giovedì, dicembre 12, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Guarda il tabellino Leggi le interviste dei protagonisti Leggi il nostro commento alla partita Guarda le foto della partita
TABELLINO INTERVISTE COMMENTO FOTO

GARCIA A MEDIASET

C’è un po’ di delusione?
Sì, ma abbiamo fatto una partita seria, abbiamo trovato la partita che ci aspettavamo, un Verona che ha difeso molto bene e ha giocato anche con personalità, noi abbiamo avuto l’atteggiamento giusto, abbiamo avuto le più belle occasione alla fine, dopo il pareggio abbiamo cercato in ogni modo la vittoria, ci sono tante cose positive ma anche tanto da lavorare.

Manca qualcosa sul mercato?
Manca di lavorare su alcuni punti, aspettiamo un difensore e un terzino sinistro, ma Torosidis ha fatto bene stasera. Era possibile vincere oggi anche con questa squadra non al 100%, sarà difficile per tutti vincere qua, un punto in trasferta non è mai una catastrofe. Ora dobbiamo concentrarci sulla prossima in casa.

Siete stati forse troppo lenti a far girare la palla?
Non hanno fatto tanto pressing alto se non nelle rimesse dal fondo, ma su un campo così, non è un alibi, è difficile giocare di prima e dare velocità sul possesso palla, abbiamo trovato più soluzioni nel finale e c’era la possibilità di prendere i tre punti.

E’ fiducioso sull’arrivo di Digne o il terzino arriverà dalla Germania?
Stiamo valutando 3 o 4 possibilità, perché sappiamo che sul mercato ci sono tanti parametri, la cosa che mi auguro è di avere il tempo di lavorare questa settimana con Gyomber, abbiamo bisogno di soluzioni in panchina in caso di problemi in difesa, recupereremo Maicon, ma Florenzi ha fatto una grandissima partita.

Siete ancora indietro?
La prima partita di stagione è difficile, ci sono squadre più pronte di altre, la cosa che mi è piaciuta molto è stato l’atteggiamento collettivo, perché non basta avere solo grandi individualità, ma anche spirito collettivo e oggi lo abbiamo avuto.

Perché Romagnoli non è rientrato nel progetto?
Io parlo solo dei giocatori che sono miei, degli altri non serve a niente parlarne adesso.

Con l’ingresso di Keita per De Rossi nel secondo tempo la manovra si è sviluppata meglio anche sugli esterni. Nel primo Gervinho e Salah hanno fatto molta confusione.
Daniele ha fatto una buona partita, ha giocato poco le amichevoli per un problema alla caviglia, per quello l’ho tolto, sapevo che non aveva i 90 minuti. All’intervallo ho chiesto di avere più larghezza sul campo, l’entrata di Iago ci ha permesso anche di avere un giocatore che portasse cross per Dzeko. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio nell’allargarci e portare più pericoli.

Cosa si aspetta nel terzo anno dalla sua Roma?
Non manchiamo di ambizioni, l’obiettivo è fare del nostro meglio, qualifichiamoci in Champions perché non sarà facile, ma ora non è un argomento di attualità, dobbiamo pensare a vincere la prossima in casa.

GARCIA A SKY SPORT

Le caratteristiche di Dzeko sono compatibili con il resto della squadra?
Ovviamente Edin ha fatto un ottimo primo tempo, poi ha avuto un’occasione di testa verso la fine della partita. La cosa che ci è mancata nel primo tempo è stata un pareggio a ritmo alto, visto che non abbiamo avuto molta velocità. Nel secondo tempo dovevamo allargare la loro difesa, poi abbiamo corretto con Iago Falque, allargando la difesa avversaria. L’atteggiamento c’è, l’atteggiamento collettivo c’è. Abbiamo fatto una partita seria, non è bastato per prendere 3, punti ma stiamo sulla strada giusta.

Molte squadre giocheranno come il Verona, sarà stimolante per lei indovinare il gioco delle coppie. Salah è troppo individualista?
Questa sera potevamo fare meglio in attacco con più efficacia. Forse abbiamo fatto troppi tocchi, ma questo campo ti obbliga quasi sempre a fare un controllo, giocare di prima qui è complicato. Inoltre non dimentichiamo che Edin è arrivato da poco e ha fatto solo una amichevole con noi. Anche Salah è arrivato da poco. Sono convinto che faranno grandi cose.

Queste squadre vanno aggirate. Oggi avevate un esterno con il piede ‘sbagliato’. E’ preoccupato che manchi un terzino mancino?
No, non sono preoccupato, abbiamo ancora giorni per prenderlo. Sono soluzioni che valutiamo con la società. Sarebbe interessante lavorare con questo nuovo acquisto abbastanza presto nella settimana. Torosidis ci soddisfa, l’abbiamo visto anche questa sera, a parte nell’occasione del loro gol, quando si è trovato con il suo avversario diretto che ha fatto 30 metri, facendo cose un po’ brutte. L’unico punto di negativo dell’incontro è stata quella.

Non può chiamare i suoi amici del PSG per liberare Digne?
Vediamo, non è l’unica soluzione, ne abbiamo 3-4, faremo in modo di prendere quella giusta per la Roma.

Impressiona la partita di Dzeko per quanto è stato cercato dai compagni. E’ strano vedere come Salah e Gervinho abbiano fatto fatica ad integrarsi con lui, come se il bosniaco avesse un pensiero superiore
Sì, l’abbiamo visto soprattutto nel primo tempo. Edin sa giocare di prima ed è una cosa che è mancato alla squadra. Nella ripresa siamo migliorati, ma lui è calato sul piano fisico. A 15 minuti dalla fine gli ho chiesto se voleva rimanere in campo e ha detto di sì. I giocatori sanno che avrò bisogno di tutti durante la stagione. E’ la prima di 38 partite, c’è il campionato e la Champions. L’atteggiamento della squadra era importante e la squadra ha risposto bene da questo punto di vista.

E’ curioso della Juventus?
Sarà curioso, perché giocheremo contro di loro e potremo avere un’idea un po’ più precisa. Hanno perso dei campioni come Pirlo, Tevez e Vidal ma hanno acquistato grandi talenti che conosciamo. Per loro come per noi ci sarà da lavorare per migliorare e tirare fuori il meglio della rosa. Sarà questo il nostro compito della settimana, avremo dei giorni per prepararci, ben otto, e questa sarà una buona cosa.

GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

E’ partito con un attacco molto offensivo. Ha finito con un contropiedista e un raccordo. Non è stato un azzardo?
Non penso, il problema del primo tempo è stato il nostro possesso un po’ troppo lento, anche dovuto al campo. Abbiamo dimostrato nel secondo tempo di allargare il gioco molto di più e trovare soluzioni nuove: è un pareggio abbastanza logico, entrambe le squadre hanno avuto occasioni e noi abbiamo fatto tutto per vincere. Rammarico per le ultime due grandi occasioni, ma è la prima di stagione e un punto in trasferta non è una catastrofe. Quando non si sa vincere, serve non perdere: l’atteggiamento della squadra è stato giusto, è stata una partita seria.

Nessuna squadra aveva fatto sette tiri in porta contro la sua Roma.
Sappiamo che gli uomini erano contati, ho dovuto inserire Gyomber in panchina anche se non aveva alcun allenamento con noi. Aspettiamo un terzino sinistro, Rudiger è in infermeria: ci serve fare al meglio con gli uomini disponibili, ma sono contento della difesa. Florenzi sta imparando bene il ruolo, ha fatto un gol come sa lui e sul piano difensivo ha lavorato bene. E’ più un fatto che gli uomini devono essere al 100% della loro condizione, penso anche a Leo Castan.

Ha pensato di inserire un trequartista alla Totti per insistere centralmente?
Abbiamo troppo poco allargato il gioco nel primo tempo. Salah e Gervinho erano sempre dentro e abbiamo faticato a trovare soluzioni. L’entrata di Iago ci ha permesso di migliorare in questo, con occasioni pericolose. Avevo detto, e si è verificato, che avere tanti attaccanti di qualità in panchina serve a cambiare atteggiamento e trovare le soluzioni per colpire e creare occasioni. Ci è mancata un po’ di efficacia sul finale.

GARCIA A ROMA TV

La Roma è andata vicinissima al raddoppio. E’ servito il gol subito per la reazione?
Forse, c’è sempre dopo un gol qualcosa che può cambiare e succedere. Siamo stati bravi a pareggiare subito e dare tutto per provare a vincere fino alla fine. Abbiamo avuto due grandi occasioni, che dovremo essere più bravi a sfruttare in futuro. L’atteggiamento è stato giusto, i singoli possono fare la differenza e hanno bisogno di più tempo per lavorare. Davanti avremo la possibilità di allenamenti importanti adesso.

Verona difensivo che ha giocato contro un 6-3-1.
Hanno fatto la stessa cosa l’anno scorso, lo avevamo visto in tv con i giocatori. Servono pochi tocchi, giocare di prima e Dzeko ha mostrato la via nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo avuto più soluzioni, Iago Falque ci ha dato equilibrio maggiore per poter attaccare.

La Roma ha tirato più di sempre in trasferta nella sua gestione.
E’ molto interessante, 24 tiri, 8 nello specchio. Così va bene, vuol dire che il portiere avversario ha fatto una grande partita: siamo vicini ma dobbiamo essere ancora più cattivi davanti la porta.

Tante cose positive. Ma la lentezza del gioco si può allenare? Verrà naturale con la condizione?
E’ la prima di stagione, ci sono tante cose positive e tante altre da migliorare. Abbiamo sofferto in alcune occasioni, non lo dimentichiamo: il salvataggio di Daniele, la doppia parata di Szczesny. Possiamo migliorare ma loro sono una squadra tosta, molto organizzata. Il secondo tempo ci ha mostrato la strada da seguire, quando i giocatori vedono le cose le capiscono molto di più e lo faremo in vista della Juventus.

La Roma non vince la prima per la prima volta da quando è lei alla guida. Cosa cambia non partire con i tre punti?
Diciamo che una partita in trasferta pareggiata non è una catastrofe. Sarebbe stato meglio vincere, adesso bisogna solo concentrarsi sulla Juventus: dobbiamo avvicinarci velocemente al 100% e spero di avere una rosa completa per preparare questa gara. Era la prima di 38 gare in campionato, che sarà lungo: ma mi piace l’atteggiamento collettivo della squadra, che abbiamo avuto stasera.

SZCZESNY A ROMA TV

Che ne pensi della prestazione tua e della squadra?
Non credo che abbiamo giocato la nostra migliore partita, siamo un po’ delusi del risultato. Quest’anno puntiamo allo scudetto e, se vogliamo farlo, queste gare vanno vinte: c’è molto margine di miglioramento.

La squadra meglio nel secondo tempo dopo il gol incassato.
Dovevamo segnare, ci siamo buttati in avanti creando molte occasioni. Purtroppo non è arrivato il raddoppio, ma queste gare vanno vinte e queste occasioni vanno sfruttate.

Buona gara del Verona.
Abbiamo creato più occasioni noi, saremmo stati più felici con una vittoria. Meriti anche al Verona per la prestazione difensiva.

Il tuo rapporto con i nuovi compagni di reparto?
L’intesa va migliorando. Oggi a livello difensivo abbiamo fatto una buona partita, sono sicuro che con le vittorie andrà tutto meglio.

SZCZESNY A SKY SPORT

Hai fatto degli interventi importanti. La Roma è soddisfatta del risultato?
Non possiamo essere contenti, siamo qui per vincere le partite, nonostante tutto sono contento del mio esordio e giocherò sempre al massimo delle mie possibilità.

Cosa manca alla Roma?
E’ difficile perché siamo all’inizio della stagione, è ancora prematuro. Abbiamo comprato dei giocatori che ci aiuteranno a lungo termine. Bisogna ancora affinare l’intesa.

Come ha visto la prestazione di Dzeko? Bisogna affinare la velocità come ha detto Garcia?
Sì, è vero, forse la manovra è stata un po’ lenta, ma loro sono stati difensivi ed era difficile perforare il loro muro difensivo. Dzeko? Preferisco non commentare le prestazioni dei singoli, ma parlare della squadra. La prestazione non è stata sufficientemente buona per vincere la partita, anche perché non abbiamo sfruttato tutte le occasioni che abbiamo avuto.

FLORENZI A MEDIASET

Possiamo parlare di partenza frenata?

Un piccolo intoppo, la prima è sempre importante, ma è importante anche non aver perso in un campo difficile. Siamo partiti con un piede un po’ sbagliato, ma la Roma farà il suo cammino.Tra poco vedrete la vera Roma, eravamo un po’ imballati e anche loro, ma con un po’ di cinismo in più avremmo potuto far nostra la partita.

Si è visto un buon Dzeko, c’è già Roma-Juve ora
Lo scontro diretto non esiste, esiste la nostra partita, dobbiamo fare il nostro cammino senza pensare con chi sia la partita, se con la Juve o con il Vitinia, bisogna cercare di mettere tutto in campo come abbiamo fatto oggi. Non sarà la partita scudetto perché è la seconda giornata.

Vi sentite più forti dello scorso anno?
Siamo riusciti a tenere tutti i componenti forti e, in più, abbiamo preso altri buoni giocatori, abbiamo tanti attaccanti di qualità e ognuno dovrà farsi trovare pronto, me incluso.

FLORENZI A SKY SPORT

Una partita faticosa, un giudizio?
Un giudizio che con un po’ più di cattiveria e cinismo avremmo portato la partita in porto. Abbiamo dato tutto però, perché siamo usciti in fatica e abbiamo sudato la maglia. Conta il risultato, ma anche quando hai dato. Potremo dire la nostra in campionato continuando così.

In cosa si può migliorare?
La brillantezza verrà, abbiamo fatto un grande carico quest’estate. Con la brillantezza e la qualità a centrocampo riusciremo a scardinare le difese. Quando si è in 6 dietro è difficile, loro hanno cercato di contrastare la squadra più forte e ce l’hanno fatta. Potevamo portare la partita dalla nostra, ma non ce l’abbiamo fatta.

Com’è la compatibilità del gruppo con Dzeko?
E’ un grande top player come Francesco. Sono diversi, ma due grandi campioni. Ci adattiamo a un gioco diverso che può mettere in difficoltà la squadra avversaria.

FLORENZI A ROMA TV

Complimenti per l’adattamento al ruolo. E il gol non manca…
Il gol è venuto dopo che abbiamo provato ad allargare il gioco e provato il tiro da fuori. Con un po’ di cinismo potevamo trovare il secondo. Abbiamo fatto una buona gara e dato tutto, questo è l’importante.

Risultato buono, prestazione discreta. Sentite le esigenze della piazza?
Reazione importante, da grande squadra. Non abbiamo mollato e fatto pressing alto per cercare di andare a prendere la vittoria. Dobbiamo renderci conto che siamo una grande squadra che lotta per qualcosa di importante: e dobbiamo cercare di migliorare quello fatto nelle passate stagioni.

Tante occasioni create, ma un po’ di lentezza di manovra. Ci si può allenare a riguardo?
Ci sono vari aspetti. Noi possiamo fare sicuramente meglio, loro si erano messi a 6 dietro e giocando la palla più velocemente potevamo infilarli. Non era facile, anche il campo non era al meglio.

Come puoi migliorare nel ruolo di terzino?
Stiamo lavorando tanto nella fase difensiva che, con l’esperienza, diventa sempre più facile, spero almeno. Mi ci sto mettendo con tutto me stesso, mi piace tantissimo e voglio sempre migliorare su questo punto anche perché ho tutta la squadra che mi supporta.

Un bene che arrivi subito la Juventus?
Non lo so, vedremo domenica. Sarà una bella partita, difficile ma che vogliamo portare a casa. Sappiamo che possiamo farlo e abbiamo le qualità per poter battere la Juve.

(da laroma24.it)