martedì, maggio 21, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

Totti in zona mista.
“Sono rimasto male per quello che è successo con Daniele Conti. Mi ha messo le mani addosso, da dietro. E non doveva farlo. Glielo avevo detto pure in campo. A fine gara, oltretutto, non ci siamo neanche salutati”.

Mexes in zona mista.
“Il mio futuro? Resterò sicuramente alla Roma fino al 2011. Ho un contratto che intendo rispettare”.

Spalletti a Sky.
Oggi c’è stata una grande reazione della Roma…
“Oggi ci siamo divertiti. E’ stata una bellissima partita, con continui ribaltamenti di fronte. Siamo partiti bene e alla prima controffensiva del Cagliari abbiamo preso il gol. Dopo il loro raddoppio, c’è stata una grandissima reazione della squadra che ha dimostrato di avere cuore, carattere e forza”.

Qualificarsi per la Coppa Uefa potrebbe voler dire cominciare la stagione molto presto. Sarà anche un problema di Spalletti?
“Sarà un problema di tutti”.

Spalletti sarà ancora sulla panchina della Roma?
“La storia è semplice. Le cose vanno dette al momento giusto e questo non è il momento. Altrimenti rischiamo di buttare via tutto. Oggi i miei ragazzi hanno lanciato un bel segnale e per questo li ringrazio”.

La Sensi ha detto che vuole che lei rimanga?
“Io con lei ho già parlato”.

Spalletti ha voglia di rimanere?
“Io metterò sempre la stessa passione. Parlo tutti i giorni con la società e con i giocatori. Poi, ci sono alcune cose che vanno dette al momento giusto. Questo non lo è. Ci sono delle cose che vanno valutate con la società e questo lo faremo insieme”.

Che ne pensa della situazione della Juventus e di Ranieri?
“Penso sia ingiusto che uno che ha lavorato come Ranieri sia accompagnato in questo finale di campionato in questa maniera. Può dare ancora tanto alla squadra e non dimentichiamoci che la Juventus è terza in classifica! Mi chiedo se Ranieri viene trattato così, dove potrò finire io! Mi sembra ingiusto. Lui ha lavorato bene e la classifica lo conferma”.

Quello della Roma è invece un brutto campionato. Lo aveva detto anche lei, in caso di mancato raggiungimento della Champions.
“Sì, questo rimane. Quando parlai in questa maniera, pensavo di recuperare dei giocatori importanti che poi fanno la differenza. Invece a noi, si sono protratte delle situazioni difficili. Io ho comunque fatto al di sotto delle possibilità della Roma e ho più colpa di tutti”.

Bruno Conti in zona mista.
“Il litigio tra Totti e mio figlio Daniele? Tutto a posto, è tutto chiarito”.

Artur in zona mista.
“I gol? Sul primo non potevo fare nulla. La palla era alta, diretta verso l’incrocio. In occasione del secondo, ho cercato di chiudere sulla prima conclusione, ma sulla seconda non ci sono riuscito. Penso di aver giocato bene, nel complesso. Ho fatto due parate importanti”.

Panucci a Roma Channel.
“E’ la costante di quest’anno, dominiamo ma poi loro segnano. E’ un film già visto, ma dopo il due a zero l’orgoglio del gruppo è venuto fuori. Non ci eravamo accorti che c’era un giocatore loro a terra, a fine partita il mister Allegri è venuto da noi a dire che loro sono stati polli. E’ un anno maledetto, noi 6 occasioni e zero gol, loro una occasione un gol. Ci abbiamo messo tutto l’orgoglio e se oggi doveva vincere una squadra eravamo noi. Troppi gol subiti? Ne abbiamo presi tanti e dobbiamo analizzare dentro lo spogliatoio con il mister ed il mister prenderà le precauzioni. Noi come gruppo siamo stati un gruppo molto unito, quando i risultati non arrivano quando le cose non vanno bene viene fuori anche che la donna delle pulizie fa le camere male a Trigoria, Roma è così ma sotto ,l’aspetto del gruppo non si deve dire nulla. Io se fossi la società punterei ancora su questo gruppo, quando un anno mangi m… l’anno dopo mangi cioccolata. Ritrovare certi giocatori ci darà una mano, quest’anno molti giocatori sono stati assenti per lungo tempo, ora siamo molti di più ad allenarci e sul campo si vede, io sto bene e la squadra ha un potenziale enorme. L’anno scorso a maggio a mezzora dalla fine eravamo campioni d’Italia e l’anno prossimo ripartiremo”.

Perrotta a Sky.
“Abbiamo cercato di fare la partita dal primo minuto. È un periodo che le cose non vanno come dovrebbero: non concretizziamo quanto creiamo e gli avversari ci segnano. Il pareggio di oggi ci va stretto. Le proteste del Cagliari sul nostro pareggio? È una brutta cosa quello che succede in Italia: quando si va in vantaggio, si perde tempo. Ci hanno detto che l’arbitro deve decidere. Noi, oggi, ci tenevano a pareggiare. Spalletti rimane? Non devo parlare io per l’allenatore. Il lavoro fatto è sotto gli occhi di tutti. Sono quattro anni che la squadra va bene. Siamo amareggiati per non essere in corsa per il quarto posto”.

Pizarro a Roma Channel.
“Noi facciamo la partita, creiamo delle situazioni clamorose ma i gol li fanno gli altri. Siamo contenti perché abbiamo recuperato una partita contro il Cagliari e non era semplice. Oggi stavamo bene con le gambe ed è importante per arrivare sesti perché è sempre una coppa. Dobbiamo fare così perché è il nostro mestiere e oggi abbiamo conquistato un pareggio che sa di vittoria. Il Palermo ha perso e questo è importante per arrivare sesti e per raggiungere la coppa. Questo gruppo è sempre stato unito e ripartiremo bene il prossimo anno, alla fine ognuno di noi deve fare le proprie analisi di questa annata. Tutti noi vogliamo vedere questa squadra ai livelli degli scorsi anni, i mezzi ci sono e bisogna chiudere nella miglior maniera questo campionato per ripartire bene il prossimo anno. Il problema è che ci fanno gol con la difesa schierata, al di là di tutti gli infortuni bisogna guardare avanti perché non può andare sempre così”.

Allegri a Sky.
Dal 2-0 al 2-2. Cos’è successo?
“La squadra ha fatto la partita che doveva fare. Abbiamo cercato di chiudere gli spazi e sfruttare quelli che ci concedevano loro. Dopo il 2-0 ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo e invece avremmo dovuto cercare di rallentare i ritmi. Abbiamo preso il 2-1 su una palla sbagliata in fase offensiva nostra e poi il 2-2 ci ha tagliato le gambe, anche se alla fine abbiamo sprecato il 3-2 con Jeda”.
Il pareggio della Roma ha suscitato delle polemiche perché è maturato con Cossu a terra…
“E’ l’arbitro che deve decidere quando è il caso di buttare fuori la palla o no. Ora dire che non era giusto sarebbe troppo facile. Non voglio fare polemica”.
Fra Totti e Conti è tutto chiarito?
“Pace fatta. Era solo un momento di tensione della partita”.