venerdì, agosto 23, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

PALLOTTA A SKY SPORT

Si è divertito stasera?
Ero un po’ agitato prima del calcio d’inizio, ma non appena è iniziato il match ho capito che eravamo pronti. Il possesso palla è stato il nostro: poi abbiamo rallentato un po’, ma abbiamo fatto vedere belle cose. C’è stato un tifo incredibile. Le sostituzioni di Garcia sono state tutte azzeccate

Qual è la differenza tra la scorsa stagione e questa? Vuole vincere lo scudetto?
Anche l’altro anno abbiamo lottato per lo scudetto, ma quest’anno il mercato ha migliorato la squadra, Walter e il resto dello staff ha fatto un gran lavoro. Walter sta lavorando su un paio di acquisizioni, per questo non è potuto venire stanotte

Basa?
Non voglio dare dettagli

Destro rimarrà?
Sì, l’ho già detto l’altra sera: Destro non andrà da nessuna parte e per molto tempo rimarrà con noi anche perché la moglie ci ucciderebbe se partisse a ridosso dal matrimonio

Sta migliorando il suo italiano?
Così e così (ride). Arrivederci e Forza Roma

PALLOTTA A MEDIASET PREMIUM

Un saluto in italiano…
Un saluto a tutti i tifosi siamo molto contenti è stata una grande partita

Felice anche per l’accoglienza dei tifosi?
E’ bello vincere all’esordio con tutte le aspettative che c’erano, ci aspettiamo di andare lontano e non cambia vincere 1 a 0 o di più

E’ una Roma che può vincere lo Scudetto?
Sicuramente si, la differenza con la Juve non era quella che si è vista alla fine dell’anno scorso, la squadra si è rafforzata e lotterà

Destro resterà?
Non è mai stato in vendita e non bisogna mai leggere i giornali (ride). Forza Roma!

PALLOTTA A  ROMA TV

Una bellissima serata, eravamo un po’ tesi all’inizio ma la squadra ha giocato bene e ha fatto due gol bellissimi. Nainggolan ha fatto una partita incredibile sia in attacco che in difesa, lo stesso Iturbe su e giù per il campo. Ma la cosa più bella è stato il pubblico straordinario, dobbiamo continuare su questa strada. Siamo pronti a competere su tutti i fronti, in Champions League ci giocheremo le nostre chances fino in fondo. Abbiamo visto oggi che il City ha perso in casa con lo Stoke, siamo all’altezza delle grandi squadre europee e avremo una vetrina importante. Adesso abbiamo due settimane per preparare le prossime partite e infine vorrei fare i miei migliori auguri a Destro, prossimo sposo.

Perché Destro non ha giocato oggi?
Non volevamo si facesse male. Ho parlato a fine gara con i calciatori come sempre, dopo una vittoria è anche più bello. E’ stata una partita bellissima, nel primo tempo abbiamo avuto un gran possesso palla per 35 minuti. Forza Roma!

GARCIA A SKY SPORT

Inizia il campionato subito sotto pressione per la vittoria della Juve ma la squadra ha risposto bene. Però non dovreste essere più concreti?
Quello che conta è che abbiamo segnato il secondo gol. Sicuro, sarebbe stato meglio se avessimo segnato più presto la seconda rete, però conta il gioco che ha sviluppato la squadra specialmente nel primo tempo. Non dimentichiamoci che abbiamo giocato contro la Fiorentina una suquadra che ha molto possesso palla e nel primo tempo l’abbiamo avuto noi. Sono contento dei giocatori che si sono molto impegnati in fase offensiva ma anche difensiva

Reparto difensivo, come è andato nonostante Gomez?
C’era anche Babacar. Sono contento perché Manolas ha saputo adattarsi subito al nostro gioco, pure Davide. Abbiamo recuperato tante palle alte, è importante.

Niente difensori nuovi?
E’ possibile che arrivi ancora un difensore

Era scatenato, cercava di chiamare l’entusiasmo della curva. Era la risposta a chi aveva perplessità?
Abbiamo bisogno dei tifosi quando si fa dura. E’ stata dura dopo un’ora, quando la Roma era alta e aggressiva poi abbiamo avuto un grande De Sanctis su punizione e su Babacar. Ha aiutato la squadra a rimanere nel risultato e nella partita. E’ questo quello che mi aspetto dai tifosi, anche loro hanno pensato e visto che era un momento duro per la squadra. Faccio un appello ai tifosi: quando si fa dura se l’Olimpico ci sostiene, i giocatori hanno più forza

La Roma con Gervinho e Iturbe è portata a divertirsi con il palleggio, ma a volte è un po’ forzato. Secondo lei non si potrebbe mantenere il palleggio ritardando i passaggi e aumentando la precisione?
Sì sono d’accordo, avevo chiesto pazienza, soprattutto con la fiorentina che giocava a rombo. Dovevamo creare spazi per verticalizzare, ma è una fase che possiamo migliorare. In tutte le amichevoli, però, non ho mai visto una Roma così sicura e con una gestione della palla così buona

In cosa deve migliorare Iturbe?
Non è lui solo, anche gli altri centrocampisti devono giocare con Manuel e le sue forze, la sua capacità di saltare l’uomo. E’ normale che abbiamo ancora tempo per imparare a sfruttare il talento di questo giocatore.

Lei ha un centrocampo meraviglioso a cui manca Strootman. Quando tornerà ha l’idea di farli giocare tutti e 4 insieme? Sarà difficile lasciare uno dei 3…
Soprattutto quando vediamo Keita che è entrato alla grande e ha dato grande fluidità

Tutti e 5 allora
Eh sì ci devo pensare…(ride)

Anche lei rinuncerà a un anno di gelato come Totti in caso di Scudetto?
No no non dico niente, così sono tranquillo: nessun fioretto (ride)

GARCIA A MEDIASET PREMIUM

Quattro undicesimi nuovi ma sembrava che fossero nella Roma già da anni
E’ anche merito dei ragazzi penso soprattutto a Manolas che dopo due allenamenti ha capito subito cosa mi aspetto da lui, è stato aiutato alla grande da Astori, mi è piaciuta la difesa perché era un punto interrogativo, siamo stati alti per un’ora, una squadra tosta che recupera la palla

Cosa è successo dopo un’ora?
Penso che la punizione con la grande parata di De Sanctis ha rimesso la Fiorentina in partita e noi siamo andati un po’ indietro perdendo compattezza nel nostro blocco squadra, ma dobbiamo saper soffrire perché sappiamo che con Iturbe e Gervinho abbiamo velocità davanti, come è successo nel secondo gol e in altre occasioni prima

Quanto è difficile fare delle scelte? Oggi ha sacrificato Destro..
A centrocampo e davanti la rosa è perfetta, poi aspettiamo Castan e Maicon, ma quando vediamo Astori e Torosidis siamo tranquilli, abbiamo tante partite e ognuno di loro avrà la possibilità di dimostrare il talento, non vinciamo in undici ma con tutta la rosa, oggi abbiamo visto Keita, Florenzi e Ljajic entrare bene in partita

Che si aspetta da qui alla fine del mercato?
Per il momento pensiamo a festeggiare questa vittoria perché i ragazzi lo meritano hanno lavorato sette settimane alla grande, sapevamo che la Fiorentina era una squadra forte, di possesso e sono stato contento di aver visto la mia squadra gestire bene la palla per un’ora, per il mercato lavoriamo da domani

Sarà sempre Roma-Juve?
Non lo so vedremo perché ci sono tante grandi squadre, dobbiamo aspettare un paio di giorni per vedere come vanno le cose

Quanto è importante Totti anche per i nuovi?
Sappiamo la sua importanza soprattutto nel nostro gioco, lui fa quasi il quarto centrocampista, viene a giocare con gli altri, sa fare tutto finché sta bene fisicamente fa cose grandi, poi bisogna gestirlo e mettere uomini freschi, Keita è entrato alla grande, abbiano vinto in 14 e questa deve essere la nostra forza quest’anno

Manolas non faceva mai ripartire l’avversario
Si esatto era la nostra forza per un’ora, ma già all’intervallo sentiva un affaticamento ai muscoli ma sono contento perché non è solo aggressivo e rapido ma anche intelligente, entrare così davanti a 50 mila persone non era facile, sembra un uomo importante per il futuro

Quanto soffre quando vede Gervinho che sbaglia così tanto davanti alla porta?
Io soffro quando vedo i miei tifosi non sono dietro alla squadra che soffre, è in questo momento che abbiamo bisogno di loro, quando la squadra soffre, perché quando va tutto bene è più facile, la mia Roma ha fatto tutto bene difendendo e andando in contropiede

Su Conte…
Antonio è un uomo intelligente, prende informazioni da tutti i giocatori che possono aiutarlo, sapevo che era qua per Astori per De Rossi, anche per Florenzi e Destro che non ha giocato ma giocherà presto

GARCIA A ROMA TV

Grande partita di Nainggolan
Ha fatto un grande partita, ha segnato e fatto un assist, lui e Gervinho hanno sfruttato il lavoro di tutta la squadra durante la partita

Partita importante dal punto di vista tattica. La pressione alta è stata la chiave del primo tempo?
Si, per questo sono felice della tenuta della mia difesa, Astori e Manolas hanno capito subito cosa mi aspetto da loro. Non prendere gol con una difesa nuova per ¾ è una grande soddisfazione

Hai incitato molto i tifosi…
I nostri tifosi devono capire che abbiamo bisogno di loro quando si fa dura. Loro forse non sanno che sono fantastici e possono caricare tanto la squadra per fargli fare uno sforzo in più. Capisco che anche loro potessero essere preoccupati perché eravamo sopra di un solo gol. Però lo devono capire, quando è duro devono sostenerci ancora di più.

A un certo punto sei entrato in campo pure tu, sembravi Carletto Mazzone…
Eh sì perché vivo la gara, è normale. Sono sempre indietro ai miei perché sono con loro, soffro con loro e soffro con loro, anche se devo avere la testa fredda per fare buoni cambi e avere un buon atteggiamento tattico, che è quello che abbiamo avuto. La fiorentina è passata da un rombo a un 4-3-3 quando hanno tolto Babacar.

Sono arrivate da poco le convocazion di Conte ed è presente Florenzi, una convocazione giusta?
Sì, è il futuro che conta. Conte ha convocato 4 giocatori della mia Roma, sono felicissimo anche se avremo ancora meno giocatori durante i 10 giorni di allenamento. Per daniele era un po’ più ovvio, ma sono contentissimo per Ale, Mattia e Davide, sarà importante per loro dal punto di vista psicologico. Spero solo che torneranno al 100%

La Roma è partita con una vittoria, è stato il massimo?
E’ il massimo per festeggiare Roma Radio e Roma Tv

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Nel secondo tempo l’abbiamo vista incitare i tifosi
I nostri tifosi devono capire che abbiamo bisogno di loro quando la squadra soffre, quando va bene ha meno bisogno ma la carica che può dare il nostro pubblico è importante

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Roma perfetta nel primo tempo, qualche sofferenza nel finale. Un problema di concentrazione o un calo fisico
Non è un problema di concertazione. Un calo fisico? Può essere. Già all’intervallo facevamo fatica a iniziare l’azione. Mi piace aver visto un secondo gol, peccato che non sia arrivato prima

La difesa è forse il reparto che destava più preoccupazione. Una sorpresa?
E’ bello vedere che un giocatore impari subito cosa mi aspetto da lui. La difesa giocava molto alta e ha bloccato i contropiede della Fiorentina. Non era scritto, ognuno nel suo ruolo ha fatto modo di non prendere gol. Non dimentico le parate di De Sanctis. La difesa è stata un punto positivo.

Vi danno come favoriti per lo scudetto, questo vi da più responsabilità?
Il mio unico obiettivo è tenere alta la concentrazione, ci saranno momenti più duri, non è mai un fiume tranquillo. Mi aspettavo anche questo dai miei ragazzi. Tra i miei obiettivi c’è anche far felici i tifosi, penso che stasera lo faranno. I pronostici? Non li commento, ora dobbiamo subito prepararci per Empoli senza i nazionali

Keita, quanto può far bene alla squadra?
Non lo abbiamo visto solo oggi, anche nelle Amichevoli. Seydou sarà importante per la squadra e per lo spogliatoio. Ci sono molti giocatori validi a centrocampo, avremo bisogno di tutti. Seydou lo conosco bene, è una fortuna averlo con noi quest’anno.

Nel finale ha tenuto Pjanic avanzato e Florenzi arretrato a centrocampo, intervento i loro ruoli. Come mai questa scelta?
Era una possibilità il fatto che Manolas non giocasse tutta la partita, dovevo quindi mettere De Rossi in difesa. Così avrei avuto a disposizione un solo centrocampista d’esperienza, cioè Keita. Pjanic aveva fatto tanti sforzi, era meglio chiedere a Florenzi di lavorare di più in fase difensiva, visto che è un ragazzo d’oro e molto disponibile.

Quanto ha faticato nel comunicare con Manolas
Niente, c’era Torosidis in campo. E poi gli avevo spiegato molte cose. Mi ha stupito la sua intelligenza tattica, ha capito subito cosa volevo da lui.

TOTTI SUL PROPRIO BLOG (www.francescototti.com)

Era essenziale partite col piede giusto e noi ci siamo fatti trovare pronti già alla prima giornata contro la Fiorentina, che è una delle squadre più attrezzate della Serie A. Adesso c’è la sosta, la useremo al meglio per preparare bene anche le sfide che verranno dopo: tante partite, tutte importanti.

TOTTI IN MIXED ZONE

Buona la prima? Si, ma la strada è ancora molto lunga…

DE ROSSI A SKY SPORT

Lungo abbraccio, quasi infinito, con i tifosi
Era la prima partita ed era tanto tempo che non ci vedevamo. Credo che sia doveroso, ma non obbligatorio farlo, ce la siamo sentita e siamo andati a salutarli

Come giudichi la prestazione e il calo sul finale?
Sono le prime partite e un po’ di calo lo troveremo in ogni squadra. Troveremo squadre come la Fiorentina che riescono a creare qualcosa. Abbiamo rischiato ma abbiamo uno dei portieri più forti in circolazione.

La Juve ha vinto e lo ha fatto pure la Roma…
E’ la prima partita ed è presto. Noi partiamo per dare fastidio alla Juve che è la più forte e speriamo facciano meno punti. Poi ci sono l’Inter, il Milan, la Lazio, che se la giocheranno fino alla fine.

C’era Conte in tribuna che ti ritiene un leader, sei contento?
Sono rimasto molto colpito positivamente dall’incontro che abbiamo avuto. Sono molto curioso e entusiasta di iniziare come sempre una nuova avventura con la Nazionale e credo che potremo toglierci delle soddisfazioni. Poi il ruolo, l’impiego, il leader, sono tutte cose più per voi che per noi. Bisogna andare lì e lavorare, come abbiamo fatto con Prandelli, come abbiamo fatto con tutti gli altri allenatori, come personalmente ho sempre fatto, mettendomi a disposizione.

DE ROSSI A MEDIASET PREMIUM

Buona la prima con una Roma che ha saputo dominare e soffrire
Si è stata una cosa che ci ha caratterizzato anche l’anno scorso, con i giocatori che abbiamo non possiamo non sfruttare i contropiedi come si è visto nel secondo gol, abbiamo anche sofferto perché abbiamo giocato contro una delle squadre più forti

I nuovi sembrano inserirsi bene
La prima partita dà delle indicazioni ma non sono mai legge scolpita nella pietra, una squadra organizzata farà sempre meglio di una squadra con tanti fenomeni buttati la, una squadra organizzata facilita il compito per i nuovi

La Nazionale, Conte ha speso parole di elogio per te
Fa sempre piacere, non è che uno si adagia o è indifferente agli apprezzamenti, io non so che ha detto ma immagino che ha detto qualcosa di positivo, vado con ottimismo al prossimo raduno

E’ sempre Roma-Juve?
Oggi abbiamo giocato noi e la Juve, siamo primi peccato che mancano altre 37 partite con squadre fortissime che se la giocheranno come l’altr’anno

DE ROSSI A ROMA TV

Una grande serata.
ce lo aspettavamo, il saluto iniziale con i nostri tifosi è sempre emozionante, sapevamo che la rosposta sarebbe stata questa. E poi siamo felici per il risultato.

La prima partita è sempre difficile
La prima è sempre difficile, specie se giochi contro una squadra così forse. Già al sorteggio dicevamo che era una squadra difficile, nel secondo tempo ci ha messo in difficoltà, una vittoria incredibile

L’esordio di Manolas, non era facile sostituire Benatia?
Non era facile, ma è entrato con tranquillità. Ricordiamoci che ha avuto tante presenze in Champions e in Nazionale, l’ha affrontata in maniera incredibile

Il godimento che la Roma è ripartita da quella dell’anno scorso.
L’approccio e l’aggressività sono state le stesse. Noi abbiamo avuto rendimenti altalenanti tra una stagione e l’altra, ripartire così invece ci da fiducia

Hai attraversato tante squadre, che Roma si è manifestata ai tuoi occhi?
Soprattutto c’è stato il godimento che la Roma è ripartita da quella dell’anno scorso. Non vuol dire che faremo più punti, chiaro, ma l’approccio e l’aggressività sono state le stesse. Noi come Roma abbiamo avuto rendimenti altalenanti tra una stagione e l’altra, invece ripartire così invece ci da fiducia e siamo soddisfatti di noi stessi.

Quanto perde la Juve senza Conte?
In questi 3 anni abbiamo visto una sua creazione, la Juve veniva da anni negativi e ha creato una squadra dal nulla, Conte era il suo marchio di fabbrica. Ma questo non vuol dire che i giocatori si dimentichino di come si gioca. Magari non faranno 102 punti, ma faranno un campionato ad alti livelli.

NAINGGOLAN A ROMA TV

Sei tra quelli più in forma, il tuo segreto?
Nessuno, mi sono trovato subito in forma grazie allo staff, che lavora sui particolari di ogni giocatore. Abbiamo fatto una buona preparazione, siamo partiti bene nonostante abbiamo sofferto un po’.

Il gol?
Per me l’importante è che la squadra vinca, mi metto a disposizione. Se oggi sono stato decisivo è grazie alla squadra, che mi mette nelle condizioni di farlo.

Una Roma forte, concreta. Ci siamo ritrovati dove ci eravamo lasciati
Siamo partiti forte, nemmeno nelle amichevoli abbiamo giocato un primo tempo come quello di oggi. Abbiamo dato più del solito, questo forse ci ha messo in difficoltà nella ripresa ma abbiamo lottato da squadra.

Il tuo primo tempo è stato impressionante. Trovare un difetto in lei è difficile, forse bisogna chiederlo al ct belga….
Non voglio affrontare questo argomento. So quello che metto in campo e penso di aver meritato il Mondiali rispetto ad altri giocatori, ma non sono qui per fare polemiche, lavoro ogni giorno per la mia squadra. Stavolta sono di nuovo convocato in nazionale, ma per me era importante il Mondiale. Cercherò di far ricredere il mister sulle sue scelte, poi si vedrà.

Roma e Juve continuano ad essere le favorite? Un tuo giudizio sul girone di Champions’
Oggi abbiamo dimostrato di essere forti, gli stimoli del campionato e della Chsmpions sono altra cosa rispetto alle amichevoli. Siamo pronti ad affrontare le squadre più forti, lo abbiamo dimostrato oggi. Noi sulla carta siamo una ‘piccola’, è una cosa buona, ce la giocheremo e poi vediamo se riusciamo a ottenere il massimo.

NAINGGOLAN A MEDIASET PREMIUM

Un esordio tra i migliori condito dal gol
Si poi la cosa importante è sempre la vittoria di squadra poi se rubiamo qualche golletto in più meglio per la mia fiducia, oggi la vittoria è stata di gruppo perché abbiamo dimostrato di essere uniti nelle difficoltà, abbiamo dimostrato di stare già a un buon livello.

Vi fa maggiore pressione sapere che dovete vincere lo Scudetto?
Sicuramente quello che ci mette più in difficoltà è la piazza che è molto euforica e sia aspetta molto da noi, anche noi ci aspettiamo tanto, abbiamo cominciato bene e speriamo che i tifosi ci stiamo vicini per andare il più in alto possibile.

Quanto può influenzare la Champions?
Non so rispondere perché non l’ho mai giocata, io penso che sono stimoli diversi per giocatori come me che non l’hanno mai fatta e speriamo di farci trovare sempre pronti, abbiamo una rosa molto ampia e abbiamo fiducia in tutti, speriamo che le squadre che abbiamo beccato ci diano qualche forza in più per affrontarle.

Sei rimasto male di non aver partecipato al Mondiale?
Sono un giocatore che ha sempre guadagnato tutto sul campo poi un giocatore ha anche fiducia di se stesso, io sul campo meritavo di andare al Mondiale poi le scelte sono state diverse ora tocca a me dimostrare che l’allenatore ha sbagliato scelte.

Hai parlato con Wilmots?
No, mi hanno scritto qualche messaggio ma la delusione era talmente grande che nemmeno ho risposto.

La concorrenza ti esalta?
Io ho avuto molta facilità all’inizio ma la concorrenza fa bene per alzare il livello della squadra, chi giocherà farà sempre bene perché questa squadra ha tutti ottimi giocatori.

Sei stato il migliore in campo.
E’ soltanto la prima giornata speriamo di fare di più.

NAINGGOLAN A SKY SPORT

Per me l’importante è che uno dia sempre il massimo in campo, poi ovviamente se uno ci prova poi viene premiato. Però l’importante è sempre vincere e dare il massimo per la propria squadra, come abbiamo fatto oggi pur soffrendo come è successo oggi, ma abbiamo avuto un avversario tosto. L’importante era partire bene ed è andata molto bene. La piazza si aspetta molto da noi, abbiamo fatto degli acquisti per migliorarci e abbiamo tutte le carte per vincere lo scudetto ma andiamo piano, partita per partita, e poi si potrà parlare anche di quello.

NAINGGOLAN A TRS

La tua partita più bella alla Roma?
No, io do sempre il massimo e cerco di aiutare la squadra. Poi è arrivato anche il gol, ma questo grazie anche ai miei compagni.

I tifosi vi hanno dato un grande appoggio.
Oggi abbiamo giocato bene e per essere la prima partita possiamo accontentarci. Abbiamo dato molto nel primo tempo, logico che ci sia stato un calo nella ripresa.

Testa a testa sempre con la Juve?
E’ presto per dirlo, siamo ancora alla prima giornata.

(da laroma24.it)