martedì, Giugno 25, 2024 Anno XXI


STANCHI

di un calcio che, seguendo ciecamente il miraggio di facili guadagni dati da pay-tv e quotazioni in Borsa, ha sperperato cifre folli per ingaggiare giocatori più o meno capaci ed oggi si ritrova ad un passo dal baratro

DELUSI

da un sistema in piena crisi ed incapace di comprendere che non può continuare a pensare a borsa e pay-tv come future ancore di salvezza del calcio snobbando completamente i tifosi che vanno allo stadio, cioè l’unico patrimonio concreto e reale sul quale può fare affidamento.

PRIVATI

della nostra tradizionale domenica calcistica che consentiva anche un più regolare svolgimento del campionato.

Sii, siamo dei pazzi!

Siamo quei pazzi che vedi negli angoli dello schermo, dietro a uno striscione.

Siamo quei pazzi che escono dal fumo e ti trovi davanti quando meno te l’aspetti.

Siamo quei ragazzi che ridono sotto la pioggia mentre gli altri corrono a cercare riparo.

A noi la comodità quasi ci spaventa, ci basta poco per stare bene, un transit, un vagone,

un pullman, lo striscione, un paio di bandiere, qualche birra e si parte.

Giriamo l’Italia con qualsiasi mezzo e ovunque andiamo mostriamo le nostre insegne e

quella diventa la nostra casa.

Nel nome del Buon Vecchio Calcio: Ridateci quel calcio fatto di scarpini neri sporchi di fango, palloni di pelle a scacchi neri e bianchi, maglie di lana senza sponsor, quel calcio che si giocava rigorosamente la Domenica pomeriggio, quel calcio senza padroni, quel calcio senza le pay-tv,quel calcio con le maglie da 1 a 11, quel calcio senza calciatori mercenari, quel calcio con al massimo 2 stranieri per squadra, quel calcio senza super ingaggi, quel calcio senza stupidi programmi televisivi, quel calcio senza quel burattino di Biscardi, quel calcio senza le partite combinate, quel calcio senza le intercettazioni telefoniche, quel calcio senza il doping insomma ridateci il vero calcio. Peccato che quei tempi non torneranno mai più!

SPENGETE LA TV ACCENDETE LA PASSIONE! BASTA RESTRIZIONI! ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO!

Paolo Nasuto