lunedì, luglio 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


 IL  MAESTRO  GINNETTI

E’ stato uno dei Maestri  Storici del Quartiere ; praticamente ha insegnato a leggere e scrivere a diverse generazioni cioè a quasi tutti noi.
Ancora vivo e lucidissimo , l’ ho incontrato , e riconosciuto, mentre passeggiava nel “Parco degli Acquedotti” dove mi ha raccontato diversi episodi ma soprattutto  che fu Lui a promuovere un corso serale per adulti: l’ analfabetismo era allora una vera piaga sociale a Cecafumo . Dopo mesi di sacrifici e applicazione strappati al duro lavoro quotidiano , la Classe era in grado di leggere e scrivere finalmente ; e allora la prima cosa che fece Giuseppe P.  fu quella di andare in giro per il Quartiere a leggere alcune scritte sui muri . Davanti alla prima Giuseppe si concentrò e , scandendo lentamente , lesse ad alta voce : “ st…ro….n…zo  chi   le…gge “ ………..Ritornò di corsa dal maestro Ginnetti per disimparare a leggere ma ormai il “guaio” era fatto e anche Lui era un “infelice” come tutti gli altri. 

 

GERARDO

Con l’immancabile sigaretta tra le labbra , faceva il bidello alla Salvo D’Acquisto , sembrava burbero e non riusciva a parlare bene ma aveva un cuore “grande così”. La sua passione , quasi morbosa , era la Roma !! Collezionava  TUTTI gli articoli delle partite ufficiali , e non , dei Giallorossi che ritagliava  dai quotidiani e incollava sui quadernoni (ah poterli ritrovare) ; ovviamente elencare ,  le formazioni della Roma dagli anni 50 in poi era per Lui facilissimo…….è vero che Cudicini diventava Cuicini  e  Da Costa  Aotta , ma tutti capivano lo stesso . Una volta alcuni “ragazzacci” lo invitarono in una partita di calcio , gli passarono il pallone e si fecero driblare apposta fino a che Gerardo non segnò . Allora gli furoro tutti e ventuno addosso sommergendolo . Lui si rialzò impolverato fino ai capelli , indolenzito e sanguinante ma felice per “l’ impresa” fatta” che raccontò per giorni e giorni con “i ragazzacci” sotto sotto felici per averlo fatto finalmente contento .

 

ANCORA  ANEDDOTI  (moderni però)

 

AVVENTURE  DI  CITTA’

Oggi a Roma il tempo è incerto e allora per andare da Walter  (devo ritirare un telefonino in riparazione ) dovrò andare in macchina che è parcheggiata sotto casa . In un attimo sono là ma l’auto è “chiusa” da un’ altra macchina in doppia fila . Non vado particolarmente di fretta e poi ODIO chi si mette a strimpellare il clacson e allora non mi resta altro da fare che farmi un giro dei negozi in via Selinunte per chiedere al proprietario della Panda di spostarla . Al bar niente , in pasticceria niente , finalmente dal parrucchiere……..”è di qualcuno la panda in doppia fila qua fuori ??” , una voce da sotto il casco : “è la mia , mi scusi “ , e io “ le dispiacerebbe spostarla ??” , sempre da sotto il casco : “ e che me fa usci’ co’ i capelli bagnati ??”…………”certo che no”….ovviamente sono andato in metro……..

  INCIDENTE  SOTTO  CASA    (mia)

Festa di compleanno ieri a casa del mio vicino,c’erano un sacco di giovani e tanta allegria (meno male). Verso l’una di notte la comitiva comincia a sciogliersi e i primi due ragazzi vanno via , :” ciao,ciao….bella….se vedemo” . Escono dal portone e entrano nelle loro macchine parcheggiate “a spina di pesce” una da un lato e una dall’altro lato della mia via . Mettono in moto contemporaneamente…….fanno marcia indietro e…..SI  SCONTRANO !!! Intuisco il loro “attimo di panico” ,li vedo uscire dalle macchine , guardare il danno fatto e, nel silenzio della notte, quasi subito dire :”sssssssss nun dimo un cazzo a nessuno……se no ce prendono in giro pe’ tutta la vita “ Senza accorgersi che il resto della comitiva ,al balcone,rischia di cadere sotto per la “comica” appena vista….cose che succedono

 Capitano  Tutte a  me

Ieri sera ,tornando a casa , sul mio pianerottolo  c’era una ragazza inglese con un’enorme valigia che , mi dice , aspettava il mio dirimpettaio . “Ma è fuori Roma”  faccio io , “lo sto chiamando” la sua risposta . Passano un paio di ore e Lei è sempre sul pianerottolo . Inizio ad insospettirmi (erano le 23) e invito la ragazza  ad aspettare fuori , anche perché alcuni amici del mio dirimpettaio mi confermano che lui si trova addirittura all’estero ; nulla da fare non si muove dal pianerottolo. “Guarda che chiamo la Polizia” minaccio , niente da fare rimane lì. Faccio il 113 e dopo pochi minuti arrivano due poliziotti che prima con le buone poi prendendola di peso portano la ragazza fuori dal nostro portone con lei che urlava “policeman stupid” e loro “a Brucche falla finita se no te dovemo porta dentro , hai capito Brucche ??”; “i will do i sand away (vi farò cacciare)” continua lei e loro “a Brucche la voi fa finita che qui la gente deve dormi’ ??, basta Brucche”…. Scena e dialogo finale : “Policeman , take me to the Hilton” …………

“e che so’ un tassì ?? a Brucche”  risposta…….e Brucche se ne è andata verso la metro ponendo fine allo spettacolo…… con il mio dirimpettaio che  ERA IN CASA (lo abbiamo saputo dopo) ed eroicamente non si è fatto nè sentire nè vedere ma che così facendo mi ha regalato 3ore di vero divertimento . Ma chi è poi ‘sta Brucche , quella di Beautiful ??

CHE   GIORNATACCIA   !!!

Stamattina ero in macchina per andare al supermercato  “assorto per i fatti miei” (leggi distratto) ma un “tristo rumore”  mi riporta bruscamente alla realtà : “dannazione ho bucato !!” . Accosto ….è proprio così : forato !! . Cric….    inizio ad allentare i bulloni della ruota posteriore lato passeggero ; altra “botta” di cric , gomma tolta . Prendo il rotino di scorta e……..”aridannazione ….è più sgonfio della ruota bucata “ ……..imprecare alle volte è un DOVERE ma poi penso che ero io a dover controllare e……poi  il gommista o il distributore non sono proprio lontanissimi…… ma nemmeno vicini e allora decido di telefonare a Antonio che abita veramente a due passi : “dieci minuti e arrivo……il tempo di mettermi le scarpe e scendere” .Sempre gentilissimo penso e mi siedo “leggero”sul bordo del sedile della macchina ad apettarlo ascoltando la radio……………intanto………..

Mentre procedeva in senso inverso , un ragazzetto con la bici , nel tentativo di “impennare”, cade e ,trascinato dalla velocità” , si fa tutta la strada a terra fino a fermarsi a due millimetri dalla mia macchina…. sempre a cavallo della sua “mountain”. Scendo per prestare soccorso ma subito dopo arriva altra  gente che inviperita inizia a urlare nei miei confronti :”disgraziato …. prima lo ha investito e adesso vuole anche scappare !!”  Faccio per replicare ma continuano : “chiamate i Vigili , così gli “appioppano” pure ‘na bella multa….me sa che è ubriaco…. ‘sto vecchio rincoglionito……a’  ‘na certa età  glie dovrebbero leva’ la patente…..poro fio de mamma…….aspetta che chiamamo l’ambulanza…..sto disgraziato”   A questo punto sbotto è urlo “ mi dite come avrei fatto ad investirlo se sto con il cric messo al posto della ruota ??”……..  Intanto il ragazzo , fortunatamente incolume , è sparito con tutta la bici , mentre la gente osserva la mia macchina , il cric e continua : “stavolta ti è andata bene……bell’affare abbiamo fatto con Monti….e la Fornero ?? So’ tutti uguali…magneno e basta “…….è l’ovvia conclusione mentre si diradano ; nel frattempo arriva  Antonio al quale racconto quello che è successo pochi secondi prima……..e…….”ma  vattene…….mentre m’aspettavi te sei addormito e te sei sognato tutto !!”………. e certo ….NON    E’  PROPRIO  LA  MIA  GIORNATA  !!

 

Aneddoti  di  calcio    1

In oltre 50anni di calcio è ovvio che mi siano capitati tanti episodi curiosi e che penso valga la pena raccontarli , se non altro per strapparvi una risatina…….e sarebbe tanto con i tempi che corrono .

1)     Sandro  Di Julio urla : “ chi lo pija er 13 ??”  ,  dagli spalti : “chi deve anna’  a  Largo  Preneste !!”

2)    Er Messicano (noto allenatore romano di cui ignoro il vero nome) prende due palloni , uno nella mano destra e l’altro nella sinistra e…….” Desideriiii (un suo calciatore) , Desideriiii ….a Deside’….c’ hai presente  ‘sti du’  palloni ?? Beh  m’  hai  fatto  du’  cojoni  cosi !!”

3)    Giacio : “ Stateje addomo all’osso !!”    (state addosso all’uomo)

4)    Campo Sportivo Certosa (il primo….tanti anni fa) , Torneo delle Telecomunicazioni , a secondo tempo iniziato , fa il suo ingresso in campo tale Balassoni , corpulento e gigantesco giocatore (sic.) , e dopo alcuni minuti piomba in campo una CAMERA  D’  ARIA  di un  camion……attimo di silenzio e dagli spalti : “ a Balasso’……te sei perso l’elastico delle  mutanne !!”

In tutti questi episodi l’ arbitro , per il ridere , NON riusciva a fischiare , si sentiva solo un flebile ed incomprensibile rumore .

 

ANEDDOTI  DI  SPORT

io Militare Vigile del Fuoco , durante i salti d’addestramento sul telo tondo il maresciallo esclama :” Imparate , manica di senza palle,guardate “questo nuovo” come salta !!”  Era Giorgio Cagnotto…….ovviamente TUTTI  lo sapevamo tranne il Maresciallo .

Sempre con i Vigili del Fuoco……“chi riesce a dare un pugno a “questo” vince una cena”  ; “questo”  era Nino Benvenuti e nessuno ci riuscì  mai ……

Il signor Menichelli , papà di Franco (il più grande ginnasta italiano di sempre) e di Gianpaolo (calciatore di Juventus e Roma), mi portò in una stanzetta piena zeppa di coppe e trofei e disse : “tutto questo è del ginnasta……tutto il resto,indicando la stupenda casa , i mobili  ecc. ecc., è del calciatore !!”

Ancora Vigili……..”guardate tutti che capriole fa “quello !!” …era Giuliano Gemma……”ecco ‘ndo’  l’avevo visto” concluse il maresciallo quando  glielo dicemmo

Giacio a Sanca che era arrivato con una bella moto :” a Pa’ metteme in moto ‘sta mano !!” …e Pa’ non si fece pregare……

Sempre Giacio a Ivano (portiere) che cercava di recuperare il pallone , sfuggiotogli  , sempre da terra :”ammazzete come sei forte Iva’, te ce arrampichi sulla palla !

F   I    N    E       della prima parte ???

Se mi riviene voglia di scrivere