martedì, ottobre 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

GARCIA A MEDIASET

Un giudizio da parte sua sulla Roma del futuro?
Era il momento giusto per far giocare i giovani, non c’erano obiettivi di classifica ma volevamo vincere, volevamo dare esperienza a questi giocani, la strada è ancora lunga e c’è molto lavoro da fare.

Skorupski e Jedvaj i più convincenti?
Lukasz è un grande portiere, non abbiamo dubbi su di lui, su Tin dobbiamo lavorare in tanti punti, ha qualità, può diventare un grande, ma deve imparare la voglia di lavorare tutti i giorni.

Distacco di 17 punti dalla Juve, è reale?
Non cambia nulla, loro sono primo e noi secondi, con il secondo posto già in tasca era il momento giusto per vedere questi giovani, la sconfitta non è meritata, abbiamo fatto gioco e regalato il gol, un pareggio era molto più giusto, ma su una sconfitta si può lavorare e migliorare.

La Roma il prossimo anno potrà vincere lo scudetto?
Vedremo se riusciremo a costruire una rosa competitiva, lavoriamo con Sabatini ogni giorno e c’è la voglia della società, però ci sarà anche la Champions, c’è bisogno di giocatori di quantità e qualità.

Il suo agente è stato contattato dalla Juve?
Io sarò l’allenatore della Roma il prossimo anno.

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Al di là della partita di oggi, numeri alla mano i punti della Roma avrebbero quasi sempre dato lo scudetto. Siete stati sfortunati a trovare la Juve sulla vostra strada?
E’ così, ma la cosa importante è stato fare questo campionato. Non è solo una Roma da record, ma è anche una formidabile base di lavoro per l’anno prossimo. La società ha dato un segnale con il rinnovo di Pjanic, vuol dire che tutti vogliono mantenere la rosa attuale e i migliori giocatori. Dopo faremo in modo di migliorare la rosa, in quantità e qualità, ma la base c’è e dobbiamo lavorare su quella.

Cosa manca a questa Roma?
Possiamo sempre migliorare. Oggi era il momento giusto, visto che non c’erano obiettivi di classifica di vedere i giovani, per avere un giudizio più giusto su di loro. Non definitivo, è solo una partita, ma dimostra che la strada è ancora lunga e dobbiamo lavorare tanto con loro per arrivare a metterli in concorrenza con i giocatori più esperti.

GARCIA A ROMA CHANNEL

Oggi una linea verde. Il suo giudizio su questi ragazzi?
Era il momento giusto per farli giocare, una gara senza obiettivi di calssifica e così abbiamo poteuto capire qualcosa di più su loro. Federico non ha giocato al 100%, anche l’esordio di Mazzitelli era interessante. Tin è più pronto, ma la strada è lunga per tutti loro. Io e la società sappiamo che abbiamo bisogno più qualità e quantità.

Jedvaj giocava centrale, ma lei lo mette laterale. E’ interessante come giocatore…
Bisgona vederlo più centrale, è quello il suo ruolo. E’ una buona cosa per lui giocare in altri ruoli, lo completa. Ci sono altri giovani che hanno giocato prima, tutti devono dare tutto anche in allenamento ed aspettare. Tin è migliorato in questo, ma deve proseguire e sarà importante nel future della Roma.

Le sue sensazioni sulla stagione?
Sono sempre dispiaicuto quando perdo, ma guardando tutta la stagione ed è stata fantastica. Ora sono già concentrato sul futuro e dobbiamo fare in modo di tenere tutti i nostri giocatori.

Da un punto di vista umano, qual è stato il moemnto più bello e quello che le ha fatto dire “ho fatto bene a venire qui”?
La stagione intera, tante emozioni positive vissute tutti insieme. Dobbiamo anche migliorare nel tifo, ma una bella stagione dove ho imparato tanto sul calcio italiano e speriamo di fare un’altra stagione così. Con la Champions sarà dura, ma siamo tutti motivati.

GARCIA A SKY SPORT

Brucia questa sconfitta? E’ la terza di fila, è dispiaciuto?
No, era il momento di vedere i giovani ed avere un avviso chiaro sul futuro. Abbiamo regalato il gol e mancato di cattiveria sottoporta. Abbiamo fatto un bel primo tempo, mentre nel secondo non abbiamo più giocato, senza movimenti. Sono insegnamenti importanti per l’anno prossimo anche per la società

Come ha visto Jedvaj e Ricci?
La strada è ancora lunga, c’è da lavorare. Anche Mazzitelli ha giocato più di mezz’ora ed ha più esperienza.

Questi 102 punti della Juve dimostra che loro non staccano mai la spina?
Dimostrano che sono forti e giocano insieme da tanto. L’anno prossimo sarà un altra stagione e dobbiamo pensare solo a noi. Dobbiamo fare una rosa competitiva, lo vuole anche la società.

Quando c’è da potenziare una rosa, come farete voi, di solito si punta su giocatori esperti. Lei la pensa così o vuole dei giovani?
Il talento non aspetta l’età. Abbiamo fatto delle scelte su dei giovani ed anche meno giovani, che poi hanno dimostrato di essere all’altezza. Dobbiamo analizzare bene le mancanze della rosa ed abbiamo bisogno di più quantità e qualità, giocheremo la champions.

A che punto è il suo rinnovo?
Io sarò a Roma l’anno prossimo e già l’ho detto.

Ci sarà Totti l’anno prossimo, ma vorrei una sua parola sulla sua non convocazione al Mondiale.
Io non sono il ct, posso solo dire che Francesco è un grande.

Lei il prossimo anno si augura più competizione?
L’ho detto già: qui è differente da Spagna e Germania. Lì dopo i grandi ci sono pochi che possono lottare per lo scudetto, qui molti di più. Poi c’è sempre una sorpresa, per questo dobbiamo essere competitivi l’anno prossimo.

Se avesse vinto tre scudetti con la Roma, rimarrebbe al suo posto o andrebbe via?
Spero che succederà questa cosa (ride).

Aveva detto “Se parte Pjanic mi incateno a Trigoria”, lo farà anche per Benatia?
La mia voglia è di vedere i migliori rimanere a Roma e con il rinnovo di Miralem la società ha dimostrato di essere sulla giusta strada. Non ho dubbi in tal senso.

NAINGGOLAN A SKY

Penso che abbiamo una buona rosa per ricominciare l’anno prossimo e ripartiamo dai momenti belli. La testa ha mollato un pochino, perché sapevamo di non poter recuperare la Juventus.

Quali sono le certezze da cui ripartire per il prossimo anno?
La rosa ha dimostrato di saper fare un ottimo campionato. Ripartiamo da questo e poi cerchiamo di fare meglio. Abbiamo fatto un ottimo campionato lasciamo perdere le ultime 3 sconfitte. Oggi abbiamo giocato con tanti giovani e tanti giocatori che avevano giocato di meno, abbiamo fatto un buon primo tempo ma nel secondo abbiamo mollato, comunque faceva molto caldo ed eravamo stanchi.

Quanto speri nel Mondiale?
Non ci spero più, i 23 già ci sono. Sono una riserva, mi godrò le mie vacanze e guaderò il Belgio dalla TV.

RICCI A ROMA CHANNEL

A Bergamo giocasti benissimo. Oggi che sensazioni hai?
Ero entrato in corsa, da titolare è tutta un’altra cosa. Sono rimasto concentrato, ora sono contento ma ho rammarico per il risultato finale.

Meritavamo di più?
Nel primo tempo molte occasioni, meno nel secondo. Abbiamo rammarico perchè potevamo finire meglio.

Ora pensi alla final eight.
Sì, speriamo di vincere perchè per me sarebbe il coronamento di una grande stagione.

Cosa pensi per la prossima stagione? Preferisci rimanere e giocarti le chance o andare in prestito?
Vedremo a fine anno, poi accetterò le scelte dei dirigenti.

JEDVAJ A ROM A CHANNEL

Complimenti. Cosa ne pensi del match?
Non possiamo essere felici, perchè abbiamo perso. Sono felice della mia partita, potevamo vincere.

Che ruolo preferisci?
Terzino destro, ma ho confidenza con il ruolo di difensore centrale.

Cosa pensi del futuro, quali sono le tue ambizioni?
Ora penso solo a questa stagione che è finita. Il mio futuro è a Roma, spero di fare bene in futuro.

Come va con l’italiano?
Bene, lo so parlare ma non ho ancora confidenza.

(da romanews.eu)