sabato, dicembre 14, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

Rosella Sensi alle radio

“Un po’ di sfortuna ma noi dobbiamo superare anche questa. Oggi abbiamo vinto anche contro la jella. Servivano i tre punti e sono arrivati. Erano punti davvero importanti anche se il campionato è lungo”.
Con che spirito si va a Londra?
“Con lo spirito di sempre. Ce la metteranno tutta i ragazzi. Anche se non dimentichiamoci che l’avversario è difficilissimo”.
Chi è sceso in campo non ha fatto rimpiangere gli infortunati…
“Sicuramente le assenze erano importanti ma chi ha giocato ha dato il massimo, complimenti a Diamoutene ma soprattutto a Filipe che è più giovane e che ho visto molto combattivo”.
Cosa chiederà ai ragazzi martedì?
“Niente, loro ci tengono moltissimo, io sono una tifosa e loro ci sapranno onorare del fatto di essere della Roma. I ragazzi ci stanno dimostrando di stare bene e di fare bene”
Sarà una partita molto sentita…
“Come tutte del resto. Sarà una gara importante e difficile.Non mettiamo però troppa pressione, i ragazzi ci tengono e sanno cosa fare”.
Spalletti sente molto la pressione della stampa, come potete aiutarlo?
“Spalletti sente tutto, e sa come si fa questo tipo di lavoro. Noi aiutiamo lui e lui noi ad andare uniti e compatti come squadra. Io non vi vedo come grandi nemici francamente, certo una maggiore coesione potrebbe aiutare. Ovvio a volte per esempio si tirano fuori dei problemi che magari non ci sono ma insomma siamo sereni”.

Del Signore in zona mista

“Cicinho non ha nulla, è uscito per un fastidio. Non ha nulla di grave. Juan domani andrà verificato, faremo accertamenti. Anche Vucinic dovremo verificarlo domani. Aquilani sta meglio”.

Spalletti a Roma Channel

La squadra ha sofferto e vinto
“Sempre una sofferenza quando si gioca con squadre come il Siena oggi. I ragazzi hanno messo in campo grande determinazione, grande carattere, lottando su ogni pallone, gli faccio i complimenti. Attraverso questa qualità, questo carattere, assumendosi la responsabilità di voler vincere. Così si cresce come squadra. Dobbiamo entrare in campo sempre per vincere, come oggi”.
Una Roma accorta nel primo tempo, poi una grande seconda frazione
“Non ha concesso quasi nulla, anche se sono stati pericolosi in 2 o 3 occasioni. Nel primo tempo è capitata quella palla a Baptista e Gianluca ha fatto una grande parata. È stato decisivo e bravissimo in molte occasioni. Poi, un grande secondo tempo, dobbiamo sapere che gli altri moltiplicano le forze con noi e dobbiamo cercare di vincere sempre, come fatto oggi”.
Mexes immenso…
“Nel secondo tempo ha fatto davvero benissimo”.
Debutti per Diamoutene e Filipe
“Entrambi molto bene, entrare in una partita così non è facile. Poi in uno stadio come il nostro. Diamoutene è stato sfortunato nella prima palla che ha appoggiato in malo modo, poi è cresciuto e ha preso sicurezza, anche per il futuro”.
Taddei con quel gol ha dimostrati di avere grandi qualità tecniche
“Grandissimo gol, ha messo la palla proprio all’incrocio, il ragazzo ha grandissima qualità oltre a grande disponibilità e sacrificio”.
Cos’ha Juan? Come stanno gli altri infortunati in vista Arsenal?
“Un problemino c’è, dietro al flessore, alla coscia. Tutti da valutare, ma io sono fiducioso, in più rientreranno Perrotta e De Rossi”.
A Londra si pensa da domani…
“Ci prendiamo un attimo di pausa, vogliamo assaporare il gusto della vittoria, che è molto bello. Ogni tanto bisogna fermarsi e gustarsi la vittoria”.
Ora altre tredici partite. Tredici finali.
“Sarà sempre la storia dei calciatori della Roma, devono essere bravi a rigenerare gli stimoli, non c’è tempo per aspettare e godere delle situazioni vissute. Vanno ricaricate le batterie velocemente. Cattiveria e ricerca del risultato sono gli elementi che fanno la differenza tra buon giocatore e un campione”.

Spalletti a Sky

“I ragazzi sono stati bravissimi. Nel secondo tempo è andata meglio. Il Siena è una buona squadra, di conseguenza ci voleva qualcosa di personale. Taddei ha queste qualità e ci ha messo questo”.
Gli infortunati di oggi come stanno?
“De Rossi e Perrotta ci saranno intanto. Recupereremo Tonetto e Vucinic. Juan bisogna valutarlo bene. Ha sentito un problemino a livello muscolare, una bucatura. Ha finito di giocare il primo tempo. Penso che non sia gravissimo, ma il piccolo danno c’è. Cicinho ha preso una piccola distorsione al solito ginocchio. Mi è sembrato più paura che altro”.
Come giudica la prestazione di oggi?
“Oggi secondo me è andata benissimo. Al di là di quello che mi aspettavo dopo la sconfitta di Begamo. Non si poteva mettere in campo quella brillantezza solita e bisognava stare attenti al Siena. La mia squadra è stata bene in campo e ha espresso buona continuità e carattere importante”.
Totti come ha giocato?
“Totti non ha fatto una grandissima prova ma si è impegnato. E’ stato bravo a mettersi a disposizione. Ha dato due, tre assist giusti. Ha risentito del lavoro della squadra”.
Diamoutene come è andato?
“E’ bravo. In un occasione la ha appoggiata male. L’effetto Olimpico non è facile. Lui ha reagito bene, è stato bene in campo. Poi è stato aiutato anche dal pubblico”.
Il caso Panucci. Ha pensato di tornare indietro sulla scelta di escluderlo?
“Vado avanti, indietro tornaci tu. La squadra oggi a me è piaciuta. Io Panucci dalla lista Champions non lo ho tolto, lui si è tolto da solo”.

Mexes a Sky

C’era uno in difesa che sembrava Totti.
“Ho giocato con un distorsione, niente di che. L’importante era ottenere i tre punti, non era facile. Dopo la sconfitta di Bergamo, oggi abbiamo sofferto, ma alla fine abbiamo vinto”.
Oggi hai anche guidato i nuovi arrivati.
“Loro sono dei grandi giocatori se stanno qui. Non è semplice giocare nella Roma, all’Olimpico. Diamoutene ha fatto molto bene. Speriamo che Juan stia bene e che non sia niente di grave. Oggi non era semplice senza tanti giocatori. Dobbiamo recuperare tutti”.
Come arrivate alla gara con l’Arsenal?
“Dobbiamo recuperare da questa partita. Non abbiamo bisogno di carica. Quando arriveremo all’Emirates saremo pronti. Vi garantisco una bella partita, con i giocatori della Roma che saranno molto carichi”.

Pizarro alle radio

“Sono contento per Rodrigo e per la Roma ovviamente. Servivano i tre punti, abbiamo sofferto ma alla fine è andata. Loro erano messi davvero bene in campo e questo si sapeva. Loro sono una buona squadra e ci ha già messo in difficoltà altre volte. L’importante è che la squadra ha sofferto e ha giocato con umiltà cosa che serve sempre nel calcio”.
Con che spirito si va a Londra?
“Con lo spirito giusto. Con lo spirito che serve per affrontare questo tipo di gare. Anche perchè in Inghilterra non abbiamo fatto sempre bene. Loro non sono in un ottimo momento ma sono sempre l’Arsenal. Io sarò a disposizione del mister”.

Spalletti in zona mista

“Abbiamo fatto una buonissima prestazione, è stata una gara difficilissima nella quale abbiamo sofferto. Abbiamo giocato con carattere e spirito di squadra. De Rossi e Perrotta ci sarano a Londra. La personalità di oggi ci farà molto comodo. I giocatori che vestiranno la maglia della Roma nella storia dovranno avere queste caratteristiche”.

Spalletti in conferenza

“Totti non è stato il solito, ma si è impegnato molto. Non si è fermato in panca? Non credo fosse un gesto polemico”.

Taddei a Roma Channel

Hai messo la palla dove Cuci non poteva arrivare…
“Ci conosciamo bene io e Gianluca. Ho cercato di metterla dove non poteva arrivare. Contento del gol, della mia condizione. Mi metto a disposizione del gruppo. Spero di dare continuità, il gol è stato importantissimo dopo molti infortuni e non arrivare al gol mi pesava. Sono contento di essere a disposizione. L’importante è mettersi a disposizione e mi metto a disposizione del mister. Ringraziando Dio sono riuscito a fare il gol vittoria”.
Cosa provi per questa rete splendida?
“Dopo vari infortuni che ho avuto sono in forma. Tornare in rete è una grande soddisfazione”.
Diciamo sempre: ‘segna Rodrigo’.
“Una volta doveva andarvi bene (ride, ndr)”.
Finalmente il Taddei che siamo abituati a vedere
“Consapevole che non ero in grande forma prima. Sto lavorando molto per tornare ai migliori livelli e oggi ho dato la dimostrazione che sto tornando. Segnare è sempre una soddisfazione, i tre punti ci volevano, sono doppiamente soddisfatto”
Arsenal-Roma, cosa dici?
“Dico Roma”.

Filipe a Roma Channel

“Dovevo tirare. Ho messo in condizione Totti che era messo meglio”.
Questo è il coronamento di un sogno dopo l’infortunio dello scorso anno?
“Devo ringraziare Dio e chi mi ha aiutato, il mio procuratore, gli amici, la mia famiglia. Pensavo di smettere, oggi invece sono anche riuscito a giocare. Sono felice di averlo fatto con questa maglia. Sono contentissimo. Io continuerò a lavorare bene e aspettando i miei spazi, il futuro si vedrà. Con questi campioni è facilissimo imparare. All’inizio ero emozionato, ma è andata. Alla fine Spalletti mi ha fatto i complimenti”.

Motta a Roma Channel

“Sono fortunato a giocare in una squadra come la Roma piena di campioni e poi scendere in campo. È un sogno. Io nasco terzino, ma sono venuto per imparare e mettermi a disposizione. Mi chiedessero di fare il portiere lo farei”.
Siete riusciti a non pensare all’Arsenal
“Oggi la Roma ha dato questa dimostrazione, tutti si aspettavano un calo di concentrazione e invece la squadra ha pensato al Siena e vinto”.
Che rapporto hai con i compagni?
“Devo ringraziare l’ambiente, per ambiente intendo addetti ai lavori, allenatore, compagni e i tifosi, che da quando sono arrivato mi hanno aiutato molto. Non me lo aspettavo e invece mi hanno aiutato tantissimo”.
Un primo tempo scialbo, poi un’ottima ripresa
“Siamo consapevoli che dura novanta minuti. Primo tempo di studio, alla fine ne siamo usciti alla grande”.
Il futuro è l’Arsenal e l’Inter.
“Io sto vivendo una favola, devo lavorare tanto e farmi trovare pronto, se ce ne fosse bisogno”.
Oggi in campo Diamoutene e Filipe all’esordio. E la squadra ha vinto comunque.
“Questa è una grande forza. Chiunque entra è messo nelle condizioni di fare meglio”.
Hai già visto il Colosseo?
“Sì, ma il luogo di maggior prestigio per me è l’Olimpico e Trigoria”.

Diamoutene alle radio

“Ero emozionatissimo, i primi minuti veramente ero emozionato. Giocare qui è un qualcosa di incredibile. I miei compagni mi hanno aiutato tantissimo. Poi la nostra squadra ha vinto e quindi va benissimo. Tutto sommato ho giocato anche abbastanza bene e quindi sono contentissimo e ancora emozionato. Sono pronto e mi metto a disposizione della squadra da qui fino alla fine del campionato. Comunque davvero emozionante essere qui e giocare con compagni così importanti. Posso aggiungere una cosa? Forza Roma sempre!”.