domenica, dicembre 15, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi la presentazione del match Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
PRESENTAZIONE PAGELLONE COMMENTO INTERVISTE TABELLINO

Champions League 2010-2011
Gruppo E – Quinto turno – Partita di ritorno
AS ROMA – FC Bayern München (Germania)

Martedi’ 23 novembre 2010 – ore 20.45
Stadio Olimpico
Arbitra il sig. Alberto Undiano Mallenco della federazione spagnola
Diffidati: Cassetti (Roma) e Pranjic (Bayern)
Squalificato: Schweinsteiger (Bayern)

Continuita’. E’ facile indicare il momento massimo di sconforto tra le file dei sostenitori della Roma: la sconfitta col Basilea e quella di Napoli (Brescia non fa testo, tutto troppo assurdo), il pareggio di Parma come esempio d’incapacita’ ultima a portare a casa tre punti in condizioni difficili. E poi la sofferenza, tanta, troppa, anche a risultato praticamente acquisito. La mancanza di un cambio di passo durante la gara, i gol belli ma estemporanei di Borriello, i tanti infortuni.
Ma la Roma-diesel ha ritrovato il passo, ha raddrizzato la situazione in Champions e ripreso a macinare in Italia. E a proposito di quest’ultima, Greco e’ la dimostrazione che si e’ persa una generazione di giocatori. Mandare in prestito i giovani in seconda e terza serie e’ inutile. Non e’ vera valorizzazione. Il campionato primavera anacronistico, e’ da seguire l’esempio spagnolo; Atletico Romano o meno, le grandi squadre dovrebbero poter iscrivere le riserve fino in B. La Roma avrebbe potuto valorizzare meglio Ménez e Rosi (classe 87), Burdisso (88) e Okaka (89), tutti piu’ giovani di Greco.

Bayern 12 a punteggio pieno e qualificato, Roma 6, Cluj e Basilea 3. Sarebbe bello qualificarsi gia’ stasera, ma e’ difficile. Bisognerebbe vincere e sperare in un pareggio tra Cluj e Basilea. Ce la giocheremo probabilmente in Romania. Nel frattempo sarebbe ora di far male ai vice-campioni d’Europa che ci hanno sconfitto in tutti e tre i precedenti. Altalenante il cammino coi tedeschi da quel primo ottobre 1980 quando lo Jena avvelenato, nel vero senso della parola, ci elimino’ dalla coppa delle coppe.

La Roma punta alla quarta qualificazione agli ottavi in cinque stagioni e alla vittoria numero cento in competizioni Uefa. In casa ha un record positivo contro le squadre tedesche: sei vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Il Bayern in Italia ne ha vinte quattro, pareggiate due e perse otto. Per Van Gaal l’Olimpico di Roma significa anche una finale di Champions League persa ai rigori (Juventus-Ajax 1996).

Sabato scorso il Bayern ha pareggiato a Leverkusen 1-1, gol di Gomez, schierando la seguente formazione: Butt; Lahm, Breno, Van Buyten, Pranjic; Tymoshchuk (Ribéry), Ottl, Müller ; Schweinsteiger, Kroos, Gomez. Quest’ultimo, un autentico paracarro acquistato per prendere il posto di Toni per poi finire riserva di Müller, ha il piede caldo. 12 reti nelle ultime 9 partite senza sconfitte dei bavaresi. Due triplette. Ma la classifica piange : il Bayern e’ settimo, a 14 punti dal Borussia Dortmund capolista.

Dall’infermeria si alzano molte voci : Demichelis lamenta problemi alla coscia, Ribéry rientra da un problema ai legamenti della caviglia, Van Bommel problemi al ginocchio, Breno appena ri-arruolato dopo la rottura del crociato, Olic operato al ginocchio, Badstuber, Contento, Alaba, Klose, Robben e Sattelmaier fuori per infortuni vari. Una strage. Dei cinque che concorrono per il Pallone d’oro giocheranno solo Lahm e Müller. Tymoshchuk ha invece appena festeggiato 100 presenze con la nazionale ucraina. Anche van Gaal e’ nominato come allenatore dell’anno.

Stasera si spegne la 60a candelina in competizioni Uefa per De Rossi e la 65a di Mexès; Butt fara’ 90 e Tymoshchuk 95.

Arbitra il sig. Alberto Undiano Mallenco, classe ’73, 13 presenze in Champions e 49 UEFA. Nato a Pamplona, ha raggiunto le 100 presenze nella Liga all’eta’ di 32 anni. Internazionale dal 2004, ha arbitrato tre partite agli ultimi Mondiali nonostante la Spagna abbia raggiunto la finale. Ha arbitrato sia il Bayern (3 volte con tre risultati diversi) che la Roma (Bordeaux-Roma 1-3 in Champions e Roma-Strasburgo 1-1 nel 2005 in Uefa).

Il club tedesco, che conta 22 titoli, 15 coppe tedesche, una supercoppa europea, una coppa coppe, una Uefa e 4 coppe Campioni/Champions a cui vanno aggiunte quattro finali perse, ha al suo attivo il record di un 5-0 in trasferta (contro lo Sporting Clube) come vittoria piu’ larga, ma anche un 4-0 a Barcelona (in Champions) e un 6-2 a Copenhagen in Uefa come le piu’ disastrose sconfitte.

Ricordiamo l’indirizzo del sito ufficiale: http://www.fcbayern.t-com.de/en/news/start/index.php.