venerdì, Giugno 05, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

da romanews.eu

TOTTI A ROMA CHANNEL

Ti è piaciuta la maglia “The king of ROME is not dead”?
“Si, anche perchè penso sia la verità, sono contento di non essere morto e di essere un giocatore importante per la Roma. Spero di continuare così in futuro, voglio continuare a dare un grande contributo a questa squadra”
Oggi partita vinta con cosa?
“Con l’orgoglio della grande squadra, oggi potevamo solo rimetterci, invece abbiamo detto la nostra in zona Champions. Fino a due settimane fa ci davano per spacciati, invece ora siamo ad un solo punto dal quarto posto”
Vedrai la clip con i gol tuoi e di Baggio
“Non la perderò, siamo due giocatori importanti. Ringrazio Roberto per quel che ha fatto vedere negli anni in cui ha giocato, è stato uno dei più forti al mondo. Io personalmente sono contento di averlo superato”
Questo record e quella frase valgono più di un pallone d’oro? Quella frase è un riconoscimento internazionale per quel che hai fatto
“Io ho ripreso questa frase dopo averla sentita alla radio nel derby. E’ una dedica reale, sono contento”
Cassetti e Rosi domani guferanno, tu la vedrai la partita?
“Non la guarderò mai, mi da fastidio. Le possibilità nostre sono ridotte, aspettiamo di vedere cosa faranno domani. Noi ci proveremo con volontà e determinazione di ribaltare questa situazione”
L’espulsione di Daniele
“Mi dispiace per lui, gli siamo vicini, è un giocatore importante. Va tutelato anche se sinceramente ha sbagliato. In campo queste cose capitano ma lui rimarrà un giocatore importante a livello internazionale”
E Rosi?
“Un altro grande romano, ha dato la vittoria a noi, se non avesse segnato lui mi sarei sentito in colpa per il rigore sbagliato”

TOTTI ALLA RAI
206 gol. Hai sbagliato il rigore perchè non avevi la maglia con 207?
“Non pensavo alla tripletta, pensavo solo a superarlo. Sbagliare era l’unico modo x festeggiarlo”
Cosa credi stia pensando Baggio ora?
“Un giocatore del suo calibro ha fatto la storia del calcio. Non mi aspettavo di superarlo ed è un grandissima soddisfazione perchè è uno dei giocato più forti del mondo.Quando stai bene di testa puoi fare grandi cose.”
Oggi è stato il giorno della beatificazione di Giovanni Paolo II su cui hai speso delle parole positive. Hai raggiunto il tuo obiettivo in un giorno così importante.
“E’ un personaggio troppo importante a livello mondiale. Sono contento d’essere cattolico e di credere in questa religione. Sono onorato e lo ringrazio perchè è un personaggio che rimane dentro.”
Sulla punizione: avevi pensato di buttarla direttamente in rete?
“No, inizialmente volevo farla toccare alla barriera e calciare dritto, poi ho visto che la barriera si spostava e si è creato un buco e sono riuscito a metterla là. Rivedendolo è stato un gran gol.”
Rimpianti per quanto riguarda la nazionale attualmente?
“Fino a 2 mesi fa mi davano per spacciato, mi criticavano spesso e volentieri, ero il male della Roma. Ora sono diventato il leader, come lo sono sempre stato. Penso a me stesso e basta. La nazionale penso sia fatta per i giovani. Mister Prandelli ha fatto un grande gruppo che può fare un grande europeo. Teniamoci stretti questi giovani.”
Sul futuro di Montella: hai detto parole importanti nel rivolerlo il prossimo anno.
“Non ho detto che voglio che rimanga. Ho detto che può diventare un grande allenatore e mi farebbe piacere se lo diventasse con la Roma. Poi se dovesse arrivare Ancelotti o Guardiola, ben vengano. Ma se dovessimo puntare su uno giovane me lo tengo. Lo tengo in casa e lo me lo tengo ben stretto. Anche perchè fino adesso ha dimostrato di essere un grande allenatore, con grandi potenzialità. Però non ho detto che voglio che rimanga perchè sennò poi dicono che faccio io la squadra, che decido tutto io.”
La fai tu la formazione o no, visto  che giochi sempre
“Sono 19 anni che gioco in serie A e non ho mai fatto una formazione.”
A De Rossi ultimamente parte spesso la brocca in campo
“In campo quando non ottieni i risultati che vuoi non riesci ad essere lucido. Lui è un giocatore molto importante e ci mancherà tantissimo. Mi spiace per quello che ha fatto ma purtroppo capita nel calcio.”

TOTTI A SKY

“Quando ho capito che potevo diventare un grande centravanti? Con Capello giocavo con cassano ma non facevo la prima punta e poi l’ho fatta con Spalletti e da lì ho fatto tantissimi gol stando tanto vicino alla porta. Il futuro non ho parlato con Baldini, Sabatini o DiBenedetto. Spero che stiuamo lavorando sottoi sotto, che stiano facendo grande squadra. di grande spessore. Io non ho parlato con nessuno. Io finchè non vedo…Una squadra non la fa un giocatore ma la squadra. Quando abbiamo vinto lo scudetto c’era Batistuta, ma c’era anche grande squadra dietro. Se sono più forte io o Baggio? Ognuno ha il suo parere e il suo giudizio personale, un dono mio è che non ho invidia per nessuno. E’ stato uno dei calciatori più forti e lo ringrazio per quello che ha fatto vedere. La mia storia con la Roma? Sono fiero di quello che ho fatto per la Roma e lo continuerò a fare. Io ho vinto il Mondiale e Baggio no? Giocava con una gamba sola lui. Se vendo la casa (ride, ndr)? La vendo a 10 così non la compra nessuno. Domani chi tifo? Non c’è da dirlo”

TOTTI A SKY (indossa una maglia con su scritto THE KING OF ROME IS NOT DEAD)
Il re di roma non è morto.
“Non morirà mai, so quello che posso dare. Sono contento di avere superato un altro record e spero di continuare a questi livelli.”
Serata thrilling, massimo delle emozioni.
“La pecca è il mio secondo rigore sbagliato, stavo per comporomettere tutto l’anno. Poi con forza, volontà e cattiveria abbiamor eagito da grande squadra.”
La sintesi di questa stagione alti e bassi? Tanto nervosismo e ben due espulsioni, una certa fragilità difensiva…
“Quando non ottieni certe cose in campo poi reagisci e fai cose che non vanno fatte. Però il gruppo è unito ed ha voglia di dimostrare che è ancora vivo.”
Domani sfida all’Olimpico tra Lazio e Juve.
“Se avessimo pareggiato sarebbe finito tutto, invece stando ad un punto metteremo pressione alla Lazio. Ora sta a loro fare una grande prestazione”

TOTTI A MEDIASET

Partiamo dalla maglietta celebrativa “The King of Rome is not dead”
“Io l’ho sempre pensato anche oggi ho dimostrato che questa scritta è reale, sono contento di quello che sto facendo e sono sicuro che lo farò ancora”
Se segnavi il rigore era 207
“L’ho sbagliato apposta perchè avevo solo questa, importante era ottenere solo i 3 punti, una grande rimonta in 10, i tre punti sono importnati”
Da capitano sei arrabbiato con De Rossi?
“Il nervosismo in campo ci sta, non sono riuscito a vedere quello che ha fatto Daniele, noi gli stiamo vicino perchè è un giocatore nostro e gli vogliamo bene e può dare tanto”
Lotta per il quarto posto
“Adesso sta  ai cugini fare una grande partita, nelle prossime 3 partite cercheremo di fare bottino pieno”
Tiferai Lazio?
“Mai”

TADDEI ALLE RADIO
“Dobbiamo essere preparati e rispettare ogni squadra che affrontiamo. Oggi abbiamo perso un po la testa, nel calcio il nervosismo capita. Ma abbiamo preso i tre punti ed era questo l’importante”
Il tuo futuro sarà a Roma o tieni aperta la porta?
“Io sto nella Roma. Ho un contratto ancora lungo, se è la Roma a volermi è un’altra situazione. Sto benissimo alla Roma, con la società, i tifosi e i compagni. Non ho problemi qui”
Lanci una sfida al Milan che verrà a Roma per cercare di vincere lo scudetto?
“No anche perchè questo è normale. Loro sono ad un punto dallo scudetto. Li aspettiamo con tanta voglia anche noi”
Roma deludente
“Io spero di essere deludente fino alla fine e fare i tre punti come oggi. L’importante è quello. Da domani prepareremo la partita con il Milan. Pensiamo solo a noi”
Il record di Totti che ha raggiunto e superato Baggio?
“Sono due miti del calcio Baggio e Totti. Dobbiamo fargli i complimenti perchè è un traguardo importante per un giocatore importante che secondo me poteva fare tanti gol anche prima. Ma ha avuto tanti infortuni per cui complimenti”
Sembri una sorta di portafortuna. Entri nella ripresa e la Roma vince
“L’importante è essere sempre a disposizione efare del proprio meglio. Spero di essere sempre in forma ma le decisioni dell’allenatore vanno rispettate per cui anche quando si parte dalla panchina bisogna essere sempre pronti”

TADDEI A MEDIASET
Montella ha detto che bisognava giocare sulle fasce. Il tuo ingresso è stato determinante
“È sempre difficile giocare in inferiorità numerica, ce l’abbiamo messa tutta e abbiamo fatto 3 punti, era il nostro obiettivo”.
Tutti ti davano in formazione. Ci sei rimasto male?
“Tutti vogliono giocare dall’inizio, ero concentrato, non ci sono rimasto male, aspettavo la mia opportunità e di dare il mio contributo. Non mi lamento mai e cerco di motivare i miei compagni”.
Adesso c’è la Lazio nel mirino.
“Domani penseremo al Milan, abbiamo commesso tanti errori in questo campionato e per non farli più ci dobbiamo allenare tutta la settimana pensando al Milan”.

TADDEI A SKY
Meriti di Montella?
“Lui cerca di motivarci al massimo e lo farà già domani per la prossima partita.Non aspetta gli ultimi giorni per questo noi diamo il massimo”
Perchè Ranieri quanto aspettava?
“No io parlo di questo allenatore non del precedente io avevo un buon rapporto anche con Ranieri Montella comunque sta facendo bene”
Siete tornati a un punto dal 4 posto ma prima spogliatoio spaccato, mentre ora sembrate convinti su Montella?
Non parliamo di questo parliamo delle squadre che affrontiamo e giochiamo al massimo per i tre punti, ci proveremo noi siamo la Roma e dobbiamo stare in alto”
Perchè siete sempre nervosi?
“Perche ci serve il risultato diamo il 1000% il nervosismo ci può stare ma dobiamo evitare che riaccada nelle prossime partite dobbiamo lavorare per questo.”

TADDEI A ROMA CHANNEL
Bella partita vinta con carattere ma con qualche problema di troppo, come l’ha vinto la Roma?
“Col cuore, lottando fino alla fine. Siamo riusciti a fare 3 punti che era il nostro obiettivo”
Gol di Rosi imoprtantissimo
“Siamo contenti, ci mette sempre la grinta. Io lo conosco bene, lo vedo spesso che si allena anche da solo, se la merita questa serata. E’ la sua serata insieme a quella di Totti che ha raggiunto un altro record importante. Poteva batterlo anche prima ma ha avuto tanti infortuni, sono contenot che è tornato a far sorridere i tifosi della Roma”
Un pò di nervosismo e confusione in questa partita
“Ci stava perchè cercavamo di fare la partita, non siamo riusciti però a fare gol. Ma il nervosismo a questi livelli è difficile da spiegare, speriamo non succeda più perchè sono giocatori importantissimi per noi (De Rossi e Perrotta ndr)
Per andare in Champions conta anche la partita della Lazio
“Noi abbiamo commesso tanti errori quest’anno, dobbiamo preparare la nostra partita col Milan, cercheremo di fare allenamenti concentrati questa settimana”

ROSI A SKY
Dopo tanta tensione 3 punti in una partita folle grazie al suo gol di pancia. Era più uno stop o un tiro?
“No l’ho vista arrivare e l’ho colpita. E’ andata dentro e sono molto contento.”
Forse questo gol avvicina un futuro a Roma?
“Ora non è il caso di parlare di futuro. Sono contento del gol perché è importante per noi. Poi si vedrà a fine stagione.”
Che ti hanno detto i compagni?
“Erano ttti contenti, sono un ragazzo sempre disponibile e mi alleno al massimo. Mi faccio voler bene e loro erano contenti sia per me che per la vittoria”
Quando si gioca contro una squadra retrocessa ci si aspetta benevolenza? Fa innervosire che se la giochino fino in fondo?
“Mah no deve essere così. Non è giusto che le squadre retrocesse lascino punti. Oggi il Bari se l’è giocata fino alla fine e noi con un po’ di fortuna abbiamo fatto risultato.”

RIISE A SKY
Sospiro di sollievo?
“Si è stata una partita strana, ma siamo contenti. Abbiamo fatto un bel secondo tempo, abbiamo giocato meglio in 10.”
Anche a Brescia la Roma aveva giocato meglio in 10. Date qualcosa in più in inferiorità?
“Non lo so, non ho visto che ha fatto Daniele. Noi però ci crediamo sempre, sono partite da vincere. Sono contento del bel secondo tempo e dell’assist che ho fatto.”
Tu ne hai viste tante, anche al Liverpool. Cosa può dare una rimonta simile?
“Non lo so, questo è il bello del calcio. Ad Instanbul vincemmo col Liverpool e anche oggi.”
Riise la smetta di ricordare quella Champions a Costacurta!

RIISE MEDIASET

Una partita sofferta
“Una partita che abbiamo vinto, partita difficile abbiamo fatto un buon secondo tempo, in 10 abbiamo giocato meglio”
Sbagliato l’approccio?
“Calcio è cosi, a volta non possiamo giocare meglio”
Arbitro Russo, un giudizio?
“Non ho visto i rossi e i rigori. Ho visto calcio d’angolo per il Bari all’ultimo secondo. I tre punti sono veramente importanti.”
Avete parlato con De Rossi?
“Lui era già in doccia lui non è contento è un giocatore importante per noi”
Cosa vi ha detto Montella nell’intervallo?
“Ha detto che dovevamo giocare più esterni nel primo tempo abbiamo giocato troppo stretti, Borriello ha giocato un buon primo tempo”
Ora vi aspetta un derby per la Champions
“La Lazio è davanti a noi ma noi ci crediamo speriamo che domani la Lazio perde”
Era meglio affrontare il Milan che aveva vinto già lo scudetto?
“Non lo so, io penso che possiamo vincere.”

CASSETTI A ROMA CHANNEL
Che partita, vinta in questa maniera. Ci sono stati errori da parte nostra e dell’arbitro
“Sicuramente è stata una partita difficilissima, soprattutto il primo tempo perchè giocavamo non bene. Nel secondo tempo abbiamo inserito Borriello in attacco, poi è stato espulso Daniele (De Rossi ndr) e ci ha complicato le cose. Il pareggio non serviva oggi, dovevamo vincere a tutti i costi, anche rischiando. Alla fine è andata bene”
Cosa ha detto Daniele di questo gesto?
“Lui ha fatto fallo dopo che il giocatore del Bari aveva dato la palla, non ho visto bene, non posso dire niente”
Episodi comunque tanti…
“Si, anzi volevo dirvi che il rigore di Juan non era rigore perchè la mano era lungo il fianco. A parte Brescia anche oggi qualcosa non ha dato, penso al rigore non dato a Totti nel primo tempo, mano netto. Che dobbiamo fare, chiudiamo la pratica, abbiamo vinto, basta così”
Questa squadra non trova motivazioni con squadre inferiori
“Non è un discorso di motivazioni, noi avevamo l’assillo dei tre punti mentre il Bari era a mente libera. Quindi queste partite ti mettono in difficoltà. Alla fine abbiamo vinto all’ultimo secondo e va bene così”
Perchè andiamo sempre in difficoltà con avversari meno blasonati?
“Non lo so, il primo tempo si chiudevano molto e noi eravamo molto aperti, poi ripartivamo molto bene e facevamo fatica a chiuderli.”
Giocare con Totti, 206 in Serie A, per voi è una soddisfazione?
“Sicuramente, ormai è passato qualche anno da qundo giochiamo insieme, mi fa tanto piacere per lui, è un grandissimo giocatore, oggi poteva fare 207 quindi bisogna tirargli le orecchie. Ma oggi ha fatto un grandissimo gol su punizione, stupendo”
Quando ci credete alla Champions? Totti ha detto che non guarda mai la Lazio…
“Neanche io (ride ndr)”

CASSETTI ALLE RADIO
Vittoria  importnate. Quante chance ha la Roma di finire quarta?
“Dipende tanto anche dalla partita della Lazio di domani. Abbiamo ridotto lo svantaggio ad un punto, speriamo in un regalo della Juve”
Fondamentale il risultato della Lazio di domani
“Quando sei avanti è normale essere favoriti. Ora abbiamo portato il distacco ad un punto ma loro hanno una partita in più. Noi daremo il massimo per vincere tutte le partite magari con meno fatica di oggi”
Partita difficile
“Sicuramente il primo tempo abbiamo fatto fatica anche perchè il Bari teneva tutti sotto palla e ripartiva, noi non tenevamo il ritmo alto e questo non aiutava. Noi abbiamo cercato di dare tutto quello che avevamo perchè sapevamo che il pareggio sarebbe stato inutile”
Molte proteste del Bari sul secondo rigore concesso alla Roma
“A dire la verità ero molto lontano e non ho visto, io però ad esempio ho recriminato molto sul tiro di Totti deviato da Parisi con la mano. Quello è un errore clamoroso che poteva cambiare la partita, ma con il senno di poi va bene così”
Si parla di una Roma che ripartirà dai giovani: cosa si sente di poter dare l’esperto Cassetti alla nuova Roma?
“Quello che ho sempre dato in cinque anni: la ma disponibilità a tutti, il massimo impegno che non mancherà mai. E questa è una cosa fondamentale”
Il record di Totti?
“Posso solo fagli i più grandi complimenti. Ha fatto il primo gol su punizione che è stato strepitoso. peccato che non abbia segnato il secondo rigore. Non ci sono più aggettivi per Francesco. Si vede quanto tiene, come noi, ad arrivare al quarto posto”

MONTELLA A SKY

Serata thriller e Roma non di grandissima qualità, però grande volontà di cercare il risultato. E’ l’elemento vincente della serata?
“Si l’unica cosa positiva a parte il risultato. Non abbiamo fatto una bella partita né nel primo né nel secondo tempo. La partita racchiude la storia di questa annata e di tanti giocatori: siamo capaci di tutto e talvolta con la volontà sopperiamo a situazioni complicatissime. C’è questo dato importantissimo, questa voglia di vincere fino alla fine, anche in maniera scomposta e di questo un allenatore deve essere super contento. Ma arrivando così senza ordine non c’è da essere fieri e c’è da lavorare molto.”
Il gesto di De Rossi la ha delusa?
“Non lo so lo ho intravisto. Sicuramente non credo sia così grave come può sembrare. L’arbitro ha visto il braccio alzato e lo ha valutato diversamente da come possiamo valutarlo noi di aprte. Probabilmente ci può stare
Non una grande vittoria, ma ci sono 3 partite e questa rischia di diventare decisiva e darvi 20 milioni di euro…
Importantissima vittoria ai finie ella classifica e della convinzione. Credo che questa Roma e questi giocatori possano far4e di più ed io devo aspirare che giochino per 90 minuti al loro massimo.”
Non c’è tanto da lavorare, la stagione è quasi finita…
“Sicuramente, però spero si possa lavorare ancora. In settimana si possono migliorare delle cose così come abbiamo fatto la settimana scorsa, giocando una delle nostre migliori partite contro il Chievo con determinazione, qualità e velocità. Io voglio rivedere quella Roma e lavorerò con i ragazzi per rivederla.”
Nè Perrotta né De Rossi contro il Milan… Sarà la partita scudetto?
“Giocheremo ugalmente in 11, speriamo non sia la partita scudetto!”

MONTELLA CONFERENZA STAMPA
Quanto peseranno le espulsioni?
“Giocatori importanti aspettiamo il responso dell’arbitro ma saranno pesanti. Vedremo come andranno”
Ha detto qualcosa a De Rossi?
“Dal campo si è visto male, io l’ho intravista. Lui dice che si voleva difendere dall’uomo, l’arbitro ha interpretato diversamente e ci pulò stare. Non sono queste le cose importanti, l’importante è che non ci sarà”
Il rigore fischiato a Juan ci può stare…
“Io ancora non ho capito se l’arbitro ci ha favorito o ci ha sfavorito! Lo dico con sincerità, non ho rivisto le azioni con attenzione. Ma i giocatori devono abituarsi a reagire con prontezza alle situazioni. Non so se l’arbitro ha sbagliato o no”
Hai avuto l’impressione che la squadra fosse condizionata dalla scorsa partita di Romeo contro il Brescia?
“Ci può stare, ma mi ero raccomandato del contrario: di non protestare e di non diventare vittime di un possibile o probabile errore dell’arbitro. abbiamo già dimostrato di perdere equilibrio e lucidità e questo non va bene perché opi non sempre riesci a riacciuffare le partite. A Palermo è stato simile ed abbiamo perso”
Vucinic e Menez sono sembrati due giocatori che non avevano capito l’importanza della partita. Borriello e Totti, anche se non sono una coppia, hanno dato qualcosa in più. A chi darai fiducia?
“Credo che sia errato pensare solo alla voglia. C’è chi in determinate partite subisce di più mentalmente, proprio perché le reputa importanti. Sono stracontento di come Borriello è entrato in partita e di come la ha interpretata e di come si è sacrificato. Credo che quello sia lo spirito che poi ti fa fare la differenza. Un giocatore di grossa importanza che entra con tanta umiltà fa crescere il livello della squadra”
La Lazio la vedrai domani?
“Io sono sicuro che sono stati più loro ad aver visto noi. Non so se la vedrò, non so cosa farò a quell’ora. Ma dovevamo vincere e metter pressione a loro. E’ stata una domenica positiva sotto l’aspetto dei risultati, speriamo anche domani sia così”
Rosi ha detto che tu avevi annunciato il suo gol
“Si, me la sentivo perchè in quel lato si poteva spingere, gli è andata bene”
Pensiamo al Milan
“Si, domani ci riposiamo probabilmente e da martedi iniziamo a preparare il match di sabato”

MONTELLA MEDIASET
Hai tolto il tutore
“L’ho tolto perché mi faceva male, solo per quello”
Una gara sofferta, partiamo dall’espulsione di De Rossi
“Non l’ho vista la situazione, non mi voglio soffermare su questo, quello che  penso lo dirò a lui. Se l’arbitro ha visto probabilmente era cosi. Vediamo come risolverla internamente”
Russo ha sbagliato però
“Ma anche noi dalla panchina anche qualcuno che fa le domande”
La rimonta in 10 è riuscita, è un buon segno per il futuro?
“Sono lusingato dal sentire certi nomi per la panchina, non mi da fastidio sentire certi nomi è un motivo di orgoglio per me”
Un Totti che rende di più dal suo arrivo
“Sta facendo cose staordinarie non solo dal punto di vista realizzativo, se avesse segnato quel rigore ci avrebbe fatto patire un po’ meno. L’ho saputo dopo della maglietta sennò avrei scelto un altro rigorista.”
C’è qualcosa su cui lavoreresti di più?
“C’è tanto da lavorare la partita di oggi racchiude l’annata della squadra e di certi giocatori, a volte perdiamo la pazienza e l’equilibrio forse per troppa generosità. Di positivo c’è che la squadra vuole sempre risolvere situazioni quasi impossibili. C’è da lavorare sia per quest’anno che per il prossimo a prescindere da chi ci sarà sulla panchina.”
Cosa hai detto all’intervallo?
“Ho perso uno scudetto a Venezia, un altro ad Ancona so cosa succede, ci ho lavorato molto, ne abbiamo parlato molto prima della gara. Nel primo tempo hanno dimostrato di non essere molto presenti e l’ho fatto notare”
Hai detto ai giocatori di non protestare
“Credo che giocatori maturi come i nostri devono gestire anche queste situazioni, se si protesta si perde concentrazione e lucidità. Non voglio che accada anche se a volte è difficile. Non bisogna perdere energia per continuare a giocare”

MONTELLA ALLA RAI
Eri impassibile sul gol di Rosi che potrebbe valere la Champions.
“Per ora è così mi auguro di non cambiare perché altrimenti si perde di lucidità. Con questa squadra finchè non fischia la fine l’arbitro si deve rimanere lucidi, non si sa mai come può andare.”
La Roma ha avuto volontà anche se non nel primo tempo.
“Con la volontà siamo riusciti a ribaltare una situazione pericolosa, anche per nostro demerito. Non sono molto contento un questo senso c’è da lavorare molto  anche per quanto riguarda l’approccio alla gara.”
Totti: è un giocatore che tiene in piedi la Roma?
“Gioca a grandi livelli e noi lo ringraziamo di questo ma anche l’ ingresso di Borriello è stato utile alla causa. Si è dato molto da fare nonostante io lo faccia giocare poco .”
De Rossi e Perrotta: c’è nervosismo e tensione nella squadra o è occasionale?
“Perrotta sembra abbia sfiorato il fondoschiena ma nient’ altro. Non credo sia così grave ma se l’arbitro l’ha giudicata così. Ma i giocatori di una certa esperienza dovrebbero avere i nervi più saldi. Dovremmo migliorare.”
Contro il Milan senza De Rossi e Perrotta come la vedi?
“Lo affronteremo a viso aperto. Il Milan è una grande squadra e la Roma può tenergli testa. Mi auguro che avremmo più motivazioni in campo di loro anche perchè per noi vale molto di più.”
Su Ancelotti prossimo allenatore della Roma?
“Per me rimane una grandissima esperienza e l’anno scorso ero ai giovanissimi con grande passione e comunque vada rimango sereno.”

MONTELLA IN CONFERENZA STAMPA
Come stai con la spalla?
“Oggi un pò sofferente, quando stai in piedi fa più male, ma va bene.”
Sei sempre molto concentrato in panchina fino all’ultimo
“Questa squadra ci ha insegnato che finchè non fischia l’arbitro ci può stare tutto”
Analisi della partita
“Oggi si è vinto solo con la volontà, per un allenatore è importantissimo. Il resto però va migliorato, tanti errori nel primo e nel secondo tempo. Abbiamo perso equilibrio e lucidità, nel primo tempo approccio sbagliato. Tutto il contrario che contro il Chievo. Da quel punto di vista non sono contento e c’è da lavorare. Ma quando vedi la volontà di vincere, con i denti e le unghie, bisogna essere contento in quel senso. Però si deve pretendere di più”
Ha detto qualcosa Daniele sulla gomitata?
“Si, che voleva difendersi dall’arrivo dell’avversario. Poi l’ha però colpito un pò più su, l’arbitro ha interpretato diversamente. Accettiamo la decisione. Quest’episodio può condizionare il finale di stagione”
In questa settimana hai più panni sporchi da lavare o più panni puliti da stirare?
“Tutti e due, vediamo quale montagna è più alta. Ma c’è da lavorare tantissimo”

ROSI A ROMA CHANNEL
Aleandro, bella soddisfazione, un gol importantissimo, cosa hai pensato in quel momento?
“Ho visto quella palla arrivare e l’h spinta con la pancia, ho visto che si gonfiava, volevo andare dal mister, dai tifosi e poi sono andato dai tifosi. Lo dedico ai miei genitori, ai miei familiari e al mister che mi sta dando molta fiducia, oggi mi aveva detto entra e fai gol!”
Come l’hai presa?
“Di pancia”
Hai segnato il gol del 3-2 contro il Bari anche con il Siena
“Si, col Bari sono fortunato, speriamo che questo gol serva a qualcosa”
Quanto è difficile per voi giovani emergere, anche Cerci oggi ha segnato con la Fiorentina
“E’ stata un annata molto bella per noi, per me oggi è stata una soddisfazione enorme”
Ora tifi contro la Lazio
“Domani ci speriamo, se la Lazio rallenta noi ci dobbiamo credere”
Oggi è stata difficile più del previsto la partita
“Oggi è stata difficile, l’importante però era vincere anche se soffrendo, per arrivare al quarto posto”
Il futuro alla Roma lo vedi più positivo ora?
“Quest’anno è stato difficile per la squadra, per i giovani è difficile in una piazza come Roma, poi io sono anche romano. Tra poco farò 24 anni, sono giovane e ho voglia di giocare. Giocando si prende fiducia e condizione. Si vedrà a fine anno cosa è meglio per me”

ROSI ALLE RADIO
“Mancano tre partite e dobbiamo fare più punti possibili”
Secondo gol con la Roma in una stagione difficile
“Quest’anno è stato un anno difficile per la squadra. Cerchiamo di rimediare. Io sono un ragazzo che si fa volere bene e penso si sia visto, dopo il gol sono corsi tutti ad abracciarmi. E’ una gioia enorme per noi e i tifosi”
E’ la gioia più grande della tua carriera?
“Penso sia la gioia più grande della mia carriera. Speriamo di centrare l’obiettivo Champions”
Con Montella sembri aver trovato una certa continuità
“Io voglio ringraziare il mister che appena arrivato ha creduto in me e gli dedico questo gol. Lui mi ha detto “entra che sai tutto”. Sono contento per me e per la squadra”
Questo gol può averti aiutato anche per un futuro a Roma?
“Il futuro si vedrà a fine anno. A oggi sono contento e vediamo con il Milan sabato prossimo”

MONTALI A SKY
Serata dove contava molto tenere i nervi saldi e proprio saldi non sono stati…
“Si in effetti è così ed è per questo che volevamo vedere meglio le due espulsioni per auspicare la prova televisiva… (vede De Rossi). L’arbitro è molto vicino, vede il braccio alzato… non c’è niente da aggingere. A nostro avviso quello di Perrotta non è stato violento ed il comportamento del giocatore del Bari spropositato. (vede Perrotta) Di fatti auspicherei la prova tv, il colpo c’è stato ma non così violento. Anche il gesto del giocatore che cade a terra come se colpito da una freccia alle spalle… Si deve dare un’occhiata anche a queste cose, anche se sicuramente il gesto c’è stato.”
Ci risulta che Montella abbia grandi possibilità di allenare Roma la prossima stagione…
“Mi fate sempre domande sulla società, ma ora siamo in piena corsa dopo una vittoria importante anche se ottenuta in modo strano. Stasera voglio fare i complimenti al Bari, ha disputato una partita contrariamente a quanto dicevano tutti e questo fa loro grande onore. Pnesavamo di fare meno fatica ma siamo in corsa per la Champions con gl stessi punti dellì’Udinese. Vedremo cosa farà la Lazio domani a noi basta arrivare a pari punti con le nostre avversarie dirette”
A questo punto che meriti ha Montella, prescindendo dal risultato? Lei invece ha ricevuto altre offerte?
“Di male in peggio con le domande! (ride) Sono d’accordo il lavoro di Montella ha qualità a prescindere dai risultati. Alla seconda domanda rispondo che non ci sono state richieste. Noi siamo una grande società, ci siamo e ci saremo anche l’anno prossimo. Al momento non mi risulta che arriverà Sabatini la prossima settimana”
Baldini arriva?
“Ci saranno grandi dirigenti anche in futuro, i tifosi devono stare tranquilli”

MONTALI A SKY (2)
Ha già contattato Ancelotti per l’anno prossimo?
“Correte troppo siete alla ricerca affannosa di nuove informazioni e così la troppa informazione diventa disinformazione.”
Ci risulta che le chance di Montella per rimanere stiano crescendo alla luce dei risultati. Stanotte gli può dare una grossa mano?
“Le possibilià di Montella sono inalterate: noi valutiamo sia i risultati che i comportamenti, il modo in cui ha preso in amno e gestito la squadra. E poi anche lo stile. Siamo contenti di quello che sta facendo ed abbiamo ancora 4 partite, tra cui quella di Coppa dove mi sto battendo per portare i tifosi a San Siro.”
Che si può aggiungere su Totti?
“E’ sempre avanti con i tempi, ha un passo prima degli altri: tutti hanno scritto le magliette in italiano, lui l’ha fatta saendo che i nuovi proprietari l’avrebbero vista!”
Sul nervosismo: De Rossi le sembra grave, Perrotta attenuato dalle immagini?
“Auspichiamo la prova tv per Perrotta. Voglio fare i complimenti al Bari ha dimostrato di essere grande squadra e doveva essere l’agnello sacrificale. Questo rende nobile il calcio. I gesto di Perrotta è stato esagerato dal comportamento del calciatore del Bari”
Il nervosismo di De Rossi è un peccato e potrebbe incorrere in una lunga squalifica, forse chiudendo così la stagione. Il gesto poteva evitarlo…
“Non ci sono commenti da fare, poi l’arbuitro era molto vicino. A mio avviso il gesto non era volontario per colpire il giocatore, ma lo ha colpito. ASpettiamo il giudice.”
Totti ha detto che bisogna stare vicino a De Rossi. E’ in un momento difficile?
“Ha ragione dobbiamo stargli vicino perché per noi Daniele è un giocatore importantissimo. Non vie un momento difficile si sa allenando molto bene. Uno in campo vuole fare tutto il possibile per aiutare la squadra e ci sta di andare sopra le righe. Gli stiamo vicino perché merita ed è molto speciale per noi”
La prossima settimana il Milan vuole fare festa a casa vostra…
“Noi non ci staremo molto volentieri. Ora vediamo il risultato della Lazio ma siamo in piena lotta per la Champions e potremmo arrivare a pari punti con le nostre avversarie. Sarà comunque parita difficilissima, speriamo che ci sia l’Olimpico pieno”
Domani tifa Juve?
“Beh si, saremo tutti a gufare. Faremo quello che i laziali hanno fatto stasera! Soffriremo anche nio fino alla fine”

MONTALI ALLE RADIO

“Noi abbiamo un piccolo vantaggio rispaetto a Lazio e Udinese: per gli scontri diretti siamo davanti a loro”
Lei prima diceva che non sa se Sabatini la prossima settimana lavorerà per la Roma. Che novità ci dobbiamo aspettare nelle prossime settimane?
“Secondo voi io ci sono cose che non so? Le cose le so ma non le posso venire a dire. La Roma avrà grandi dirigenti nel futuro, i tifosi e i giocatori devono restare tranquilli”

MONTALI ALLA RAI
Richiederete la prova televisiva sul fallo di Perrotta?
“E’ stato spropositato il comportamento del giocatore del Bari. Auspicherei che ci fosse una prova televisiva. Credo che il gesto c’è stato ma non era così esagerato. Perrotta poteva evitare ma nel calcio anche questi comportamenti dovrebbero essere evitati. Volevo fare i complimenti al Bari per l’impeccabile comportamento non da agnello sacrificale, come tutti credevano. Fa molto onore e questo rende nobile il calcio . Credo però che gesti di questo tipo (Perrotta) vadano puniti perché altrimenti ci troveremo in futuro altri giocatori che fanno la stessa cosa”.

MONTALI A MEDIASET
Un aggettivo per Totti
“È difficile quelli detti in studio valgono tutti, direi il capitano per antonomasia. È sempre al passo con i tempi.”
Russo non ha fischiato bene
“Non è stata una partita semplice e facile, voglio fare i complimenti al Bari, ha giocato con un piglio che gli fa onore. Abbiamo rischiato di non vincere noi speravamo di giocarla meglio. C’è stato qualche errore da ambo le parti”
Cartellino rosso per De Rossi. Avete già parlato?Cosa succede?
“Non è stato un bel gesto, l’arbitro era vicino e l’ha sanzionato, non c’è da aggiungere altro. Su Perrotta chiederemo la prova tv è stata esagerata la sua reazione. La scena è stata spropositata. Prima il giocatore del Bari da un pugno sullo stomaco a Perrotta non vorrei che fosse esagerata la squalifica per l’entità del gesto.”
C’è un derby per la Champions
“Stasera faremo la stessa cosa che hanno fatto quelli della Lazio fino all’ultimo secondo, cioè gufare.Voglio ricordare che ci basta arrivare allo stesso punteggio per via degli scontri diretti. Domani sera saremo lì a gufare”
Probabilità per Montella di rimanere sulla panchina della Roma?
“Sta lavorando molto bene non è facile fare un cambio in corsa in una stagione cosi delicata vedremo con calma alla fine della stagione. Lui è tranquillo e sereno, lui è un giovane vecchio. Dobbiamo aspettare qualche settimana”
La conferma di Montella dipende dal raggiungimento della Champions?
“La qualità di un allenatore si deve valutare indipendetemente dal risultato, stiamo facendo una battaglia anche per avere i tifosi a Milano perché puntiamo anche a quello. Conta anche lo stile e Montella lo sta dimostrando”

RIISE  A ROMA CHANNEL

Huseklepp ha dimostrato di essere un buon giocatore..
“Si, si veloce tecnico, Ha fatto una bella gara”
Il gol di Rosi, si merita questa soddisfazione
“Si, sono tanto contento per lui, si allena sempre bene e ride sempre. Sono contento per lui e per la squadra, era una partita difficile, anche in 9 abbiamo vinto”
Partita stranissima, vinta con cosa?
“Abbiamo vinto con cuore grinta e volontà, noi ci crediamo sempre. Contro una squadra già in B partita difficile comunque”
Dici mai a Totti la frase The king of Rome is not dead?“Totti è un giocatore veramente forte, fa sempre gol, sono molto contento di giocare con lui”
La Lazio ora è sotto pressione?
“Si, ma speriamo domani in una bella gara. E’ normale che da giocatori speriamo di riprenderli