domenica, Agosto 09, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

GARCIA A SKY SPORT

L’ha vista la classifica?
Eravamo venuti qui per prendere il primo posto. Abbiamo visto una Roma a due volti: pressare alto fino al gol del vantaggio e poi abbassarsi per poter ripartire. Lo abbiamo fatto bene: prendiamo fiducia anche sul piano difensivo, abbiamo sofferto poco e sono contento. Tatticamente e mentalmente i ragazzi sono stati fortissimi.

Calcio essenziale. La differenza con l’Europa è stata la gestione del risultato
Per questo dico che è una partita che conterà sotto l’aspetto difensivo. Serviva sacrificio da parte dei due esterni e, nonostante ciò, hanno avuto l’opportunità di segnare anche loro.

Vittoria tattica dell’allenatore?
Avevo detto dopo l’Empoli che con Beccaccioli e Bompard prepariamo bene: loro mi hanno dato le chiavi per giocare contro la Fiorentina, che ha una buona identità di gioco. Serve che questa squadra sappia che può fare tutto, con umiltà.

Vainqueur entrato a freddo, ha fatto molto bene. E Dzeko
Facendolo lavorare come regista vista l’assenza di Keita e i problemi di De Rossi, ha capito molto bene quello che mi aspettavo da lui. Edin è stato prezioso, ha lottato tanto: non è ancora al 100% ma questa partita è riuscito a giocarla tutta e gli farà bene per le prossime.

La squadra forse fatica un po’ a trovare i meccanismi di gioco per il bosniaco
Stasera è dipeso dall’atteggiamento tattico previsto, con un pressing folle. Quando eravamo sopra, col modulo avversario che poteva darci fastidio con Bernardeschi e Borja Valero, dovevamo raddoppiare le fasce per evitare di soffrire.

De Rossi, le sue condizioni.
Per Milano penso sia recuperabile, ha preso un colpo contro l’Empoli, ha stretto i denti contro il Leverkusen. Stasera stava bene fino a quando sarebbe stato un rischio tenerlo in campo: ha fatto bene ad uscire, mercoledì salterà la gara per la squalifica. Peccato per la squadra, bene per lui.

Salah, partita speciale
L’unica risposta era giocare bene e fare gol. Non ha esultato per rispetto della Fiorentina ma ha fatto una grande partita. Ho parlato con lui per sapere se era tranquillo: il cartellino rosso è stato una grande sorpresa. Lotto con lui affinché parli italiano, non ha potuto spiegare all’arbitro. Mi sembra severo sul piano psicologico nonostante Orsato abbia fatto un’ottima partita.

Quale la principale antagonista per la Roma
Un po’ di tempo fa eravamo scarsi tutti, dal direttore sportivo ai giocatori. Ora non è perché siamo primi siamo i favoriti: facciamo la nostra strada che al momento ci piazza al primo posto. Faccio i complimenti ai tifosi che erano qua, abbiamo bisogno di loro anche all’Olimpico: prima della prima gara della stagione ho detto che tutti insieme possiamo fare grandissime cose. Noi crediamo in noi ma vogliamo essere umili: la strada è molto, molto lunga.

GARCIA A MEDIASET

Un anno per stare in testa, due anni per starci da soli. Che sensazioni ha?
Sono contento del contenuto della partita, il risultato è arrivato perché i ragazzi sono stati intelligenti tecnicamente e tatticamente, hanno seguito il piano di gioco, l’abbiamo sbloccata subito con un gran gol di Salah che ha giocato la sua partita anche sotto pressione. Poi ci siamo messi in blocco a metà campo e ripartendo abbiamo trovato il secondo gol.

Grande soddisfazione aver recuperato Gervinho e anche avere un Salah così?
E’ la dimostrazione che in questa squadra ognuno lavora per il branco e lo fanno con il cuore e con le qualità. Non era semplice per Salah e Gervinho difendere sulle fasce e poi ripartire in contropiede ma l’hanno fatto benissimo.

L’anno scorso ha detto che la Roma avrebbe vinto lo scudetto…
Io sono uno che dice le cose in base al momento, basta tornare su questa cosa, era giusto farlo in quel momento e non ho rimpianto perché ha risollevato la squadra e alla fine siamo arrivati secondi, cosa che non avremmo potuto fare senza quel discorso. Questo è un altro anno, ora siamo primi ma c’è tanta strada da fare e non è questa posizione in classifica che fa di noi i favoriti. Sono contento perché i miei ragazzi non hanno mai mollato da inizio stagione, non abbiamo fatto sempre bene ma siamo primi dopo 9 giornate quindi significa che abbiamo fatto un po’ bene.

Florenzi è un giocatore di fama mondiale?
Si lo penso da tanto tempo, Flore è un giocatore d’oro, perché può giocare in tre posti, stasera ha fatto il terzino a destra, forse dovrebbe essere pagato come tre giocatori (ride).

Ha avuto il pensiero di tenere fuori Salah per la pressione?
Ho parlato con lui prima e volevo sapere cosa si aspettava, ma lui è molto tranquillo. L’unico punto nero è il suo cartellino rosso che mi sembra molto severo, è vero che non doveva fare quel gesto ma non parla nemmeno l’italiano e non ha detto niente. Se questo vale un rosso ci saranno tanti rossi, ma è così io rispetto la decisione del signor Orsato che ha fatto una buona partita.

Che spiegazione le ha dato Orsato?
Ha detto che aveva fatto un insulto ma non è possibile. Abbiamo visto che ha fatto il gesto e questo è sbagliato ma è stato insultato tutta la partita e alla fine è lui ad essere stato espulso.

Stasera si è visto tanto equilibrio, soprattutto difensivo
Stasera questa partita ci darà tanta fiducia sul piano difensivo perché anche in 10 abbiamo difeso bene, i giocatori hanno fatto tante corse, tanto pressing, tanti duelli e abbiamo sofferto quasi niente. Questo dimostra che quando questa squadra vuole difendere lo sa fare molto bene.

Il gol subito però c’è sempre…
Potevamo fare meglio ma al 94′ c’è un po’ di stanchezza. Per una volta non dico niente su questo gol preso

Grandissima partita dei due esterni
Potevamo fare il terzo gol, Roncaglia salva sulla linea su Pjanic, anche Edin Dzeko ha avuto una grande occasione, penso che potevamo fare il terzo e quarto gol

GARCIA A ROMA TV

Una Roma equilibrata e di sacrifcio…
Si è vero ma anche di grande qualità. Il primo gol su pressing alto è stato un bel gol in gioco manovrato. Mi è piaciuto il fatto che non abbiamo sofferto nulla. Questa serata ci tornerà utile per il futuro.

Dzeko?
Oggi ha dato tutto per la squadra, nel futuro la squadra darà tutto per lui. I ragazzi si meritano il primo posto. Non dobbiamo mollare ma dobbiamo mantenere l’umiltà. Fino a qualche giorno fa eravamo tutti scarsi, oggi siamo tutti fantastici. Facciamo in modo di continuare sulla nostra strada.

La partita di oggi ricorda quella con il Barcellona…
Si è vero. Sul piano del gioco era differente: sullo 0-0 avreste visto un’altra Roma. Non è stato così perché dopo il gol di Salah ci siamo organizzati per non soffrire il gol della Fiorentina. I giocatori sono stati bravi a seguire il piano.

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Quando ha deciso di far giocare Salah? L’arrabbiatura per il pallone rimesso in gioco frettolosamente dai suoi collaboratori?
Ogni dettagli conta, conte se il medico entra in campo e ci fa giocare in dieci. Conta ogni dettaglio nel calcio. Sono contento non solo della vittoria e del primo posto: sono contento del contenuto della partita. Ci sono serate dove le cose si svolgono come le abbiamo pensate: volevamo fare pressing alto e segnare subito per poi difendere il vantaggio. Era previsto l’abbassarsi sotto il centrocampo e la difesa da parte di Gervinho e Salah sulle fasce per permettere a Digne e Florenzi di difendere all’interno. Ho parlato con Salah per sapere come stava: lui è un grande campione. Sono contento che non abbia esultato per rispetto della sua ex squadra. Lui è molto tranquillo, forse troppo. Sono dispiaciuto per l’espulsione, non la meritava. Non parla italiano e non ha potuto dire nulla all’arbitro, mi dispiace per il gesto ma capisco anche la tensione. Ha avuto grande classe nel giocare la sua partita pensando solo al campo. Peccato non averlo alla prossima.

E’ contento per se stesso?
Sono contento per i miei giocatori. Io non corro, chiedo a loro delle cose e sono contento se le fanno. Non ho nulla da dire, sono sempre stati perfetti anche se non sempre siamo riusciti a fare tutto bene. Questa gara sul piano difensivo ci darà tanta fiducia per il futuro. Ci voleva tanta umiltà e questa ci ha aiutato a vincere. Anche Dzeko ha dato una grande mano sul piano difensivo, cosa che non è semplice per un centravanti. Ha aiutato tanto la squadra a tenere alta la palla. Nel futuro la squadra lo servirà e potrà segnare anche lui. Umiltà anche per il primo posto. Il primo posto non fa di noi la favorita per il campionato. Facciamo la nostra strada senza guardare gli altri.

Una Roma difensivista…
Abbiamo segnato presto, altrimenti avremmo visto una Roma differente fino al vantaggio. Il piano di gioco era questo. L’atteggiamento difensivo è durato tanto e ci servirà nel futuro. Non piango se perdo il primo posto nella classifica del possesso palla della serie A perché ci sono alcune partite dove è giusto difendere così se vogliamo essere efficaci. Con un po’ più di cinismo avremmo potuto chiudere prima la partita, non dico nulla sul gol preso perché la Fiorentina ha segnato a tempo quasi scaduto e soprattutto quando eravamo in dieci.

FLORENZI A SKY SPORT

Hai scaricato il contachilometri
Ho corso per la squadra, non solo io. Penso agli attaccanti, a Edin: grande vittoria, meritata, di sacrificio.

Grande aiuto tra voi in difesa e gli attaccanti esterni
Hanno fatto un grande lavoro i nostri primi difensori. Quando questo succede funziona tutto, sulle ripartenze sono due fenomeni.

Ti ha ringraziato Gervinho?
Sì, sì, l’importante è che segni.

Salah ti aspettavi resistesse alle pressioni?
Siamo giocatori, dobbiamo resistere a tutti. Ha fatto una grande partita, peccato per il rosso.

Il primo posto?
L’emozione c’è, spero sinceramente di esserci a giugno.

L’avversario che temete di più?
Ci sono sei, sette squadre che possono ambire allo Scudetto. Dobbiamo pensare partita dopo partita.

Se fai gli assist anche da terzino…
Cerco di fare il meglio in ogni ruolo. Non mi sento sacrificato lì, basta con questa storia per favore.

FLORENZI A ROMA TV

Se ti avessero detto che oggi avresti festeggiato il primo posto con la fascia da capitano al braccio che avresti detto?
Speriamo: questo avrei detto. Ogni partita fa storia a se e oggi abbiamo fatto un’ottima partita. Peccato per il gol preso ma loro erano tutti in avanti e avevano già creato qualche occasione. Ci siamo sacrificati e abbiamo preso tre punti importanti.

Una Roma operaia.
A volte questo atteggiamento giova. Alle volte no. Oggi abbiamo fatto una grande partita di sacrificio, soprattutto con gli attaccanti. Dzeko ha preso 150 palle di testa e le ha tenute quasi tutte facendoci salire. Salah e Gervinho hanno fatto un gran lavoro in copertura e questo ci ha reso la vita facile anche perché nelle ripartenze loro sono dei mostri sacri.

Ci si può credere..
Dobbiamo crederci e giocare partita dopo partita pensando che ogni partita è fondamentale.

La fascia da capitano?
E’ una bella cosa, spero di onorarla tutte le volte che potrò.

Queste le dichiarazioni di Alessandro Florenzi , terzino della Roma, rilasciate al termine del primo tempo della sfida con la Fiorentina.

FLORENZI A PREMIUM

Primo tempo di sacrificio ma perfetto
Sì, fino adesso siamo stati perfetti, abbiamo concesso poco, siamo stati cinici e dobbiamo sfruttare tutte le occasioni che capiteranno.

Non vi vergognate di difendere in 6…
Abbiamo un obiettivo, siamo tutti interessati a raggiungerlo e quindi se tocca difendere in 25 lo faremo.

NAINGGOLAN A SKY SPORT

Quale la chiave tattica?
Abbiamo giocato da squadra, bene difensivamente sempre compatti e ripartendo bene. Gli abbiamo fatto male dove volevamo, potevamo segnare di più ma siamo molto soddisfatti per il risultato.

Come è andato il sistema di gioco?
Ogni partita analizziamo quello che dobbiamo fare: dopo la delusione di Leverkusen il mister ha chiesto più attenzione in fase difensiva e così abbiamo fatto. L’importante era difendere bene compatti e ripartire: siamo stati bravi a farlo e siamo molto contenti per la vittoria.

NAINGGOLAN A MEDIASET

Vittoria pesante in un clima difficile. Avete risposto alle critiche
Abbiamo risposto sul campo. Vittoria importante, primo posto in campionato ora godiamoci questa serata, mercoledì ne tocca un’altra quindi non c’è tempo per festeggiare.

Che effetto fa tornare in testa alla classifica?
Siamo consapevoli dei nostri mezzi, ogni partita la giochiamo per vincere. Oggi è stata la più difficile quest’anno ma siamo stati squadra, abbiamo fatto quasi la partita perfetta perché doveva finire 0-2.

Pronti per lo scudetto?
Siamo li, continuiamo così. Non possiamo fare lo stesso errore dell’anno scorso e sentirci già primi quindi bisogna lottare ogni settimana perché quest’anno non c’è una partita facile.

Avete imparato a difendervi
E’ quello che abbiamo fatto, abbiamo avuto anche qualche occasione per aumentare lo score ma l’importante era la vittoria, combattuta, voluta e quindi meritata.

NAINGGOLAN A ROMA TV

La Roma è prima dopo tanti giorni, quanto sudore per arrivare lì su?
Penso che oggi la vittoria fosse importante, non abbiamo fatto la partita ma sapevamo che la Fiorentina era una squadra forte. Abbiamo giocato soprattutto sul collettivo, oggi la squadra ha dimostrato che può giocare anche in altri modi e poi colpire in contropiede. Oggi abbiamo fatto perfettamente ciò che il mister ci ha chiesto.

Più solidità in difesa?
Sì, ma se giochi bene in blocco va bene. Oggi i nostri attaccanti erano i primi difensori, hanno fatto un lavoro perfetto anche se qualcosa si concede sempre. Non abbiamo concesso niente fino agli ultimi dieci minuti e abbiamo rischiato di fare il terzo gol.

Quale è l’avversario che temi di più nella corsa scudetto?
Non ci dobbiamo pensare. Dobbiamo pensare che siamo una squadra forte e che dobbiamo essere fare meglio dello scorso anno nella continuità. Possiamo vincere contro chiunque, oggi lo abbiamo dimostrato.

Aver segnato presto vi ha spianato la strada?
Sì, ma è sempre così. Con le piccole è difficile fare gol. Oggi lo abbiamo fatto veloce e ci ha dato una spinta. Il mister ci chiede di essere efficaci e oggi lo abbiamo fatto. Questa è una vittoria che farà la differenza.

Salah?
Io penso che lui sia un ragazzo a cui non frega più di tanto dell’ambiente. E’ sempre sereno, nella sua testa i fischi si sono trasformati in applausi. Complimenti a lui.

RUEDIGER A ROMA TV

Un giudizio sulla fase difensiva di oggi?
Congratulazioni a tutta la squadra, abbiamo giocato e difeso bene come collettivo e siamo stati concreti in attacco. Siamo molto contenti.

A che punto sei della tua condizione fisica?
Da difensore non posso essere contento di aver preso 4 gol a Leverkusen, oggi ho cercato di fare del mio meglio e ci sono riuscito. Ora devo recuperare perché mercoledì ci aspetta una partita importante.

Chi deve temere la Roma?
Siamo primi e oggi è un buon giorno. In Italia ci sono molte squadre insidiose, dobbiamo guardare a noi stessi, essere solidi e concreti.

TOTTI DAL BLOG

Quello di Firenze è un campo difficile, i viola giocano un buon calcio e questo rende ancora più significativo il successo conquistato in casa loro.
Secondo me è stato fondamentale segnare presto e in seguito andare avanti di due reti, poiché ha permesso di controllare per larghi tratti l’incontro.
Alla prossima partita ci troveremo contro l’Udinese e sarà senz’altro un match impegnativo.

(da laroma24.it)