giovedì, novembre 14, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORE: 47′ st Baptista.

La splendida rovesciata di Baptista

TORINO (4-4-2): Calderoni; Dellafiore, Di Loreto, Pratali (26′ pt Colombo), Ogbonna; Diana, Barone, Saumel, Vailatti (14′ st Abate); Amoruso (12′ st Rosina), Stellone. (Sereni, Natali, Corini, Bianchi). All. Novellino.

ROMA (4-3-2-1): Artur; Cicinho, Mexes, Juan, Riise; Taddei (16′ st Aquilani), De Rossi, Brighi (34′ st Cassetti); Menez, Pizarro; Baptista. (Bertagnoli, Panucci, Loria, Greco, Virga). All. Spalletti.

ARBITRO: Rocchi di Firenze.
NOTE: spettatori: 15 mila. Espulso al 47′ st Barone per doppia ammonizione. Ammoniti: Barone, Pizarro e Amoruso, Colombo e Cicinho, tutti per gioco scorretto. Angoli: 7 a 4 per la Roma. Recupero: 1′ e 2′.

Guarda le pagelle

Leggi il nostro commento alla partita

INTERVISTE

Spalletti(conferenza stampa)
“E’ stata una gara difficile, il Torino ha giocato una buona partita. Nel primo tempo noi abbiamo fatto molte bene. Abbiamo creato delle situazioni che potevano avere uno sviluppo migliore. Nel secondo tempo i cambi che ha fatto Novellino hanno dato una svolta alla squadra. La partita da lì è stata più difficile. Spesso hanno trovato l’uomo libero sulla via di mezzo che ci puntava la linea difensiva. Poteva fare gol il Torino, lo potevamo fare noi, tutte e due le squadre hanno avuto una forza difensiva importante. Nel secondo tempo abbiamo abbassato il ritmo, ma è dipeso dalla forza e dalla qualità del Torino. Oggi la squadra ha giocato con personalità è entrata in campo con grande autorità, vogliosa di determinare, anche se ci è riuscita nell’ultima azione. Le intenzioni, però, sono state corrette. Baptista? Grandissimo gol. Per il resto della partita può fare di più. Non è stato così produttivo come ci aspettavamo: lui può fare questo e quell’altro. Però siamo contenti, non è assolutamente una polemica. Il merito va dato per quella situazione che da’ tre punti ma il comportamento negli equilibri della squadra è altrettanto importante. Totti a Napoli? Lo vedremo, spero che continui il lavoro per rimettere a posto il problemino che ha e per essere in condizione di dare il suo apporto alla squadra. Aquilani? Gli manca il ritmo partita, ma quando gli passa la palla tra i piedi questo ragazzo lo conoscono tutti. Ha bisogno di giocare, è vicino al rientro e alle condizioni per sviluppare la gara. Cicinho stava bene, fermarlo in questo momento può togliere qualcosa al collettivo perchè dentro il contesto lui aveva evidenziato nelle ultime partite la sua qualità. Però bisogna riuscire a far quadrare il gioco di squadra anche quando viene a mancare qualcuno che ha qualità superiori e può dare qualcosa in più in base al momento che sta attraversando. Il Napoli ha perso? Sono cose a cui porre l’orecchio alla fine delle partite, per noi è fondamentale far correre le gambe e avere le intenzioni giuste. Durante l’arco di un campionato bisogna fare anche questi risultati e riuscire a mantenere la voglia e la determinazione. Ti può succedere di tutto se non sei al massimo della condizione come è successo a Catania. Se vinci un numero di partite e credi che quella successiva dipenda da ciò che hai esibito rischi di fare brutte figure. Il mio voto alla Roma di oggi? Alla mia squadra do sempre dieci, anche quando si perde, perchè analizzo l’impegno ed oggi è stato da dieci”.

Mexes(Roma Channel)
Straordinari nel lavoro difensivo…
“Grazie, ma è stato bravo tutto il gruppo. Non era facile anche se lo era sulla carta. Incontrato squadra compatta. Bravi a gestire e a provare a fare gol fino alla fine. Erano tutti dietro e non era semplice. Peccato per il gol sbagliato, ma era importante la vittoria”.
Gran gol di Baptista, tu gli hai fatto un grande assist.
“Sì, lui ha fatto tutto, io l’ho messa dentro, dovevo solo fare quello, lui è stato bravo a controllarla e poi ha fatto quel gol. È roba da brasiliani e noi ne abbiamo in squadra. Io li faccio solo in allenamento”.
Oggi il Napoli si è fermato.
“Sì, ma dobbiamo guardare solo quello che dobbiamo fare noi, non guardare i risultati degli altri e recuperare i punti persi. Una bella vittoria come oggi è importantissima per guardare in alto”.
Adesso l’Inter e poi il Napoli, un momento importante.
“Mercoledì sarà fondamentale per andare avanti. Proveremo ad andare più avanti possibile, poi al Napoli penseremo giovedì”.
L’Inter, avversario di mercoledì in coppa ha perso.
“Non capita sempre che perdano. Noi dobbiamo cercare di vincere, sarà una finale anticipata, fondamentale anche se c’è da fare ancora molta strada in Coppa Italia”.

Baptista (Sky)
Una settimana magica. Prima la doppietta alla Sampdoria e adesso il gol al Torino.
“E’ stata una partita molto difficile. Non ho avuto molte occasioni da gol”.
Campo molle, hai avuto problemi di equilibrio.
“Una partita diversa rispetto a quella con la Sampdoria. Dovevo cambiare gli scarpini. L’importante è il lavoro di squadra. Sono contento”.
Siete a tre punti dal Napoli.
“Noi dipendiamo solo da noi stessi. Abbiamo molte possibilità. Dobbiamo continuare a lavorare in questo modo”.
Adesso rientreranno Totti e Vucinic. Tornerai a fare il trequartista?
“Penso che possiamo giocare tutti insieme e possiamo fare un grande lavoro”.

Cairo (Sky)
“Abbiamo fatto un secondo tempo molto buono, costruendo delle occasioni. All’ultimo minuto, su un fallo contestato, i nostri giocatori hanno protestato, gli altri hanno battuto la punizione velocemente. Il fallo probabilmente non c’era ma anche se non c’era, dovevamo stare molto attenti perchè il rischio era quello di prendere gol, come infatti è successo nell’ultimo minuto. È un peccato assoluto perchè, ripeto, avevamo fatto una buona partita, soprattutto nel secondo tempo. Rosina? Ha fatto una buonissima prestazione, sicuramente è un giocatore importante e Novellino lo terrà in grande considerazione. Io non sto qui a discutere una scelta tecnica o un’altra ma certamente Rosina farà delle buone cose e per noi sarà importante in questo finale di campionato. Dobbiamo lavorare bene sul campo, come ha fatto Novellino con la squadra, e tenere alto il morale. È molto importante in momenti difficili come questo tenere duro e impegnarsi ancora di più. Il mercato? Da parte mia vedrò tutto quello che posso fare per dare oltretutto qualcosa in più alla rosa, che sembrava buonissima a inizio anno. Tutti metteremo tutto il meglio per ripetere partite come quella contro la Roma ma con risultati diversi da questo”.