mercoledì, Luglio 08, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

GARCIA A MEDIASET

E’ servito strigliare la squadra.
Penso che meritavamo la vittoria, potevamo vincerla. Abbiamo sofferto i primi minuti, poi abbiamo mostrato un altro viso. Abbiamo perso meno palloni. In 70 minuti siamo stati ambiziosi, abbiamo segnato gol in trasferta ed in Europa è sempre interessante.

La sua Roma gioca sempre in undici?
Giochiamo sempre in undici, la cosa che ci aiuta è quando giochiamo con undici giocatori al massimo. Come è successo oggi nel secondo tempo. Il gol è importante ma l’obiettivo è passare il turno vincendo.

Cosa è cambiato?
Lo abbiamo visto a verona contro l’Hellas e contro il Feyenord: è la stessa Roma. Abbiamo faticato i primi minuti poi abbiamo mostrato carattere. Una prestazione interessante: stasera potevamo vincere.

Da inquietante a interessante….
E’ il calcio, è così. Stasera abbiamo voluto fare una bella prestazione. Era possibile vincere, dovevamo segnare.

GARCIA A ROMA TV

Oggi abbiamo rivisto tracce di una Roma che conosciamo.
La squadra ha risposto bene alla perdita di due giocatori nel primo tempo, hanno lottato contro la sfortuna. Il terzo cambio è stato obbligatorio aspettare. A parte i primi 20 minuti e i contropiedi regalati, perdendo palloni a 30 metri dove c’era molta densità, poi abbiamo trovato il nostro gioco e giocato con carattere e personalità. Sono però arrabbiato, c’era spazio per vincere.

Ultimi minuti importanti
E’ stato il viso mostrato anche a Rotterdam, contro il Verona e nei 20’ con la Juve. Abbiamo costruito tutto su quelle gare. I ragazzi devono capire che mettendo in moto questo gioco abbiamo più possibilità di vincere.

Nainggolan ha fatto i complimenti agli esterni difensivi
Abbiamo lavorato bene sul piano difensivo e creato situazioni interessanti, che era possibile sfruttare meglio. Ora siamo solo all’intervallo, per qualificarci dobbiamo vincere giovedì.

Montella ha parlato dell’episodio sul gol di Keita, sembra esserci una spinta ma la Fiorentina poteva avere 2 espulsi.
Anche con questi episodi era possibile vincere, dobbiamo essere più efficaci ma ci sono più cose positive che negative stasera.

Dove nasce l’esclusione di Gervinho? Il tridente era più per difendere o per attaccare?
Era per sfruttare la velocità di Iturbe, sapendo che Florenzi è un maestro nel correre alle spalle dei difensori. Era previsto così, dovevamo verticalizzare di più anche se la squadra mi è sembrata abbastanza equilibrata. Gervinho ha fatto bene in Europa, meno bene in campionato. Anche se quando non fa una grande gara fa sempre cose interessanti per la squadra. E’ anche vero che ha giocato sempre dal suo ritorno dalla Coppa d’Africa, volevo risparmiarlo ma anche farlo riflettere: il Gervinho in grande forma deve esserci per tutte le gare

Quanta difficoltà c’è a gestire una partita che si mette subito male
E sempre un dispiacere per un allenatore fare 2 cambi nel primo tempo. Era previsto fare un pressing alto e cambiare modulo in corsa, ma era anche previsto l’inserimento forze fresche nella ripresa, cosa che ho potuto anche fare a metà con l’ingresso di Gervinho

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

C’era lo spazio per vincere, viste le occasioni, per questo non sono tanto contento del risultato. Era importante segnare ma abbiamo sofferto nei primi 20’, per il resto abbiamo mostrato cose interessanti. Personalità e soprattutto gioco, nel primo tempo però abbiamo regalato alcuni contropiedi alla Fiorentina

Sembrava che a centrocampo ci fosse superiorità della Fiorentina per il pressing su Nainggolan, poi ha cambiato.
Era previsto così, abbiamo fatto pressing alto. Dopo era previsto di cambiare modulo e di organizzarci come abbiamo fatto. Se andata meglio? Si, avevamo perso dei palloni a 30 metri dalla porta della Fiorentina dove c’era troppa densità e abbiamo regalato contropiedi alla Fiorentina

Nainggolan ha detto che giocando in 11 si fa meglio…
Intendeva dire giocare in 11 tutti al loro al livello. Stavolta è stato così. Ma nulla è fatto, c’è ancora il ritorno e serve una vittoria giovedì prossimo.

Ma nella lettura generale uscirà che con l’uscita di De Rossi si è risolta la partita.
Non è che De Rossi non abbia giocato prima. Ma la partita si è risolta nel modo in cui ho spiegato. Era meglio restare con Daniele ma non si poteva fare. Pjanic è entrato bene in panchina. Speriamo che per Kostas e Daniele non ci sia nulla di grave. Mi è piaciuta la risposta della squadra sul campo alla sfortuna dei 2 cambi obbligati

Una reazione da squadra, invece che una reazione di nervi come con la Juve?
Come abbiamo giocato a Rotterdam, contro il Verona e i 20’ con la Juve. La partita con il Chievo è stata sbagliata, i ragazzi lo sanno. Siamo tutti sulla stessa barca, ma la barca va meglio quando giochiamo come stasera.

Quando ha cambiato modulo, passando al rombo, anche Keita è cresciuto molto. Non è che questa squadra si sta avviando lentamente verso questo modulo in maniera definitiva?
Sapete come la penso, questa squadra deve essere in grado di giocare più moduli di gioco, questa sarà la nostra forza. I ragazzi rispondo bene al fatto di cambiare la geometria del nostro centrocampo. Era previsto e hanno fatto bene. Può essere una soluzione per il futuro, dipenderà da tante cose, ma ovviamente è un’arma in più.

FLORENZI A ROMA TV

Il gol su un tuo corner?
Ho cercato solo di metterla in mezzo, se c’era Keita o Skorupski contava poco, l’importante è che è finita dentro

Nainggolan ti ha fatto i complimenti
Lo ringrazio. Abbiamo fatto una grande partita, anche se all’inizio non eravamo tonici. Senza poi Daniele e Kostas è stato meno facile. Abbiamo tirato fuori l’orgoglio e abbiamo riagguantato il pareggio

Tracce di vera Roma
Le stiamo dando da un po’ di giornate, dovremmo farlo per 90’ e allora torneremo ad essere davvero noi

NAINGGOLAN A MEDIASET

Con chi ce l’avevi al termine del match?
Ce l’avevo con un paio di tifosi con la Fiorentina che gridavano frasi razziste contro Keita.

Un buon risultato?
Oggi meritavamo di vincere. Un errore individuale ha concesso la loro occasione da gol. Poi abbiamo sbagliato il rigore. Abbiamo visto una Roma che ha creato occasioni con un gioco fluido.

Cambiato qualcosa nella condizione?
Se giochiamo in 11 e diamo tutti il massimo, possiamo giocare da Roma. Se uno o due non sono in giornata, non possiamo giocare da Roma. Volevamo tutti la vittoria, lottando e ritrovando il gioco poi le cose vanno da sole.

Cosa intendi?
La dimostrazione di oggi è chiara. Iturbe e Florenzi hanno giocato bene e coperto in difesa. Abbiamo fatto una bella partita, sembrava la Roma prima di gennaio. E’ un punto di partenza, non abbiamo perso la fiducia, siamo calmi e continuiamo a dare il massimo tutti.

(da laroma24.it)