lunedì, Giugno 01, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

L’inospitale Bergamo questa volta esce a testa bassa. Ci avevano creduto, pensavano che fosse la loro giornata e invece la classifica per loro continua a piangere.

L’ennesimo gol subito questa volta non ferma la nostra rincorsa, lunga e faticosa. Portare via questi tre punti è stata una sofferenza immane. Nonostante l’enorme divario tecnico i giallorossi hanno dovuto ricorrere anche ad una buona dose di fortuna per non avere il solito rimpianto dei punti persi.

Vucinic sbaglia l’ennesimo gol davanti al portiere, ormai per lui è una situazione tabù. Il vantaggio dei nerazzurri lo fa maledire ancora di più. Fortunatamente che è il periodo buono di testa e il suo pareggio prima del risposo permette alla Roma di costruire la vittoria nella ripresa.

Non brillano i ragazzi in campo, si corre male e poco. Come al solito i cambi non portano frutto perché Baptista e Taddei sono davvero improponibili. E così nella confusione generale spunta la seconda capoccia della giornata, quella di Perrotta.

Ranieri vorrebbe il gol della sicurezza ma i suoi non lo accontentano. Cosi fino alla fine bisogna stare a dita incrociate perché la difesa continua a non dare sicurezza. Addirittura Doni, classe settantadue, entra e riesce ad andare al tiro per ben tre volte indisturbato.

Mancano di attenzione, di concentrazione. Non siamo in grado di congelare le partite, la statistica dei gol subiti è li a rimarcarlo.

Ora c’è il Basilea contro il quale si deve chiudere il discorso qualificazione. Poi il derby, brutto davvero. I cadetti non vincono da agosto ed è questa al cosa che più ci preoccupa.

petra@corederoma.it