martedì, Giugno 02, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

Fonte: Romanews.eu

TOTTI da francescototti.com:
“Oggi la Roma ha disputato una bella partita contro il Genoa: corretta, leale e giocata davvero alla grande dalla squadra. Sono contento per i miei compagni ma un pensiero particolare è tutto per Luca: fare gol all’Olimpico sotto la Curva Sud è una sensazione davvero unica da provare”.

TONI a Sky
Due reti e vittoria, standing ovation dello stadio.
“Volevo fare l’orecchio sotto la Sud. Nel primo tempo ho fatto male in un’occasione, alla seconda poi ho fatto gol. C’è tanto entusiasmo qui e io volevo fare bene”.
De Rossi ti ha abbracciato. Quanto è importante aver trovato i tuoi amici campioni del mondo, come Perrotta e Totti?
“Son venuto perché avevo voglia rimettermi in gioco. Credo che Roma sia la piazza giusta. Questo è solo inizio per toglierci tante belle soddisfazioni”.
Roma terza al momento.
“Siamo partiti bene e siamo carichi. Con la Juventus sarà un bel match, siamo pronti”.
Lippi ha detto che d’ora in poi seguirà con attenzione Toni, due bei squilli per lui oggi?
“Sono venuto qua per giocarmi mie carte, Lippi sa cosa possa dare e vedremo a Giugno”.

ROSELLA SENSI alle radio:
Gran lavoro di Ranieri…
“Sicuramente ha saputo prendere i giocatori e dare stimoli importanti”.
Quanto ha voglia di vedere la coppia Toni Totti?
“Non vedo l’ora di vederli in campo, spero che possano giocare presto insieme”.
Quello di oggi era un addio di Julio Baptista?
“Non lo so sinceramente non ve lo so dire”.
E’ felice per Taddei e Perrotta?
“Molto, meritano tutto questo e sono felicissima per loro

RANIERI a Roma Channel:
Primo tempo perfetto.
“Sì, molto bello. Abbiamo giocato con grande intensità senza far ragionare il Genoa. I ragazzi hanno meritato una vittoria importantissima. Il Genoa visto oggi è stato ridimensionato dalla Roma”.
Genoa che comunque ha delle qualità.
“Grossa qualità e grossa organizzazione. Sapevamo come si muovevano e abbiamo preso le nostre precauzioni cercando di non farli giocare”.
Perché poche sostituzioni?
“Giocavano bene, mi sembrava un peccato far uscire qualcuno perché stavano facendo una grande partita. Ho fatto prendere gli applausi ai due attaccanti perché erano veramente stremati”.
Grande partita di Vucinic.
“Mirko è un giocatore stupendo. L’unico difetto è che gli manca un po’ di continuità, ma gli artisti sono così. Mi è piaciuta la sua disponibilità al sacrificio. Oggi era stanchissimo”.
Su Totti
“Adesso godiamoci la vittoria, poi penseremo a come far giocare Totti. Sono miei problemi, ma bei problemi. La squadra sta bene, vince. Non è un problema questo”.
Toni ha sbagliato qualche gol ma poi si è rifatto.
“E’ un giocatore esperto. Se sbaglia qualche gol poi non si demoralizza. Ero sicuro che avrebbe fatto bene. La Roma ha fatto sempre grosse prestazioni sulle fasce. Adesso abbiamo, oltre ai centrocampisti che si inseriscono, anche un centravanti forte di testa”.
L’ambiente sembra un altro.
“Questo è il calcio. Quando tutto va bene i risultati si vedono. Se tu sei determinato negli allenamenti queste sono le partite che fai”.
Come vive il ritorno a Torino di sabato?
“So che li ho lavorato bene. Sono tranquillo. Mi fido dei numeri. Prima ho portato la Juve appena promossa al terzo posto, poi al secondo. Per fortuna il casa ha voluto che tornassi a Roma”.
Sugli altri risultati.
“Non vedo mai le altre. Mi concentro solo sulla squadra e sugli avversari”.
Totti recupera?
“Spero di sì. Ha fatto una settimana al suo ritmo. Domani viene a Trigoria a lavorare per essere pronto martedì, quando si aggregherà al gruppo”.
Mister, con modulo avete giocato oggi?
“Posso essere sincero? Non lo neanche io…(ride, ndr). Era un rombo «srombato». Dategli i numeri voi, io li leggo domani”.

MONTALI a Roma Channel:
“Due mesi fa ci siamo posti l’obiettivo di arrivare alla sfida con la Juve di sabato prossimo per giocarcela. L’abbiamo addirittura scavalcata, nessuno due mesi fa lo credeva possibile. Ho lavorato in tante società ma di spogliatoi come questo della Roma ne ho visti pochi. Vorrei sottolineare che, se oggi possiamo ammirare Toni, il merito è del presidente Rosella Sensi, che si è battuta fortemente per averlo. Ranieri sta facendo un lavoro davvero eccezionale. Ora dobbiamo preparare con attenzione la gara contro la Juve. Dipenderà tutto da come i giocatori metteranno piede a Trigoria martedì, alla ripresa degli allenamenti. Baptista non ci sarà martedì? E chi l’ha detto…”.

PRADE’ a Roma Channel:
Toni una soddisfazione per la società.
“Sapevamo che era quello che ci serviva, quel calciatore che da tanti anni ci mancava. Un giocatore che nei momenti difficile della gara ti permette di salire e di respirare”.
La squadra però non si è snaturata.
“Noi dobbiamo giocare come sappiamo. Però ci sono momenti dove ti serve la fisicità di Toni. Sarà bello vederlo con Totti. Oggi avevamo assenze molto pesanti, ma abbiamo vinto lo stesso. Questa è una squadra completa, costruita nel migliore dei modi”.
Non vi siete preoccupati dopo i gol sbagliati da Toni.
“Luca non è al cento per cento. Con noi si potrà togliere tante soddisfazioni e potrà raggiungere il suo obiettivo che è il Mondiale”.
Juve in crisi.
“E’ sempre una gara difficile. Abbiamo massimo rispetto, ma siamo convinti nei nostri mezzi. Deve essere la nostra prerogativa. La partita la deve fare sempre la Roma, lo diciamo spesso ai nostri calciatori”.
Perrotta calciatore sottovalutato?
“No, non è così. E’ un calciatore importantissimo, lo abbiamo sempre detto e gli abbiamo rinnovato il contratto. Oggi ha indossato la fascia di capitano. Anche lui deve andare al Mondiale. Lo vuole Simone e lo vogliamo noi”.
Fiorentina sconfitta.
“Oggi è stata una giornata favorevole. Ci portiamo sempre il rammarico dei 2 punti persi a Cagliari. Abbiamo preso gol solo lì. Questo vuol dire che la squadra è bella tosta, bella compatta. Ora dobbiamo solo far capire ai giocatori che possiamo puntare in alto”.
Con Totti il tecnico avrà l’imbarazzo della scelta.
“Non c’è allenatore a cui non piaccia avere l’imbarazzo della scelta. Quando hai pochi campioni, o tanti infortuni… lì diventa un problema”.
Sulla cessione di Baptista.
“Abbiamo avuto un incontro con l’Inter. A noi Julio piace, è un calciatore importante. Se dobbiamo privarcene vogliamo che la situazione economica sia a nostro vantaggio. Altrimenti va bene così”

RANIERI in conferenza stampa:
“E’ stata una bella partita contro un Genoa che cerca sempre di giocare. Noi abbiamo preso le contromisure ed i ragazzi sono stati determinati ed aggresessivi mantenendo il ritmo di gara. Fisicamente stiamo bene e si è visto. Bella partita e bella vittoria. Toni anche è stato bravo, ha giocato per la squadra senza innervosirsi. La squadra poi si sta allenando bene, con umiltà e con determinazione”.
All’inizio ha detto scordatevi il bel gioco ma la Roma sta facendo anche quello…
“Quello dovevo dirlo, serviva per cambiare mentalità. A me piace il bel gioco ma io in quel momento dovevo dire quello per evitare che i ragazzi rimanessero fossilizzato con il passato. Ovviamente un po’ di esperienza ce l’ho anche io e cerco di trasmetterla. Tutto quello che ho visto e fatto all’estero cerco di comunicarlo”.
Oggi la Juve ha perso…
“A me non interessa io devo lavorare e far lavorare i giocatori. Io vedo sempre il bicchiere pieno e quindi sono contento. Ora serve umiltà e determinazione. La nostra posizione non è stabile, molti vogliono arrivare su e ce la metteranno tutta. Se noi ci mettiamo passione e sacrificio i risultati possono continuare ad arrivare. Dobbiamo lottare ed essere determinati”.
Stasera il Napoli…
“Io penso solo alla Roma. Non sapevo nemmeno che il Napoli giocasse stasera”.
Ferrara rimarrà secondo lei?
“Credo di si, conoscendo l’ambiente (ride)”
Più psicologo o allenatore?
“No ho fatto solo capire che il calcio è un gioco bello e che in un minuto le cose possono cambiare anche in meglio, solo se si lavora e se si pensa come squadra. E’ stata una via di mezzo tra psicologo e allenatore”.
La Juve ha un’infermeria piena…
“Non lo so, ogni campionato ha la sua storia, anche io ho avuto problemi di infortuni a Torino ma le cose funzionano così. Oggi per esempio non ho fatto giocare Francesco o Daniele perchè potevo permettermelo di lasciarli fuori. Se fossi stato costretto forse avrebbero giocato. Gli anni sono tutti diversi ed ogni campionato fa storia a se”.
Un tridente ci ha pensato?
“Io credo che una delle qualità dell’allenatore è quella di far sognare, è ovvio che voi me lo chiediate. Ma non è semplice tradurre i sogni in realtà. Quello che so è che sarà un bel dilemma. Ci sarà anche Francesco sabato. Ma questi non sono problemi, questo è bello. Perchè ho una squadra in forma”.

PERROTTA a Roma Channel
Trentesimo gol con la maglia della Roma.
“Mi fa piacere aver vinto. La fascia di capitano ha portato bene. E’ stata una grande soddisfazione indossarla. Un ulteriore attestato di stima nei miei confronti della società e del mister. Mi ha fatto enormemente piacere”.
E’ cambiato tutto rispetto a sei mesi fa.
“Sì, questo è un gruppo eccezionale. Il fisioterapista che è venuto quest’anno mi ha detto che non ha mai lavorato con dei ragazzi così uniti. Ora è facile, ma questo gruppo è sempre stato unito. Questa è la forza della nostra squadra”.
Sabato prossimo la Juve.
“E’ sempre difficile contro la. Anche con qualche punto in più. La Juve è sempre la Juve, ha sempre la forza di rialzarsi. Speriamo non succeda come col Milan, che dopo aver vinto con noi ha iniziato una striscia di vittorie”.
Sei in una forma pazzesca.
“Sto abbastanza bene, anche perché ho risolto dei problemini che non sapevo di avere. Per fortuna una persona mi ha messo a posto e i risultati si vedono. Mi è tornata la voglia di correre, di buttarmi negli spazi, che sinceramente avevo perso”.
Su Toni.
“E’ l’attaccante che ci mancava. Abbiamo in rosa tanti attaccanti con qualità eccezionali, ma uno così ci mancava. E’ un piacere averlo con noi. Quando sei in difficoltà la butti là davanti e lui ti fa respirare”.
Così sei da nazionale.
“Deve giudicare Lippi. Io devo continuare così, il ct farà le sue scelte. Ricordarglielo sempre non fa bene. Penso principalmente alla Roma, poi se arriverà anche la Nazionale sarò ancora più felice”.
Sul pubblico.
“Oggi una buona cornice. I tifosi stanno assistendo a gare molto belle e si sono accorti che questa squadra ha qualità morali oltre che tecniche”.
Oggi hai indossato la fascia di capitano.
“La indossai 4 anni fa la prima volta sul neutro di Lecce contro il Catania. Mi portò bene”.
Ci sono centrocampisti molto pubblicizzati inferiori a te.
“Sì, ma non esageriamo”.

VUCINIC alla Tv greca:
Segue il calcio greco?
“No. Non seguo il calcio estero in generale”
Che partita ti aspetti?
” Sarà una partita difficile. Hanno un pubblico molto caldo che sarà il loro dodicesimo uomo. Comunque la qualificazione ce la giochiamo qui”
Cosa è cambiato con Ranieri?
“Siamo diventati più pratici. Con Spalletti giocavamo un calcio bellissimo ma molto faticoso. Ranieri ci ha dato più grinta, corsa, praticità”
Pensi che la Roma vincerà l’Europa League?
“Speriamo”

CRESPO alle radio:
” La Roma è stata più brava di noi. Fatichiamo ad esprimerci al meglio in trasferta”
Di Toni cosa ne pensa?
“Toni? C’è poco da scoprire”
Gli farebbe piacere essere al suo posto?
” Io sono felice al Genoa. A fine stagione tireremo le somme”

TADDEI a Roma Channel
Un altro grande match della Roma.
“Tutta la squadra è girata alla grande, concentrata fino al termine della partita e consapevole di quello che vuole. Speriamo di continuare su questa strada”.
Cosa è cambiato con l’arrivo di Toni?
“Il tecnico è bravo a far girare la palla al momento giusto. Prepara bene le partite come oggi. Il risultato è quello che conta e oggi è arrivato. Toni tiene molto la palla, fa respirare la squadra. Le palle alte le prende tutti lui, è un punto di riferimento per tutta la squadra. Prende sempre fallo. E’ un grande centravanti e fa gol importanti come oggi”.
Sabato contro una Juve in crisi.
“Dovremo avere la stessa concentrazione mostrata fino ad ora. Non bisogna mollare niente. Affronteremo grandi campioni. Andiamo lì con tanto rispetto, ma per cercare di vincere”.
E’ tornato Taddei, la Roma ha cominciato a macinare.
“Sono al massimo della condizione. Tutta la squadra gioca bene e concentrata. Ogni compagno è attento. Anche chi sta in panchina. Avere una roda lunga è importante. Ranieri conta su tutti i calciatori. Per quanto mi riguarda mi metto a disposizione. Sono tornato. Spero di continuare”.

PERROTTA Alle radio:
“Questa è una squdra con tante qualità anche umane”.
Tu stai alla grande…
“Si sto bene grazie”.
La Juve ha perso e Sabato la troverete…
“Se avesse vinto sarebbe stato uguale, loro sono forti ed hanno molti giocatori sopra la media, sarà dura ovviamente. Noi dobbiamo cercare di vincere perchè vogliamo rimanere davanti ovviamente”.

AMELIA alle radio:
Come hai visto la Roma?
“Eh l’arrivo di Toni è importante, poi quando tornerà Francesco sarà un’altra storia. Stanno bene fisicamente e sono forti, già domenica lo vedremo. Credo che la Roma possa fare solo bene da qui alla fine del campionato. Poi ora hanno anche Toni che è possente e porterà un valore aggiunto”.

VUCINIC alle radio:
Come è andata oggi?
“Il risultato dice tutto”.
Sabato la Juve…
“La Juve è sempre forte, non contano i periodi no, che possono capitare ad ogni squadra. Noi siamo consapevoli della nostra forza e saremo umili, cercando di portare punti”.
Con Toni va bene…
“Si sta andando bene poi quando si vince così”.
Poi ci sarà Totti…
“La vedo molto bene, quando c’è Totti va meglio, molto meglio”.

TADDEI alle radio:
Ora la Juve…
“Affronteremo una grande squadra, servirà concentrazione fino all’ultimo e poi il lavoro di questa settimana sarà importante”.
Pensavate di riuscire in così poco tempo?
“Dobbiamo pensare a noi preparando sempre la gara al meglio, come oggi”
Una Roma molto migliorata…
“E’ una Roma che sa quello che vuole e che lavora per raggiungere gli obiettivi”.

Ranieri a Sky
Mister, Luca toni…
“Avevamo bisogno di un giocatore coì, forte di testa, ha fatto due gol. Una gran bella partita quella della Roma”
Che effetto le fa vedere questa classifica? Sabato sera c’è lo scontro con la Juve. Se le avessero detto che con la gestione ranieri sarebbe arrivato in questa posizione di classifica, forse avrebbe preso per matto l’interlocutore
“No perché avrei dovuto. Uno lungimirante. Il campionato è lungo, non abbiamo fatto nulla. Prima della sosta la squadra andava a mille e la pausa non c’ha scalfiti”
La Roma non prende più gol come li prendeva prima. Ha preso gol in una partita su sei
“Solo in una partita abbiamo preso gol. In due minuti. Dopo che stavamo vincendo 2-0. Questo è il campionato. Dobbiamo spingere, la lotta è serrata. È importante essere quasi all’arrivo in una buona posizione di classifica”
Mister, quanto è matura la tua squadra? Solo poche domeniche fa pensare la squadra senza Totti e De Rossi era impensabile
“E’ molto matura, ma gli esami non finiscono mai. Dobbiamo dimostrare di essere maturi domenica dopo domenica”
Riguardo il gol di Toni, da vero attacante di razza. Vucinic si è messo al servizio della squadra.
“Mirko è un ragazzo eccezionale, e quando gli riescono quei colpi poi. Avere ragazzi così eccezionali è importante”

MONTALI alle radio:
“Oggi i ragazzi hanno giocato molto bene, Ranieri ha creato una squadra, quando sono arrivato c’era già un gran gruppo. Claudio ha lavorato sulle competenze di ognuno e su l’autostima. Noi abbiamo un progetto e siamo solo alla partenza. Noi vogliamo stare la vertice e questo campionato per noi è appena iniziato”.
Che effetto le fa incontrare la Juve?
“Nessuno in particolare, oggi li abbiamo scavalcati ed era un nostro obiettivo, merito dei giocatori che sono andati oltre la crisi e oltre i problemi”.
Secondo lei rimarrà Ferrara?
“Si credo proprio di si”.

AVVOCATO CONTE
alle radio:
“Una partita bella con un risultato rotondo, siamo stati cinici bene così”.
Doppietta di Toni…
“Io credo che Toni abbia già chiarito il suo valore, fa gol e fa gol pesanti. Inoltre crea spazi e fa reparto, facendo sponde e colpendo di testa. Con lui la Roma acquista anche mordente sulle palle alte”.
Molti giocatori recuperati…
“Qui c’è una squadra che è tonica e cattiva, abbiamo incantato l’Europa per anni e stiamo tornando. Non ci poteva essere momento migliore per affrontare la Juve”.
Possiamo puntare in alto?
“Dobbiamo continuare a vivere alla giornata, crescendo partita dopo partita