martedì, Giugno 02, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

Sconfitta brutta per come è maturata, ancor più brutta perché immeritata. Sono punti che volano via ma, per come è il campionato oggi, nulla è compromesso ed è inutile soffermarsi troppo su questa partita.

Un’Inter abbottonata che ha avuto la meglio grazie ad una mezza papera del portiere e tanta difesa. Nonostante questo la Roma ha avuto diverse occasioni per pareggiare, sfortuna e imprecisione lo hanno impedito.

Fa strano vedere zero gol dal miglior attacco della serie A, ma questo non deve demoralizzare, con la forza e la convinzione questo si trasformerà in un episodio isolato.

Si punta il dito su Dzeko: un solo gol all’attivo. È vero che sembra poco reattivo, un gigante mezzo addormentato, eppure bisogna aver pazienza, non bruciare tutto e subito.

Ribadiamo il concetto che Pjanic e tre punte è un lusso che raramente ti puoi permettere, perché richiede un grandissimo sforzo fisico e mentale come a Firenze. Non può essere la regola. Ma questo non significa che a Milano i giallorossi abbiano perso per una tattica sbagliata del mister. I nerazzurri, tranne la parte finale in cui erano in superiorità numerica, si sono visti pochissimo davanti.

Finché nessuno troverà la forza di fare un break significativo, tutto sarà in gioco. Rimanere aggrappati al gruppo cercando, se si avranno le forze, di piazzare lo sprint giusto.

Ora però testa all’Europa, perché sarebbe proprio brutto uscire di nuovo al girone eliminatorio.