mercoledì, Ottobre 21, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi la nostra presentazione della partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
PRESENTAZIONE PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

da forzaroma.info

DI BENEDETTO

“Si sono visti dei progressi rispetto ai precedenti impegni, segno del lavoro che si sta facendo. Bisogna avere pazienza perché il progetto è appena cominciato”.

LUIS ENRIQUE A MEDIASET

Serata infelice: cosa non ha funzionato?

“La finalizzazione, abbiamo creato molte situazioni contro un’ avversaria in atteggiamento difensivo che ci ha messo in difficoltà. Non aver fatto tanti goal è stato il problema odierno”.

Perché c’è il problema del goal nonostante la squadra stia lavorando bene?
“Non ho la formula magica per cambiare velocemente le cose. Serve tanto lavoro e pazienza, cose che chiedo anche al pubblico”.

Alla sostituzione di Totti lei è stato fischiato ma lei ha agito lo stesso in quel modo.
“La decisione più importante è pensare al bene della squadra ed anche se è stata una scelta che ha creato scalpore la rifarei lo tesso, nonostante il risultato”.

Cosa voleva fare sostituendo Totti a livello tattico?
“Accetto le critiche di tutti per questa mia scelta. Dopo che abbiamo subìto il goal del pareggio definitivo la partita era finita ed è facile criticare. Le mie scelte non possono essere condizionate da quello che dicono i tifosi o la stampa”.

La squadra segue, ha in testa, il gioco di gruppo che lei vuole attuare come allenatore?
“Il giorno in cui i calciatori non mi seguiranno finirà il mio lavoro qui ma non avverto queste problematiche. Sono a Roma da trenta giorni, non è una situazione che si può rovesciare in così poco tempo”.

LUIS ENRIQUE A SKY

Commento sulla serata?
Sono molto dispiaciuto soprattutto per la gente. Abbiamo avuto molte occasioni ma purtroppo non le abbiamo sfruttate.

Sostituzione Totti, la rifaresti? È una scelta che rifarei perché al momento era il meglio che potessi fare. Sono responsabile di quello che è accaduto ma ho pensato di mettere più freschezza.

Perché non segnate? È colpa della poca esperienza? Non è questo. I giovani della Roma sono forti e con carattere. Dobbiamo solamente essere più concreti sotto porta.

Ti aspettavi tutte queste difficoltà ambientali nel gestire a Roma Totti? Francesco è un giocatore del gruppo. Ero consapevole delle difficoltà riscontrate anche dagli altri allenatori. Totti è una persona stupenda, un giocatore straordinario, ma deve capire che ho la responsabilità di tutto il gruppo. Voglio però sottolineare che la prova dei miei è stata positiva e che siamo fortemente in crescita.

La gente avrà la pazienza di aspettare un gioco in pieno stile Barca? Non sono qua a simulare il gioco del Barcellona, in quanto sono consapevole che quel modello è dettato da giocatori che sono unici. Contestazione dei tifosi? Sono dispiaciuto, purtroppo ne prendo atto.

LUIS ENRIQUE IN CONFERENZA STAMPA

Non pensi che la questione Totti possa spaccare la squadra? Non vedi questo problema o non ti spaventa?
Evidentemente mi interessa tutto ciò che riguarda la squadra. Chi lo dice che la Roma senza quel cambio avrebbe vinto? Non credo sia il caso di giustificare ogni mia scelta

Tecnicamente parlando, quando Totti è uscito, è uscita dal campo anche la squadra. Hai già parlato con lui?

Non ho parlato con nessun giocatore, devo parlare prima con la stampa come si usa qui. Subito dopo le partite poi non mi piace parlare con i giocatori, è’ una situazione sempre delicata. Rispetto le vostre domande e i vostri pensieri, ma sono io che scelgo e non devo giustificare ogni cosa

Forse non era il caso di tenere Totti in campo visto i tanti giovani presenti?
Immagino che questa non sia una situazione nuova a Roma, ci sono passati già tanti allenatori. Ripeto, quello che ho fatto l’ho fatto per il bene della squadra anche se il risultato dice il contrario. E poi non è detto che con Totti lo Slovan non avrebbe segnato, nessuno può mettere in discussione le mie scelte

Non servono giustificazioni, ma spiegazioni, anche per un rapporto leale tra noi e lei…

Potete chiedere quello che volete, ma anche io posso rispondere come voglio. Se mi fate sempre la stessa domanda, risponderò sempre con la stessa frase

Si sente in sintonia con l’ambiente? Manca personalità a questa squadra visti i tanti giovani?

Io sono venuto qui per creare un gruppo di giocatori nuovo, per avviare un progetto nuovo in un club in cui non si vince da parecchio. Sarà il tempo e saranno i risultati a dire cosa abbiamo fatto. Ripeto, ho scelto i giocatori che ritenevo i migliori per questa gara

Non ritiene che in partite come queste serve un po’ di esperienza, penso a Taddei. Non è più una sua prima scelta?
Al posto di Taddei gioca semplicemente un altro giocatore, tutto qui. Lo preferisco a lui

Bojan può giocare meglio di così? Alla società ha chiesto due centrocampisti?
Oggi è stata una giornata storta per tutti gli attaccanti, anche per Caprari. Per quanto riguarda il mercato, ripeto che stiamo lavorando di pari passo con la società per migliorare la rosa

Ti senti le spalle abbastanza grandi per sopportare la diatriba con Totti?
Non so cosa mi riserverà il futuro. Posso solo promettere che continuerò a lavorare, mi piacerebbe lavorare sempre in sintonia con i tifosi. La priorità del mio lavoro è scegliere, e continuerò a farlo

LUIS ENRIQUE a ROMA CHANNEL

Peccato, la Roma stava giocando bene. Poi un calo fisico che ha fatto la differenza…
“Non è un aspetto fisico, abbiamo preso gol in contropiede”

L’aspetto ambientale a Roma non è semplice. Totti è un simbolo della storia giallorossa. Si parlerà molto della sostituzione…

“Io prendo le decisioni che ritengo opportune. Rispetto i tifosi ma io vedo i ritmi degli allenamenti e poi durante la partita decido le sostituzioni”

Si aspettava i fischi dello stadio?
“Ovviamente mi dispiace ma bisogna guardare avanti. Il calcio va così”

Sensazioni al termine della partita? Avrebbe fatto qualcosa di diverso vista dopo la gara?

“No, avrei cambiato il risultato. Alla fine siamo stati sfortunati”

Bojan un po’ emozionato. Ha avuto due occasioni e non le ha sfruttate…
“Presto si raggiungerà il livello giusto”

SABATINI A MEDIASET PREMIUM

Serata da cancellare. La squadra era tosta e dunque era difficile, la squadra paga la lacuna di segnare pochi goal.
“A volte le grandi cose si costruiscono anche su situazioni così difficili. La squadra ha giocato veramente bene, è riuscita fino al goal del pareggio a fare la partita ma onestamente devo complimentarmi con i ragazzi che hanno interpretato bene la gara. Non ho nulla da recriminare e non è una serata da dimenticare.

Polemiche sul cambio di Totti.

“Sono fischi immeritati nei confronti del tecnico. Abbiamo costruito molto quest’ oggi e Totti ha fatto una buonissima partita finchè è stato in campo e questa sorta di contestazione si fonda più su un sentimento che su un’ analisi vera e propria. Si convive difficilmente con le sconfitte. Per quanto riguarda il mercato mi assumo le responsabilità di alcuni ritardi ma si sta lavorando per fare il meglio possibile per la squadra”.

Tra poco arriverà anche Kjaer…
“E’ già arrivato a Roma ma dobbiamo formalizzare alcune cose con lui, chiarire alcuni aspetti della faccenda. A Palermo ha dato segnali di essere un grande calciatore e sarò contentissimo quando firmerà il contratto”.

Su De Rossi?
“Si parla con costrutto da ambo le parti, lui vuole rimanere alla Roma e quindi faremo di tutto per trattenerlo con noi”.

Il risultato è un po’ bugiardo… ma Borriello non fa più parte del progetto della Roma?
“Finchè sarà con noi rimarrà una soluzione importante. Si allena con impegno ma devo dire con molta onestà che per sfruttarlo al massimo lo si deve impiegare in modo diverso. E’ un ragazzo che mi ha colpito anche nei suoi comportamenti al di fuori del campo”.

E’ una serata difficile da digerire ma in un momento così difficile il progetto dei giovani può essere vincente ma alle lunghe… data la presenza di elementi della vecchia guardia non sarebbe stato meglio affidarsi ad elementi del genere, con partite in più come esperienza?
“Mi piace assumermi le responsabilità, siamo noi che abbiamo voluto una certa politica e non dobbiamo subito disconoscerla. Mi sono presentato in sala stampa per ricordare questo, la politica è del tecnico  e della Roma”.

Già in discussione l’ allenatore?

“Assolutamente no perché abbiamo fiducia in lui e nel suo lavoro. Dobbiamo essere sicuri delle nostre scelte e lo siamo, non chinando la testa di fronte ad un episodio. C’ era amarezza nella squadra ma anche consapevolezza di poter fare molto meglio”.

Quando è uscito Totti la squadra ha dato la sensazione di sgonfiarsi, di perdere sicurezza, dato che lui è un punto di riferimento soprattutto per gli elementi più giovani.
“E’ un ragionamento pertinente, il carisma di Totti in campo aiuta molti calciatori ma questo non significa che l’ allenatore non possa fare un cambio simile. Totti ha speso molto dal punto di vista fisico questa sera ed ha dimostrato affidabilità e volontà di concorrere per costruire qualcosa di importante”.

Cosa le ha detto quel signore con la maglia giallorossa al termine della partia?
“Non si può riferire…”

SABATINI A ROMA CHANNEL

Commento sulla eliminazione?
La partita è stata giocata con intelligenza e con un furore adeguato alla situazione. Sono molto amareggiato, ma devo riconoscere che la squadra non si è comportata affatto male. Abbiamo purtroppo scontato dei ritardi dovuti al passaggio di proprietà. Mi prendo le mie responsabilità per non aver completato l’organico in tempo per il primo turno di Europa League.

Come interpreta questa uscita con una squadra così di basso livello?Ho visto anche cose positive. Ho osservato con piacere che la squadra è scesa in campo con quell’idea di gioco che avevamo voluto sin dal primo momento. C’è un’amarezza veramente sconfinata. Non avrei mai voluto iniziare la mia esperienza in questa maniera, ma sarebbe sbagliato non sottolineare la prestazione dei nostri giocatori.

Il cambio di Totti?
Probabilmente Luis Enrique ha visto un calo fisico di Francesco dovuto alla sua grande prestazione anche dal punto di vista del non possesso. Sicuramente non posso negare che è stata una sostituzione sfortunata

Mercato?
Non possiamo sbagliare. Arriveranno sicuramente due giocatori di livello che faranno in modo di sollevare la stagione

BOJAN A MEDIASET

Gara sfortunata stasera: tante opportunità ma pochi goal…
“Tante occasioni da goal ma la palla non voleva entrare. Credo che oggi abbiamo giocato molto bene. ”.

Ti aspettavi la sostituzione di Totti?
“In questo momento non credo che devo dire qualcosa io al riguardo…”

Bisogna lavorare sulla finalizzazione, magari eri emozionato nell’approccio all’Olimpico..
“Sì, ero un po’ emozionato ma mi sentivo bene. Credo che la Roma ha fatto una grande partita ma comunque
stiamo all’inizio”

A che punto sei fisicamente?
“Non sto al 100%, non ho giocato per molto tempo con il Barcellona. Ma il mio ritmo sta aumentando”

Ora rimane il campionato. Qual è l’atmosfera nello spogliatoio?
“Noi siamo molto tristi per i tifosi. Noi abbiamo dato il massimo ma il calcio è così, ed è ingiusto. Ma non abbiamo tempo per stare tristi e ci dobbiamo rialzare”

BURDISSO ALLE RADIO

La stagione non è sicuramente partita bene. Ci dispiace anche per la nuova presidenza. Sappiamo che sarà un anno difficile e quindi non possiamo fare a meno dei nostri tifosi. Spiegare ai tifosi come sia stato possibile sbagliare 20 palle gol in 2 partite sarebbe inutile. Dobbiamo voltare pagina e andare avanti

Totti? Francesco ha reagito bene. Si è comportato da vero capitano e quindi non ci sono affatto problemi.

BURDISSO A SKY

Dovevamo fare quel passo che si aspettavano tutti, i tifosi, la società, l’ambientei. I ragazzi anche quelli nuovi hanno giocato molto bene, ma non abbiamo passato il turno, non abbiamo portato la Roma dove merita

Ti sei stupito del cambio di Totti?
Si, però è una scelta del mister e va rispettata. Continuo a dire, è positivo quello che abbiamo fatto vedere ma non abbiamo portato la Roma dove merita, bisogna prendersi la responsabilità e guardare avanti

Sono arrivati tanti giocatori, altri ne stanno arrivando. Siete tanti, cosa succede?
Non lo so, veramente. Abbiamo cercato di fare bene, abbiamo creato tanto, loro hanno fatto 2 tiri in 2 gare. Adesso sarà un anno durissimo, saremo in tanti. I più grandi devono metterci la faccia, e guardare avanti.

PERROTTA MIXED ZONE

La soddisfazione per il gol è sicuramente passata in secondo piano. Abbiamo creato tantissime occasioni gol, ma se non si sfruttano c’è poco da fare. Messaggio ai tifosi in riferimento alla sostituzione di Totti? I supporter pagano i biglietti ed è giusto che contestino chi vogliono e come vogliono.

PERROTTA A MEDIASET

Fuori dall’ Europa League
“Lo Slovan ha fatto pochissimo per qualificarsi ma siamo già a rimpiangere qualcosa. Nel calcio purtroppo funziona così”.

Perché in emergenza si è fatto a meno di gente di esperienza come Taddei e Brighi lasciando spazio ai giovani?
“Siamo tanti in rosa, è una domanda spigolosa. I giocatori che dice lei faranno bene nel corso della stagione sicuramente. Il non fare goal stasera non è stata una questione di inesperienza, si tratta di momenti che gli attaccanti passano”.

Perché il cambio di Totti? Ve lo siete chiesto in campo?
“Sono decisioni del tecnico in cui non entro in merito ma dalla sua uscita, è vero, la squadra ha avuto un’ inversione di tendenza”.

La Roma nelle due gare ha fatto di più ma è mancata in fase di realizzazione. E’ il destino delle grandi squadre, saper interpretare, attaccare e mettere in difficoltà le avversarie. La manovra della prima mezz’ ora del secondo tempo è stata la migliore della partita.
“Al momento non siamo alla pari delle big italiane, dobbiamo lavorare molto. Lo Slovan è molto inferiore a noi e ha fatto molto poco per meritare la qualificazione. Mi dispiace molto ammettere questo ma è la realtà. Siamo un cantiere aperto sotto tutti i punti di vista, ci vuole tempo”.

Cos è cambiato tatticamente con l’ avvento di Luìs Enrique?
“E’ cambiato molto perché in Italia siamo abituati a verticalizzare subito anche con lanci lunghi dalla difesa. Luìs Enrique invece vuole un fraseggio molto corto ed è tutta un’ altra storia, due situazioni completamente diverse ed in questo nuovo modo di giocare ci divertiamo di più”.

Siete abituati a vedere un tecnico che arriva a Roma e toglie subito dei senatori. Ti aspettavi un coraggio così?
“Non entro in merito in queste cose, ripeto. E’ sbagliato riprendere l’ allenatore, è giusto che lui faccia le sue scelte”.

WEISS

“Totti è la Roma e la sua sostituzione ci ha agevolato la strada verso il pareggio” le parole di Vladimir Weiss, tecnico dello Slovan al termine del pareggio tra Roma e Slovan.  “L’eliminazione dell’Italia contro la Nazionale e quella della Roma stasera sono due grandi pagine per il calcio slovacco.  Totti Ha voluto regalarmi personalmente la maglia e di questo ne vado fiero”