martedì, Giugno 02, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

fonte: Romanews.eu

RANIERI in conferenza stampa:
Il vantaggio della Roma con una deviazione di Riise sul tiro di De Rossi è il bello del calcio, avevamo tre occasioni nel primo tempo senza segnare. Volevamo questa vittoria sapevamo del valore del Bologna che ti attacca in contropiede siamo stati attenti e compatti, abbiamo avuto la giusta determinazione, il risultato è giusto. La città di Roma ora può spingere, il cuore dei tifosi si farà sentire, noi dobbiamo stare sereni e giocarci la partita, sabato sera finisce il curvone e poi valuteremo dove saremo, è una gran partita ed è il premio per il grosso sacrificio che hanno fatto i ragazzi, prima eravamo partiti in maniera negativa e poi abbiamo reagito”
La partita ravvicinata può essere un vantaggio?:
“Non so se lo sarà, l’Inter ha una super rosa io dico sempre che bisogna affrontare le partite, che c’è un calendario, la città di Roma merita questa partita di vertice”
Menez e Vucinic un po’ sottotono?:
“Non erano pimpanti come l’altra sera ma è una fatto normale appena dopo il vantaggio li ho cambiati per farli rifiatare. Cerci quando viene chiamato è sempre presente la forza della squadra è questa, sabato scorso Faty ha fatto un’ottima prova, è uno spogliatoio compatto che si sacrifica.
Roma-Inter è la partita più importante da allenatore in Italia?
.”Mi auguro di no, mi auguro che più avanti ce ne sia un’altra più importante ancora, noi dobbiamo fare la corsa su noi stessi ma io resto del mio avviso lo scudetto lo può perdere soltanto l’Inter ma la Roma deve stare li”
Ha pensato alla diffide sui cambi?
“Ho pensato su Perrotta, ho cercato di mantenere la fase offensiva inserendo Cerci e Baptista per i due attaccanti che erano stanchi, Toni è un giocatore importante che ha sposato la mia filosofia è un professionista esemplare”

RANIERI a Mediaset Premium:
“Se siamo pronti a fare la festa all’Inter?Siamo pronti: è 4 punti avanti, ma noi non molliamo. Stiamo bene fisicamente. E’ una gara cruciale, lo sappiamo. La nostra città, Roma, è piena d’amore per questa attesa. Non sarà facile, perché l’Inter è una squadra coriacea, compatta, ha mille mestieri… Vedremo dopo sabato sera dove saremo!. Sono 20 gare che non perdiamo, i miei ragazzi sono comunque protagonisti positivi di questo torneo. Totti? Non so in che condizioni sia. Se non lo vedo giocare come faccio a dirlo? Non puo stare certo al 100%. L’inter ha una rosa molto competitiva, ma mi auguro che il miracolo si possa compiere…
“Le pressioni? Non le avvertiamo… quattro mesi or sono eravamo in bel altre posizioni della classifica, non lo dimentichiamo. Noi vogliamo solo fare bene…Questo diro’ ai mei ragazzi sabato prima di entrare in campo: divertitevi, giocatevela, ve la siete meritata. Noi cosa abbiamo da perdere? Non abbiamo mica lo scudetto sul petto come l’Inter…Perché dovremmo avere noi la pressione addosso?”

BAPTISTA (man of the match) a Sky:
“La vittoria di oggi significa tanto per noi perchè siamo vicini all’Inter. Sabato abbiamo una partita molto importante con l’Inter che deciderà molte cose riguardo al campionato. Non so se la partita di sabato deciderà il campionato ma se vinciamo saremo a un punto ed è una cosa molto molto importante perchè se lo loro perdessero qualche partita noi avremmo la possibilità di sorpassarli. Si l’importante è poter dare il mio contributo alla squadra, magari con il gol. Io mi metto a lavorare di più per giocare di più e dare una mano ai miei compagni quando vengo chiamato in causa. Quello di oggi mi rende molto contento. Spero di avere un più di tempo per dimostre di essere qua per aiutare la squadra”

TOTTI da francescototti.com:
“Professionalità. Passione. Tecnica. Cuore. Tutte queste qualità ci hanno permesso di vincere la partita di stasera contro il Bologna. E poi Julio Baptista è stato puntuale all’appuntamento col gol e ha chiuso la partita al momento giusto. Ora tutti concentrati al massimo per sabato“

MEXES a Sky:
Sabato arrivate meglio?
“Sarà una partita diversa, noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Ci aspetta un grande battaglia, li aspettiamo all’Olimpico. Cercheremo di dare tutto, era da tanto che l’aspettavamo”.
Ha qualcosa in più la Roma rispetto a due anni fa?
“Ha meno punti da recuperare, siamo più maturi abbiamo la squadra in grande fiducia, stiamo bene, ci proveremo fino alla fine. Non abbiamo niente da perdere e tutto da guadagnare”.
Saranno giorni di fuoco a Roma.
“Aspettiamo da tempo un momento del genere, non dobbiamo metterci troppa pressione addosso. Daremo tutto per lottare fino alla fine”.
Cosa è cambiato in difesa, subite meno gol
“Ci vuole un po’ di fortuna. Ci sono periodi che gli avversari fanno gol da qualsiasi parte. Noi difensori cerchiamo di non subire gol, oggi ci ha detto bene Stavamo bene in campo”.
Arrivate meglio rispetto alla gara col Milan
“Si abbiamo recuperato parecchi giocatori, stiamo meglio fisicamente e si vede. Se ci mettiamo pressione addosso la partita la sbagliamo. La carica viene da se. Dobbiamo metterci la grinta che abbiamo addosso quest’anno. Non hanno più qualità di noi, ce la giocheremo alla pari
Che effetto ti fa la parola scudetto?
“Il sogno è sempre bello. L’importante è essere tra i primi. Siamo vicini e ci crediamo”.

RANIERI a Sky:
Che effetto le fa la classifica?
Un bell’effetto. Adesso abbiamo l’Inter sabato, finisce il curvone e poi vediamo.
Roma-Inter: sarà la partita dell’anno?
È bello che la Roma, da come era partita, si giochi a poche giornate dalla fine la partita dell’anno. Questo significa che i ragazzi hanno lavorato molto bene, stanno in salute, sarà una gran bella partita che il pubblico si merita di vedere e speriamo di gioire. Andiamo ad incontrare la super potenza degli ultimi anni, vedremo.
Devo tenere la squadra fuori da tutto, dobbiamo essere sempre equilibrati, mai deprimerci e neanche esaltarci.
Forse è stata la Roma con più personalità della stagione: è così?
I ragazzi erano molto concentrati, li ho visti subito dal riscaldamento, da come si parlavano. Quando sono rientrati nello spogliatoio, prima della gara, non ho detto più nulla perchè ormai li vedevo che erano carichi al punto giusto e volevano vincere. Sapevano che eravamo venuti a Bologna non per giocare una partita, ma per cercare di vincerla.
Quanto conta la sconfitta del Milan? Vi libera da un avversario?
Non lo so, siamo a pari punti. Abbiamo sempre detto che giochiamo per noi, per nessun altro, ora giochiamoci questa partita con l’Inter. Sabato sera dobbiamo fare una super partita contro un’Inter stellare.
Come sta Totti?
In pratica questa settimana ha iniziato a fare un po’ di lavoro con noi, lo valuteremo con lui, lui è sempre pronto, lo conosciamo tutti Totti.
Sul modulo che schiererà contro l’Inter.
Vedremo, ogni volta che metto una squadra in campo la metto per cercare di vincere, per cercare di creare problemi agli avversari. Ho pensato solo al Bologna, adesso penseremo all’Inter. L’Inter sta lì e pure noi siamo lì vicini, i tifosi sanno che noi non molliamo nulla, non diciamo nulla perché siamo fatti così.

CORDOBA a Sky (in collegamento con Mexes):
“La Roma ha fatto una rincorsa impressionante, noi sicuramente dobbiamo spingere di più. Sappiamo la potenzialità che ha, non possiamo dargli qualche speranza. Dipendiamo solo da noi”

COLOMBA a Sky:
“Ci dispiace per l’episodio del primo gol, l’arbitro ha ostacolato un nostro giocatore. Partita attenta da parte nostra, loro hanno dei grandi giocatori. L’importante era fare una gara concentrata. Si affrontano le due squadre più forti. Si assomigliano, hanno fisicità, qualità e determinazione. Meritano di giocarsi questo finale nella partita di sabato. Toni in questo momento fa da riferimento per la Roma, in assenza di Totti. Consente agli altri di salire”.

COLOMBA in MIXED ZONE:
“Sul piatto non troviamo nulla, abbiamo affrontato una squadra forte ma abbiamo creato loro dei problemi, lottando per 90 minuti e tenendo bene il campo. Abbiamo preso il gol su un colpo di sfortuna abbiamo rischiato di pareggiare e poi abbiamo preso il secondo gol e li’ e’ finito tutto. La Roma e’ una grande squadra, ma abbiamo retto il confronto senza demeritare, abbiamo ribattuto colpo su colpo, siamo stati sconfitti ma usciamo a testa alta. Quando sono arrivato eravamo nelle ultimissime posizioni – ricorda – Ora siamo a +7 sulla terz’ultima con otto partite di giocare. Non stiamo pensando di essere gia’ salvi, sappiamo quale e’ il nostro obiettivo e vogliamo raggiungerlo senza soffrire fino all’ultima giornata”.

LANNA in MIXED ZONE:
“Piu di questo non potevamo fare, purtroppo gli episodi non stanno girando nei nostri confronti. Prima l’arbitro intercetta e poi Riise devia il pallone. Rimontare ad una squadra forte come la Roma è difficile, abbiamo avuto un’occasione ma non è andata bene. Vogliamo comunque raggiungere la salvezza il prima possibile e questi episodi devono cominciare a girarci a favore. Approccio sbagliato? Pensavamo che giocassero con tre punte larghe e abbiamo dovuto assestarci. Paura per la classifica? Non abbiamo paura, perché la squadra ha comunque dato dei segnali importanti. Vi ha infastidito l’atteggiamento dell’arbitro? Non mi va di parlare dell’arbitro”.