martedì, ottobre 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi la presentazione del match Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
PRESENTAZIONE PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

da romanews.eu

LE INTERVISTE DEL POST-PARTITA
Borriello a Sky
Gli svizzeri entrvano con troppa facilità nella vostra area
“Si, diciamo che è stata una “giornata no”. Peccato, ci giocavamo molto questa sera, nel nostro stadio. Purtroppo è arrivata questa sconfitta pesantissima che speriamo che non ci costi poi caro nel proseguo del girone”
Questa squadra ha la forza di reagire?
“Penso propio di si. Siamo uomini. Lo abbiamo dimostrato domenica di saper reagire dopo le difficoltà. Questo è stato un piccolo inconveniente, speriamo di reagire già da domenica a Parma”
RIISE a MEDIASET PREMIUM
Intervista lampo per Riise che andà all’antidoping. Non è ancora la vera Roma, non è questo il gioco che volete esprimere, vero?
“Certo, noi adesso giochiamo male, malissimo oggi nel primo tempo, anch´io ho giocato male e dobbiamo lavorare”
Sei un po’ sottotono come tutta la difesa che non gira
Anch´io non posso fare tutte le partite sempre al 100% . Dobbiamo allenarci bene come detto prima”

Siete demoralizzati?
“No, io sono sempre contento di lavorare”

RANIERI A SKY
La sua analisi della partita? Vi sentite la responsabilità di questa brutta pagina europea della Roma addosso?
Abbiamo perso e la responsabilità è di chi ha perso. Il gol che abbimo subito alla fine del primo tempo non ci voleva. La squadra poi ha prodotto molto, ma è un periodo che non va nel verso giusto. Per cui dobbiamo continuare a lottare, ad allenarci con più determinazione perchè nel primo tempo l’approccio non è stato come quello con il Genoa. Nel primo tempo il Basilea ha fatto un ottimo possesso di palla e due volte che ha tirato in porta ha fatto gol. . Noi a quel punto abbiamo provato a pressarli più alti. Abbiamo creato tre occasioni per far gol, ma non è andata”

Questa sera la squadra faceva fatica a marcare il giocatore che faceva da rimorchio all’attaccante. Come se lo spiega?
Eravamo troppo lunghi e poco aggressivi. Ciò che avevamo fatto bene con il Genoa oggi non è successo
Il 4-4-2 a parte l'”uno due” tra Totti e Borriello, sembra non avere grandi alternative per quanto riguarda le soluzioni offensive. Non è troppo scolastico?
Stiamo facendo buone cose. E se è vero che abbiamo creato tanto, scolastico o no riusciamo a fare l’università
La squadra non sembra compatta
In questo momento mi sembra che quella di questa sera sia un’altra squadra rispetto a quella vista con il Genoa. Per cui bisogna capire quale sia la Roma vera, se quella vista con il Genoa o quella di stasera. Tutto quello che diciamo è giusto ed è vero, ma bisogna capire perchè abbiamo avuto questo approccio poco determinato soprattutto nel primo tempo
Il fatto che c’era poca gente allo stadio è stato determinante?
No non diciamo queste cose. In una partita di Champions la determinazione deve essere sempre al massimo. Evidentemente noi non ce l’abbiamo o non riusciamo a mantenrla per più partite, perchè quello che ci manca è la continuità. La continuità te la danno i risultati, ma i risultati arrivano se sei determinato ad ottnerli. Questa è la verità
Quindi mancate in determinazione?
Nel primo tempo mi sembra che non abbiamo fatto un fallo. Non abbiamo rubato una palla, nè vinto un tackle, non abbiamo cercato tutte queste cose. Eravamo lunghi, disattenti, arrivavamo sempre secondi sulla palla
Quindi mancate in determinazione?
Nel primo tempo mi sembra che non abbiamo fatto un fallo. Non abbiamo rubato una palla, nè vinto un tackle, non abbiamo cercato tutte queste cose. Eravamo lunghi, disattenti, arrivavamo sempre secondi sulla palla
19 tiri verso la porta avversaria e solo 4 nello specchio. C’è un problema davanti o è un momento che va così?
Sai tante volte l’allenatore dice “l’importante è crearle le occasioni da gol”. Soprattutto nel secondo tempo ne abbiamo create molte. Nel primo tempo gli attaccanti sono stati precipitosi a farsi trovare in fuorigioco perchè c’era la possibilità di scavlcare la difesa e sorprenderli. Per cui sono tutte quelle piccole cose che non ti girano come dovrebbero andare. Credo che il risultato più giusto questa sera sarebbe stato il 2-2. La partita l’avevamo ripresa, pur non giocando da squadra e sono io il primo a dirlo. Rispetto alla partita con il Genoa in cui eravamo stati compatti, eravamo risuciti a giocare a due tocchi e a fare quello che sappiamo fare, anche se non ancora come l’anno scorso. Ho pensato “è già un buon inizio. Riprendiamo una strada più consona a quello che sappiamo fare.” E invece siamo ricaduti nei timori, chi prendeva palla la portava, non giocavamo a due tocchi come siamo abituati a fare
E’ molto deluso dal gruppo?
No no. Siamo delusi tutti. Sono deluso dalla partita. Dobbiamo continuare ad insitere, a lottare. Come ha detto Gianluca (Vialli n.d.r): bisogna continuare, credere in quello che stiamo facendo e dimostrare che siamo convinti nel lottare e nel venirne fuori
FINK IN CONFERENZA STAMPA
Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra molto forte. Ora possiamo andare avanti nel girone e la nostra posizione è senza dubbio ottima in vista della qualificazione. Al momento del pareggio della Roma non ci siamo disuniti. E´ chiaro che abbiamo sofferto alcune volte ma dopo il secondo gol sentivo la vittoria vicina. La mia sicurezza di vincere qui? Sapevo che avevo a disposizione una buona squadra e che la Roma, nonostante la vittoria sul genoa, non stava attraversando una fase buona. Penso che un o dei problemi della Roma di oggi che molti giocatori sono rientrati da infortuni e che non hanno la miglior condizione fisica. Ora noi puntiamo al secondo posto nel girone anche se so che dobbiamo faticare molto a Monaco“.
CASSETI A ROMA CHANNEL
Non riusciamo a dare continuità ai risultati. Quando c’è quella si recupera l’entusiasmo e quindi altri risultati. Quando credi di aver fatto una buona gara e poi perdi, come lo spieghi? Stasera non abbiamo fatto una buonissima partita. L’entusiasmo viene quando dai continuità ai risultati e alle prestazione, ti riescono le giocate difficili.”
Cosa vuoi dire ai tifosi?
Siamo noi i primi delusi, immagino loro che la Roma è la loro vita. Dico di restare uniti tutti, anche noi nello spogliatoio, per uscire da questa situazione
Questa Roma ha problemi fisici?
E’ un problema di testa. Quando torneranno risultati ed entusiasmo non ci saranno più problemi fisici
Claudio Ranieri a Mediaset:
Non abbiamo ripetuto la gara fatta col Genoa dove abbiamo giocato da squadra, oggi non siamo stati compatti. Loro hanno fatto gran possesso palla e alla prima azione ci hanno fatto gol. Siamo stati più determinati nel secondo tempo pur giocando male, abbiamo creato quelle 3-4 occasioni, ma non ce l’abbiamo fatta. La difesa? E’ tutta la squadra, stasera eravamo disarticolati, molto lunghi, non eravamo squadra. Manca il cuore? No, non posso rimproverare questo, non c’è stata la tensione giusta della Champions League. L’ esultanza dopo il gol? Sì, è andato ad abbracciare Borriello, un altro Totti? non riesco a stimolarli per quello che so fare, la prestazione viene al primo posto. Sono dispiaciuto, è un inizio difficile, pensiamo sempre di venirne fuori, e invece non ci siamo riusciti, non riusciamo a spiegarci questi alti e bassi. Totti e Borriello sono una coppia straordinaria, ma Francesco non riesce a fare gol, però quando le cose vanno male bisogna insistere e non mollare.”
HUGGEL IN ZONA MISTA
Nelle precedenti partite siamo stati poco fortunati. Stasera abbiamo giocato molto bene e con grande convinzione. Abbiamo tenuto contro una Roma che nel secondo tempo a spinto molto alla ricerca del pareggio. Siamo stati bravi a resistere e a portare a casa i tre punti”

RANIERI IN CONFERENZA STAMPA
Un problema di preparazione?
Penso di no, le sono sembrati uguali i due tempi? Non stiamo giocando come l’anno scorso. No non c’entra la preparazione, siamo partiti male e poi siamo andati meglio. Siamo stati lunghi e disuniti. Abbiamo corso tanto ma male. Non siamo stati gli stessi del Genoa, loro hanno un ottimo possesso di palla lo sapevamo e lo avevamo già visto l’anno scorso. Hanno avuto tre occasioni ed hanno segnato“.
Cifre impietose, lei sta pensando di dimettersi?
Assolutamente no non mollo e mi aspetto una reazione“.
Non le preoccupano questi alti e bassi?
Ma infatti quello che ho chiesto alla squadra è stato proprio questo, sto cercando di capirlo. Io mi do delle spiegazioni che non posso dire“.
Ha parlato il presidente negli spogliatoi?
Non l’ho visto quando sono uscito“.
Qualificazione compromessa?
Ma no non è compromessa, noi volevamo vincere per fare un passo avanti. Dobbiamo andare a vincere lì da loro, è tutto aperto“.
Ci sarà una riunione a trigoria con i dirigenti?
“Non credo non lo so, ci vediamo tutti i giorni tanto”
E’ convinto che la squadra sia con lei? Oggi i tifosi hanno fischiato…
Questo è il calcio, credo che stiano con me i ragazzi. I tifosi è normale che facciano così. Credo che i ragazzi siano con me comunque sia quelli che c’erano sia quelli che non c’erano oggi. Certo ovviamente non te lo dicono se non sono con te
RANIERI A ROMA CHANNEL
Cosa sta succedendo?
Ci aspettavmo dopo il Genoa un passo in avanti, invece c’è stato un passo indietro. Non siamo stati determinati e reattivi come contro il Genoa. Il Basilea era propositivo, anche se ha fatto 3 tiri in porta. Noi abbiamo pareggiato, poi abbiamo avuto altre occasioni. Ma comunque non era la Roma di tre giorni fa, eravamo slegati, poco reattivi. Non siamo riusciti a pressarli, a portare via palla, a ripartire. Ognuno poi portava palla invece di passarla. Nel primo tempo sul finale abbiamo subito il secondo gol e lì c’è stata la svolta della gara. Nel secondo tempo li abbiamo chiusi nella loro metà campo. Abbiamo avuto 3-4 palle gol nette, siamo andati vicini al gol con Totti, Brighi, Mexes. Abbiamo creato, ma in questo momento non ce ne va bene una
Cos’è stato sbagliato nell’approccio?
E’ il cervello questo. Questa è una partita di Champiosn League, poi il Basilea ci aveva già sorpresi. Eravamo pronti a fare una grande partita e invece non l’abbiamo fatta. Io dico che quando inizia la partita ti devi mangiare l’avversario. Non centra l’entusiasmo, qui bisogna rimboccarsi le maniche per far si che arrivi entusiasmo.”
La condizione fisica della squadra?
Anche questo dipende dall’approccio. Perchè il primo tempo soft e il secondo tempo così? E’ solo questione di mente, di determinazione, di voglia di fare e di sopraffare l’avversario. Noi dobbiamo darci da fare, non dico per i tifosi, ma per noi stessi. “
I giocatori che oggi mancavano saranno pronti?
I ragazzi devono allenarsi, per quindici giorni non l’hanno fatto. Riise anche  stato un mese fermo e gioca con alti e bassi. Vucinic è una vita che non lo metto. Se non ha almeno una settimana di alenamento, come faccio a metterlo dentro?”

La qualificazione si può ancora fare?
La voglia c’è. Abbiamo perso in casa, andremo a vincere là.”

CASSETTI A SKY
Non è stata una dell nostre migliori partite. E’ anche un momento che non gira benissimo, perchè ad esempio i primi due gol loro sono stati grandissimi gol. Mentre noi per riuscire a creare grandi occasioni..o non entra, o il palo di Taddei. E’ un momento così, dobbiamo rimanere uniti e compattarci per cercare di dare continuità ai risultati. Secondo me è questo alla fine che manca. Con la continuità di risultati ti viene più facile alla fine affrontare le partite
Si sente molto anche dall’allenatore e da voi questo concetto del “dover reagire”
Non è una questione di reagire. In questo momento non gira e dobbiamo riuscire a farla girare dalla nostra parte. Non è che arriva per grazia ricevuta. Ci vorrebbe un pò più di comapattezza.
Cinque mesi fa questa squadra stava per vincere lo scudetto e nessuno sa spiegare cosa sia successo da allora
Questo è difficile dirlo anche per noi, altrimenti non saremo qui a parlare di questi piccoli problemi che ci stanno attanagliando in questo inizio di stagione
Ranieri ha detto che nel primo tempo non si è fatto un fallo ne recuperato un pallone
Siamo riusciti a preggiare con il gol di Marco e poi abbiamo provato a mettere pressione su di loro che riuscivano comunqeu a far girare bene il pallone, allargando molto il gioco. Cervamo di restare stretti e comapatti ma non ci siamo risuciti. Non voglio contraddire il mister, ma mi sembra che qualche pallone lo abbiamo recuperato. Con Taddei, Brighi e Perrotta siamo risuciti a ripartire in contropiede, poi non siamo riusciti a creare qualcosa di importante ma qualcosina l’abbiamo fatto. Siamo stati passivi
RIISE A SKY
Serata triste. Che spiegazioni dai?
Abbiamo giocato male nel primo tempo, un pò meglio nel secondo tempo. E’ difficile adesso
Che cosa è cambiato dalla squadra con cui hai quasi vinto uno scudetto a quella di oggi?
Dobbiamo giocare come abbiamo fatto l’anno scorso. Con grinta e determinazione. Adesso dobbiamo lavorare in allenamento
Ce la fate a tornare quelli dello scorso anno?
Io penso di si. Sennò non voglio giocare. Per me ancora due o tre partite e siamo la”
RANIERI a RAI SPORT
Sperava di passare un compleanno migliore
Non mi interessava molto, volevo continuità dalla squadra dopo la prova contro il Genoa, mi aspettavo un passo in avanti invece è stato un passo indietro. Abbiamo creato 3-4 palle gol per pareggiare ma non ci siamo riusciti
Qual è la vera Roma, quella vista contro il Genoa o quella di stasera?
La vera è quella che gioca ancora meglio di quella che ha giocato contro il Genoa. I ragazzi stanno lavorando, le cose non girano per il verso giusto ma non dobbiamo mollare, dobbiamo essere più determinati e più cattivi, agonisticamente parlando
È mancata la determinazione?
Nella prima frazione di gioco si, perchè eravamo troppo lunghi e slegati”
Chi salva a parte Totti e Borriello?
Non posso salvare solo due giocatori, salvo tutta la squadra”
Ora i maligni diranno che Borriello è l´unico in forma perché ha fatto una preparazione fisica diversa?
Lasciamo parlare i cattivi”
CASSETTI a RAI SPORT
´Stasera abbiamo fatto un passo indietro. Il perché ce lo chiederemo tra di noi, abbiamo avuto anche un po´ di sfortuna, siamo riusciti a rimettere in piedi la partita dopo il gol di Borriello ma non ce l´abbiamo fatta´

Il problema della Roma è fisico o mentale?
´Sicuramente è un fatto mentale, non riusciamo ad avere continuità nei risultati. Basterebbe fare un filotto positivo di due o tre partite e potremmo ripartire con fiducia´