martedì, ottobre 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: Panucci al 17′ p.t., Vucinic al 31′ p.t.

ROMA (4-1-4-1): Doni; Cicinho, Mexes, Panucci, Riise; Brighi; Taddei, Perrotta, Aquilani, Menez (22′ st Virga); Vucinic (34′ st Okaka). (Artur, Loria, Filipe, Brosco, Montella). All. Spalletti.
ATALANTA (4-4-1-1): Coppola; Garics (37′ st Marconi), Talamonti, T. Manfredini, Bellini; Defendi (1′ st Valdes), Cigarini, Guarente, Padoin (38′ pt De Ascentis); Doni; Floccari. (Consigli, Capelli, Rivalta, A. D’Agostino). All. Del Neri.

ARBITRO: Tagliavento di Terni.
NOTE: Spettatori 35mila circa. Ammoniti Vucinic, Cigarini, De Ascentis, Virga. Recupero 2′ pt, 4′ st.

Guarda le pagelle

Leggi il nostro commento alla partita

Guarda le foto della partita

Guarda le foto di Luciano Rossi

LE INTERVISTE

SPALLETTI (CONFERENZA STAMPA)

“Siamo stati bravi a sfruttare il calcio d’angolo per segnare il primo gol. Bello anche il gol di Vucinic. Abbiamo rischiato poco, la tranquillità dei ragazzi è importante. I tifosi hanno riservato attenzioni ai ragazzi. La formazione iniziale ci ha consentito di sviluppare la manovra. L’Atalanta è stata aggressiva. Dobbiamo essere esigenti e pignoli. Professionisti, insomma. Menez è un giocatore che può diventare qualitativamente importante, ma deve avere più continuità. Brighi grande partita. Ho abbracciato Vucinic perché i giocatori vanno fatti sentire tranquilli. Siamo fiduciosi nel recupero degli infortunati. Con il Bordeaux De Rossi ci sarà, è già uno e non è poco. Poi vediamo, oggi Baptista ha corso un pò. Tonetto’ Ha questo dolore al costato che gli impedisce di correre”.

ROSELLA SENSI

Avete vinto, ma pensavate al Bordeaux?
Non credo che la testa fosse a Bordeaux, soprattutto contro un’Atalanta di fronte che sta bene in classifica. Complimenti alla squadra e ai ragazzi”

Le indiscrezioni di questi giorni, è vero che ci sono state liti?
“Eh si lo devo confessare, tutti i giorni litighiamo io e Spalletti (ironica). Non mi sento di giustificare cose che non esistono, non ci sono problemi, siamo sereni lo posso dire per i tifosi. E’ ovvio che quando le cose non vanno bene magari la stampa cerca qualche pretesto ma non è così. Noi siamo sereni. Mi conforta vedere che la squadra ha riacquistato la fiducia giusta”.

La Lazio è prima in classifica.
“Preferisco non commentare e pensare alla mia Roma”.

Totti rientrera in Champions?
“Non lo so, ci spero, ma credo sia meglio che giochi quando sta bene. Abbiamo una rosa tale da non far sentire la mancanza di chi sta male”.

Su Mourinho
“Per Mourinho come allenatore parlano i numeri, come personaggio credo che ci volesse uno come lui nel calcio italiano”.

A Spalletti oggi sono piaciuti tutti.
“Noi dobbiamo andare passo per passo, gettare le basi per essere tranquilli e dare sempre di più. Anche se oggi siamo stati quasi perfetti”.

Più merito della Roma quindi che demeriti dell’Atalanta.
“Io l’ho vista come sempre, siamo stati bravi noi a non concedere, sono stati tutti bravi”.

PANUCCI

Una vittoria di personalità…
“Era un momento dove dovevamo dare un segnale. Stavamo facendo bene ma a Genova abbiamo raccolto poco”.

Sei uno dei difensori più prolifici in serie A
“Io non ho mai battuto un rigore. Sono felice e contento. Ho avuto il merito di lavorare con entusiasmo”.

Si è rivista la vera Roma?
“Ancora non è la vera Roma. Stiamo facendo il massimo. Adesso siamo cinici, ma non abbiamo ancora il palleggio di una volta”.

Mercoledì c’è il Bordeaux. Sfida da dentro o fuori?
“Sarà molto importate e decisiva. Non so se è da dentro o fuori però dobbiamo andare a Bordeaux a vincere”.