venerdì, Giugno 05, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

fonte: Romanews.eu

ROSELLA SENSI alle radio
Tre punti importantissimi
“Cercati, voluti contro ogni sfortuna. Tre punti veramente sudati, ma importantissimi”
Due parole su Totti
“Quando ne parlo bene spero di non fargli un danno perchè poi ne paga le conseguenze. Sa cosa penso di lui, lascio agli altri, quello che lo hanno contestato, di parlare e giudicarlo”
Come giudica il lavoro di Ranieri?
“A me piace molto il mister. E’ concreto è diretto. E a me piace per questo”
Cosa pensa della partita di oggi?
“Sicuramente non stiamo vedendo le partite divertenti. Ma i ragazzi sono concentrati, sono attenti, fanno il massimo”
Stiamo parlando di due infortunati. Dopo Palermo un’altra ecatombe…
“Purtroppo si. Voglio capire bene cosa succede. E’ strana come cosa”
Crede che sia possibile ‘guarire’ i campi di Trigoria?
“Spero proprio di sì. Abbiamo chiamato tecnici qualificati. Voglio capire bene anche con i miei e avere da loro un quadro chiaro della situazione”
Ora dopo la pausa c’è il Milan
“Si, è sempre il Milan. Ma ora pensiamo a goderci questa vittoria. E’ una bella giornata per i tifosi della Roma”
Che ci dice di Spalletti allo Zenit?
“Guardate chiedetelo a lui”
Possibile la figura di Montali nella dirigenza giallorossa?
“Montali? No”
E Conte?
“L’avvocato Conte è un avvocato quindi lascio verificare a voi la possibilità che ciò possa accadere”

Ranieri a Roma Channel
“Il risultato è importante, così come è stato importante chiudere il mese nel modo migliore. Abbiamo sofferto nel primo tempo, soprattutto sulla fascia destra, dove ci attaccavano in tre. Il gol di Totti all’inizio è stato fondamentale. Faty ha giocato una partita splendida. Nel secondo tempo, una partita splendida. Tutti hanno lottato. Totti e Vucinic faranno una risonanza ora. I sistemi di gioco contano poco quando hai giocatori come Totti. Faty ha grandi potenzialità, ha fatto bene. Ora mi aspetto che tutti gli infortunati stiano bene. Tutti avranno le loro chance. Ora darò due giorni liberi ai ragazzi. Le vittorie e le sconfitte qui mi pagano doppio: per il tecnico e per il tifoso che sono”.

Faty a Roma Channel
“Ho fatto di tutto per giocare bene, l’importante era la vittoria. Ranieri mi ha chiesto di controllare Hamsik e Datolo. Ho fatto il mio lavoro. Voglio migliorare e giocare sempre così. A me basta avere la stima del tecnico e dei compagni, non è importante quante partite giocherò. La cosa più importante è aiutare la squadra, dare il mio contributo, in qualsiasi posizione del campo. Per migliorare devo giocare di più. Giocare come De Rossi e Pizarro è difficile, però ce la metterò tutta. Spalletti? Lui mi voleva bene, ma mi vedeva come un giovanetto, all’inizio soprattutto. Ranieri mi vede più come un giocatore, adesso”.

Ranieri a Sky
Serviva una vittoria per chiudere il ciclo, oggi ha avuto le risposte che voleva?
Si, abbiamo giocato contro un bel Napoli, soffrivamo sulla loro fascia sinistra nel primo tempo. Buon per noi aver pareggiato al termine della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo abbiamo cambiato sistema, siamo stati più compatti e abbiamo vinto meritatamente”.
Quanto conta nella tattica il valore aggiunto di Totti?
I sistemi di gioco valgono poco se non hai i campioni, i sistemi ti riequlibrano determinate cose, che la squadra si trovi più compatta, ma senza i campioni non si fa nulla.
Come ha visto lei la partita?
Andreolli è stata una bella conferma, lo vedo in allenamento allenarsi sempre bene. Motta l’ho dovuto sostiuire ma è entrato un Cassetti sempre verde, Eccezionale l’ingresso in campo di Faty nella ripresa, anche Lobont ha fatto bene è entrato un pò a freddo ma ha fatto bene.
Al di là della partita di oggi, la Roma ha sempre segnato e subito un gol. Hai trovato la tua squadra, il tuo quadramento con Derossi, Pizarro, Perrotta?
La squadra è questa, poi a turno possono ruotare gli uomini. Andava soltanto ridato entusiasmo e voglia di lottare perchè l’avevamo smarrito, con un nuovo allenatore i ragazzi si stanno trovando, dovevamo chiudere con Napoli con una vittoria per lavorare con più convinzione e determinazione.
Totti ha preso una botta.
“credo sia andato in iperestensione”
Lobont, portiere straordinario nel difficile e vulnerabile nel facile?
“È un buonissimo portiere e noi siamo contenti, Il titolare è Doni, Bertagnoli ha fatto benissimo. Lobont è entrato a freddo poi nella ripresa ha dato sicurezza
Qual è la gerarchia dei portieri, tra primi, secondi, terzi?
“Nemmeno io lo so bene, l’importante è che parino”

Vucinic alle radio.
Mirko non ci sono troppi infortuni in questa Roma?
E’ normale si gioca ogni tre giorni i muscoli ne risentono, sui campi di trigoria lo sappiamo che
sono così anche con Spalletti era la stessa cosa. La società ora sta facendo qualcosa per risolvere la situazione, stanno facendo un nuovo campo dove ci stiamo allenando”.

Andreolli a Roma Channel
“Esordio dal primo minuto una bella emozione. Sapevo che Mexes aveva qualche problema e ho cercato di allenarmi bene perché potevo essere chiamato in causa. Burdisso? È un grande campione, giocare con lui è un piacere, avevamo già giocato insieme con l’Inter. L’intesa tra noi due c’è. Faccio i complimenti a tutti i compagni della difesa, che mi hanno aiutato. Per il futuro, cercherò di farmi trovare pronto. Qui ci sono grandi campioni. Se stanno bene, è giusto che giochino loro”.

Pradè a Roma Channel
“Oggi avevamo tanti giocatori fuori. Siamo andati in svantaggio contro una squadra forte. È stata una Roma di sostanza. una vittoria importantissima. Lobont ha dato sicurezza al reparto. Ma dietro a lui abbiamo un portiere come Doni. La squadra c’è. Totti? Speriamo bene. In questi giorni di sosta speriamo di poterci allenare bene. Dobbiamo fare gara dopo gara”.

LOBONT a Roma Channel
“Non è stato facile vincere contro il Napoli. Ma chi va in ritiro, può sempre giocare. Il gol subìto? Potevo fare di più, se fossi stato più attento sarebbe andata meglio. Ho ancora da lavorare, farò di tutto per la Roma. Il tifo è stato straordinario, oggi, è stato il dodicesimo uomo in campo”.

JULIO SERGIO in zona mista
“Ho sentito un fastidio dietro alla coscia e ho preferito non rischiare chiedendo il cambio”.

BURDISSO a Sky
Tu che sei il chirurgo della difesa quanto sei stato importante per far guarire questa difesa della Roma?
“Non sono solo io, siamo stati tutti insieme, è tutta la squadra a migliorare. Sono contento di questo risultato siamo sulla buona strada”.
Quanto era importante vincere oggi?
“Tantissimo avevamo bisogno di questo risultato”.
Dove può arrivare questa Roma in classifica?
“Dobbiamo cercare di stare il più in alto possibile, poi a fine anno vedremo dove staremo e cercheremo comunque di competere fino alla fine”.