sabato, Giugno 06, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO FOTO INTERVISTE TABELLINO

ZEMAN A ROMA CHANNEL

Una bella vittoria, con un po’ di sofferenza ma meritata
Le vittorie ci vogliono sempre. Siamo contenti di aver fatto risultato con una squadra importante cela siamo complicati per non aver sfruttato palle facili, la Fiorentina mette in difficoltà tutti

Il 3-4-3, una soluzione per il futuro? Più per necessità o per le caratteristiche della Fiorentina?
Può essere ma non mi piace dirlo, vorrei tornare con il nostro modulo e giocare al 4. Oggi c’era emergenza e abbiamo giocato cosi per sfruttare le caratteristiche dei giocatori. Senza attaccanti, e Florenzi ha giocato più alto

Destro, si è mosso tantissimo. Non va premiato solo per il gol
Era la cosa più facile che ha fatto oggi. Ha costruito molte occasioni. E’ importante ch il ragazzo c’è, anche se alla fine non era lucido ha voglia e lo ha dimostrato

Squadra con grande umiltà, l’ha sentita più vicina
Oggi c’era da soffrire, merito della Fiorentina che chi a costretto a soffrire. Tutti hanno dato il massimo. Non credo lo abbiano fatto per l’allenatore, ma per i tifosi e per la società. Spero continuino così, ma vorrei che si soffrisse di meno

Dodò?
Purtroppo è rimasto in campo poco. Ha qualità, ma se non si allena con continuità sara difficile che giochi 90’. Ma ha buona volontà, spero si metta a disposizione completamente

In ottica Roma-Inter, cosa significa questo risultato?
Abbiamo dato tanto e dobbiamo recuperare. Anche l’Inter ha giocato 120’, ma ha giocato prima. Siamo l’unica squadra che ha vinto fuori casa nei quarti, speriamo serva per affrontare l’Inter con la stessa concentrazione e la voglia di fare risultato

ZEMAN A RAI SPORT

Un commento
Non eravamo tutti, però eravamo decisi di giocarci la partita. Abbiamo subito ma i ragazzi si sono sacrificati tanto e siamo riusciti a vincere

Destro
E’ un ragazzo importante, ha avuto anche altre occasioni, speriamo che si sblocchi e ne faccia di più

DE ROSSI A ROMA CHANNEL

Grande partita, una vittoria di cuore
Si, avevamo bisogno di una vittoria come questa. Impegno, sacrificio, anche a discapito del gioco in alcuni momenti. Una vittoria che da morale, fa gruppo e ci avvicina all’Europa

Il modulo d’emergenza
Mi è piaciuto, ma dobbiamo interpretare quello che ci chiede. Non lo proporrà mai più, ma per l’emergenza siamo stati bravi a interpretarlo. E’ stato un esperimento riuscito, abbiamo concesso qualcosa ma abbiamo fatto una buona partita

Prestazione importante, forse la Roma meritava di chiudere prima la partita
La squadra ha dato dimostrazione di professionalità adattandosi e impegnandosi, giocando contro una squadra che ha giocato fino alla morte. Non sembrava fosse la prima volta che giocavamo con un modulo mai provato

Non hai mai parlato negli ultimi mesi. Come hai vissuto questo momento?
In maniera serena. Si è parlato troppo, da destra e da sinistra, e si alimentato un tormentone non necessario. Al di la delle mie prestazioni, sono orgoglio della mia reazione. Ho sempre messo il bene della Roma davanti a tutto. Ringrazio i compagni che mi sono stati vicini nei momenti in cui non ho giocato. La professionalità non è mai mancata in questi sei mesi, come in 12 anni di Roma

Destro
E’ un talento che la Roma non si deve far scappare. E’ un ragazzo giovane, ha avuto difficoltà iniziali e si è mangiato qualche gol. Ma stasera ha fatto reparto da solo. La sua tifoseria non deve farselo scappare e buttarsi sui gossip. Può fare di più, ma arriverà l momento in cui diventerà devastante

DE ROSSI IN MIXED ZONE

Sulla partita
Abbiamo vinto in un campo difficilissimo contro una squadra che io stimo tanto: sapete benissimo qual è la mia opinione sul gioco e l’allenatore. E’ stato difficile, abbiamo tenuto forse un poco di più di quello che si è visto in campo. Loro hanno giocato bene e hanno preso dei pali, ma le squadre forti si vedono anche quando vincono così. Tante squadre che ci precedono in classifica hanno vinto tante partite così. Il calcio in Italia è anche questo.

Che momento è per te dal punto di vista tecnico ma anche sentimentale?
Il “sentimentalismo” e il professionismo vanno di pari passo, i miei sentimenti sono legati alla mia professione. Gioco con questa maglia con tutta la passione possibile, è ovvio che quando non scendo in campo il dispiacere sia doppio come è doppio il dispiacere di essere al centro di un ciclone di polemiche. Nonostante una stragrande maggioranza possa nutrire sempre grande stima e attaccamento verso di me, un po’ dispiace vedere che uno spicchio di tifoseria è un po’ cattivo, ha un po’ di astio e magari è stanco di vedermi dopo 11 anni (cosa magari anche fisiologica). Così come dispiace non giocare, ma posso continuare a fare solo quello che ho fatto finora: quando vai in campo a volte giochi male, ma non lo fai apposta, e alle volte giochi bene. L’importante è allenarsi bene, stare zitti, parlare poco, lasciare che parlino gli altri e fare il professionista.

Oggi hai fatto una grande partita
La cosa più bella della partita è stata la coesione tra tutti noi, non sto a guardare se la mia prova è stata buona, ottima o altro. Credo che tutti quanti abbiamo dato il massimo che possiamo dare su un campo difficilissimo

Considerata l’emergenza, cosa avete pensato quando Zeman vi ha detto che avreste giocato col 3-4-3 per la prima volta nella sua storia?
E’ stata una sorpresa anche per noi, non è uno avvezzo ai cambi tattici, non l’ha mai fatto in 30 anni. Ma credo che ci siamo trovati bene. Non abbiamo pensato a niente, ne abbiamo parlato un pochino. Invece di comunicarcelo un’ora prima, ce l’ha comunicata un paio d’ore prima per darci la possibilità di parlarne con lui e tra di noi.

Adesso sarà triplo confronto con l’Inter
E’ sempre una partita importante, avversario di tante battaglie, di tanti campionati. Lo incontriamo tre volte in due settimane: la prossima in Coppa italia è squalificato Pjanic, quindi penso che non giocherò. Però a parte questo spero di rientrare il prima possibile e di farmi trovare in forma perchè una partita così si farà sentire sulle gambe.

(da laroma24.it)