol con la Roma…
Sono contento per il gol e per la vittoria della Roma, grande prestazione e porta inviolata.

Grande performance.
Sì, il Chievo era un avversario insidioso, siamo soddisfatti.

Stasera dove vedete la partita?
Non abbiamo ancora deciso, ma qualcosa faremo. Seguiremo attentamente la partita.

Che effetto ti ha fatto lo stadio pieno?
E’ stato incredibile, il calore dei tifosi è straordinario. Tutto molto bello, li ringrazio.

RÜDIGER A SKY SPORT

Adesso sei un idolo dei tifosi dopo un po’ di scetticismo iniziale.
Sì, è bella questa cosa, oggi ho anche segnato. E’ vero, c’è stato un po’ di scetticismo, ma non mi sono fatto condizionare anche quando non ho attraversato un bel momento, sono sempre stato determinato e, per me, la cosa che conta di più è la fiducia dell’allenatore.

La vedrai la partita del Napoli?
Sì, e doveroso vederla e, come tutti i romanisti, spero che perdano punti contro il Torino per poter completare la festa.

RÜDIGER IN MIXED ZONE

Sono contento per il gol e per il risultato, era importante vincere l’ultima partita in casa anche in vista della partita di stasera del Napoli, che speriamo possa fare un passo falso.

La Roma ha il miglior attacco del campionato: è da qui che si deve ripartire?
Possiamo migliorare sempre, in tutti i reparti, sia in attacco che in difesa.

Si parla molto di mercato…
Non sono a conoscenza di alcuna voce di mercato.

PJANIC A MEDIASET

Com’è stato vincere in un Olimpico di nuovo pieno?
Bellissimo, la stagione non è finita, ma la squadra merita lo stadio pieno, abbiamo dimostrato che non molliamo mai. Abbiamo fatto un percorso difficile nel girone di ritorno, riprendendo tanti punti, anche per i nostri tifosi che hanno vissuto un anno complicato, immeritatamente. Dedico questa vittoria a loro.

Il secondo posto non dipende da voi, ma Spalletti dice che avete fatto qualcosa di straordinario…
Non dipende da noi, speriamo nel Torino, una squadra che gioca un buon calcio. Il Napoli non avrà vita facile oggi. Noi abbiamo fatto il nostro, speriamo in un passo falso del Napoli, ma intanto noi non molliamo.

Possiamo dire che questa non è stata la tua ultima partita a Roma?
Nel calcio non si sa mai, vediamo cosa succede. Ho altri 2 anni di contratto, penso a finire la stagione. Comunque a Roma sto molto bene.

PJANIC A SKY SPORT

Vi divertite a giocare a calcio, costruite qualcosa per il futuro?
Abbiamo ripreso tanto punti nel girone di ritorno, non è ancora finita, abbiamo l’ultima a Milano. La squadra gioca molto bene e si diverte, l’abbiamo dimostrato anche oggi. Speriamo stasera in un passo falso del Napoli, poi noi dovremmo fare bene col Milan.

Pensi che il Torino possa mettere in difficoltà il Napoli?
Come no? Quando giochi col Torino è sempre difficile, non mollano mai, sono organizzati e possono mettere tutti in difficoltà. Noi ci speriamo e guardiamo la partita stasera.

Hai la soluzione per accorciare la distanza dalla Juve?
E’ una società forte che lavora molto bene, si vede dalla loro storia. Quest’anno noi siamo calati un po’ e ci hanno ripreso punti, ma per fare bene come loro dobbiamo essere più continui, conosciamo le loro qualità: non è facile essere alla loro altezza, ma si può fare.

Ci sarà Pjanic l’anno prossimo?
Ho un contratto fino al 2018, poi nel calcio non si sa mai. Io mi diverto con i miei compagni, ora voglio finire la stagione, poi si vedrà.

(da laroma24.it)