martedì, Ottobre 20, 2020 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

da romanews.eu

BORRIELLO ALLA RAI

Mentre si collega ai microfoni della Rai, Borriello “incrocia” l’allenatore dell’Inter Leonardo
“Saluto sempre Leonardo con grande affetto. E’ stato un grande maestro prima come compagno di squadra e poi come allenatore”
“Non è stata la migliore partita della Roma ma siamo stati molto concreti. L’ingresso di Jeremy e Vucinic ha creato superiorità numerica, visto che loro con la loro tecnica e velocità riescono a saltare l’uomo meglio di come possiamo fare io e Adriano. Sicuramente a quel punto siamo stati avvantaggiati, uno su rigore netto e sull’altro Fabio è stato fortunato e poi bravo a restare freddo”
Per un attaccante come te giocare con piedi buoni come quelli di Vucinic, Totti o Menez non è altro che uno spettacolo
“Sicuramente. Per me è un grande piacere giocare con questi giocatori, come lo è stato con Adriano il primo tempo. Lui però rientra da tantissimo e sappiamo che non può essere in forma come Mirko o Jeremy. Ma noi sappiamo che è un grande giocatore che ci darà una grossa mano in questa stagione”
BORRIELLO IN ZONA MISTA
“Vincere era fondamentale. Siamo contenti di aver fatto felici i tifosi. Ho battuto il rigore questa volta un po’ meglio. Segno con continuità e la squadra vince. normale poi che tutti vogliano giocare’.
RANIERI IN CONFERENZA
Come mai non è partito con Vucinic e Menez, un primo tempo imbarazzante..
“Volevo vincere la partita ecco perchè li ho messi alla fine, era un piano tattico. Non avevo mai detto che avrebbero giocato quindi non è pretattica. Io devo vincere la partita pensando ai 90 minuti e eventulmente ai supplementari e cerco di vincere, ci è andata bene”.
Come ha visto Adriano?
“Purtroppo non l’ho potuto vedere benissimo perchè gli è uscita subito la spalla. e quindi ha stretto i denti”.
Una Roma che gioca male e vince…
“Zeman quanti ne ha vinti? A me piace molto Zeman sia chiaro, però…io voglio far vincere la Roma giocare bene o male qui non conta molto, contano i punti”.
Lei vince i derby sia in Italia che fuori..
“E’ una casualità, sono partite particolari e diverse, la città ti soffia dietro, quello che è successo con il pullman della Lazio è una cosa brutta e mi scuso io anche con Manzini”.
Ora c’è la Juve..
“Una delle due dovrà lasciare la coppa ma una gara bellissima, tutti a nove coppe vinte. Ma pensiamo al Cagliari che ancora mi bruciano i cinque gol”.
Su Simpilicio…
“Io faccio giocare chi sta in forma, se l’ho voluto evidentemente lo stimavo dai tempi del Parma”
Reja ha detto che la Lazio ha giocato meglio…
“Si è vero, ha avuto più occasioni. Ma noi abbiamo vinto no? quello conta. Hanno giocato bene, siano contenti per questo”.
La Lazio si lamenta per il non rosso di Juan…
“Zarate non puntava la porta nel cono della porta, le regole sono chiare, andava verso fuori questo non lo dico io ma il regolamento”.
SIMPLICIO ALLA RAI
“Io migliore in campo? Vi ringrazio tantissimo. Cerco di dare il massimo per questa squadra. Poi nei derby la carica è ancora maggiore e oggi sono stato premiato con un gol. Non è facile restare fuori. Abbiamo tanti giocatori di qualità e chi entra deve dare il massimo per restare in campo perchè subito dietro ci sono grandi giocatori che scalpitano. Il gol? Ho rubato la palla da vero centrocampista. La palla era lenta ma difficile per il portiere, l’ho messa giusta giusta. Poi sono andato ad esultare con i tifosi che è la gioia più bella in assoluto. L’Inter? Non siamo preoccupati di loro ma solo della Roma.  Dobbiamo fare la nostra parte, poi ci saranno gli scontri diretti e vedremo dove possiamo arrivare. Il mio ruolo? A me piace giocare a centrocampo, indipendentemente da dove mi mette il mister. Giocando più avanti ho più facilità d andare in porta, ma con i giocatori che sono entrati nel secondo tempo mi hanno  creato degli spazi interessanti”
DE ROSSI A ROMA CHANNEL
Vittoria della Roma Primavera di tuo padre oggi
“Complimenti per il lavoro che fa, sono di parte ma mio padre per la discrezione la passione e l’impegno che mette nel suo lavoro, è un signore e merita questi risultati”
Vincere un derby com’è?
“Per me ogni volta sembra il primo. L’unica cosa che cambia è la tranquillità quando entro in campo. Sono un paio di anni che lo affronto con più tranquillità, prima ero elettrizzato e terrorizzato.”
Questo derby vi da più forza per il campionato?
“Si, però ricordo batoste prese dopo il derby perchè eravamo troppo euforici. L’obiettivo più importante è quello di riavvicinarsi in campionato.”
Stanno subendo complesso di inferiorità?
“Si, non staranno al settimo cielo psicologicamente. Però a parte le prese in giro, non parlerei di complesso di inferiorità perchè è una buona squadra la Lazio. Solo che l’anno scorso hanno giocato meglio loro e noi abbiamo vinto con qualche guizzo. Quest’anno invece no. Il derby è il derby, la partita più importante dell’anno. Se perdevamo non ci strappavamo tutti i capelli, ma vincere e farli uscire dalla coppa è sempre una gioa.
A Roma a volte si parla troppo
“Come diceva Flaviano, Roma è una grande capitale ed una piccola provincia. Questo gruppo è di bravi ragazzi e noi andiamo avanti per la nostra strada. La società anche è formata da brave persone. Ma in questa città si parla troppo e si creano i mostri, se si parlasse di meno ci godremmo tutti quanti l’amore per questa squadra”
BERNI ALLE RADIO
“Un ottimo derby secondo noi, soprattutto nel primo tempo, io non sono mai stato impegnato. E’ un po’ che girano storte poi nei derby in particolare. Ma noi siamo pronti. Proveremo ad avere più fortuna, loro non hanno fatto niente per un tempo è un nostro merito. Mi rode perchè giocare cinque palloni e prendere due gol è fastidioso. Speriamo vada meglio poi. Penso che per quello che si è visto in campo, il risultato è bugiardo. Mi pare ci fosse anche un altro rigore, o così mi hanno detto. Comunque siamo compatti e carichi”.
PRADE’ IN ZONA MISTA
“Vittoria in un derby come vittoria in Champions’
PRADE’ ALLE RADIO
“Vincere il derby è bellissimo stasera voglio godermelo.
Il tourn over funziona…
“Si deve diventare maturi in questo e dobbiamo essere bravi noi a farlo capire ai ragazzi. Piano piano”.
Basta passi falsi…
“Siamo partiti male ma poi poca roba, abbiamo fatto una strada molto positiva”.
Ora c’è la Juve…
“Ora ci godiamo la vittoria che non è male”.
Ormai una Roma superiore alla Lazio, da tempo…
“Non voglio dire questo, è bello vincere, ne abbiamo vinti quattro concsecutivi e va bene così”.
MONTALI ALLE RADIO
Non abbiamo giocato la nostra miglior gara ma siamo felici perchè andiamo avanti in coppa e ci teniamo molto”
Una coppa molto dura…
“Questa parte del tabellone è difficile, penso che sia una forma per evitare che se la giochino sempre Roma e Inter. Però se vinciamo noi possiamo mettere la stella poi con la Juve, una gara di fascio”.
Come è andata?
“Non è stato un bel primo tempo ma bisogna avere pazienza per essere premiati. Voglio ringraziare il mio pubblico che oggi era qui e anche a Cesena avevano riempito una curva”.
Cosa pensa della formula di questa coppa?
“Bisogna adattarsi è così”.
Dove può arrivare la Roma?
“Avanti in tutte le manifestazioni partita dopo partita, in campionato abbiamo ancora possibilità, devono venire in molte all’Olimpico e quindi possiamo andare avanti”.
Come vanno le cose nello spogliatoio?
“Dentro le cose sono diverse da quelle che si dicono fuori, si lavora e si da il massimo io non vedo nessuna situazione particolare”.
RANIERI ALLA RAI
“Si è stata molto bello il nostro secondo tempo. La prima frazione è stata della Lazio, bisogna ammetterlo. Abbiamo subito l’infortunio di Adriano. Ho aspettato il primo tempo per vedere come andava. Poi ho preferito mettere Vucinic e Menez. Jeremy attraversa un grosso perido di forma e lo devo centellinare perchè è troppo importante per noi. L’itnter? E’ la squadra da battere. Sappiamo che è la principale candidata allo scudetto e gli altri si devono impegnare per far si che lo vinca. Il rigore della Lazio? Zarate è andato sull’esterno e non verso il centro quindi l’espulsione di Juan non c’era. Se Reja venisse agli aggiornamenti con gli arbitri lo saprebbe”
Hai parlato con Reja?
“No. Reja con noi non vince mai? A noi va bene così! (ride n.d.r)”
Lei ha detto che gli “scazzi” fanno bene
“Se andiamo bene così fanno bene. Sono piccole problematiche che ci sono in goni squadra. Da noi vengono più fuori, noi dovremmo stare più sereni e non farle uscire. Ma in ogni famiglia c’è sempre qualcuno che le fa venire fuori. Dovremmo stringerci di più tra noi”
Un commento su Simplicio
“Dopo la prima parte di campionato perchè ha giocato poco è entrato in carburazione e sta facendo quello che tutti ci aspettavamo. E’ un altro giocatore in più. La critica ovviamente parla dei tenori li davanti, ma anche a centrocampo ho grandi giocatori”
GIORGIO ROSSI IN ZONA MISTA
“I derby più belli? Quelli quandoo la Lazio era in serie B. Che non si goicavano. Quatro derby vinti nella stagoipne solare. Quelli di Zeman sono stati persi. Ora speriamo di fare 5. Quando vinciamo la gioia è immensa. I ragazzi nello spogliatoio non è vero che litigano hanno festeggiato. Derbi dedicato a Totti. Gli regaleremo sto centesimo. (scherzando, ndr)
SIMPLICIO A ROMA CHANNEL
Oggi sei andato in gol…
“Lo aspettavo da quando sono arrivato a Roma”.
Come è andata? cosa hai provato?
“Sono stato furbo perchè loro non mi hanno visto e quando mi sono trovato lì sono stato calmo”.
Tu quando giochi ti fai sentire…
“Sto lavorando per provare a giocare spesso, capisco che non si possa stare sempre a cento all’ora ma quando gioco sto bene”.
Come è andata?
“Un buon secondo tempo per noi, non abbiamo avuto molto possesso è vero però noi abbiamo temuto”.
Una dedica?
“La dedico ai miei familiari in Brasile”.
“Segnare al derby, il gol della vittoria, è una soddisfazione. Sono contento che siamo stati attenti fino alla fine.”
Hai calciato con freddezza
“Lì devi avere questa freddezza, ho avuto anche un pò di fortuna. Se stai concentrato lì davanti alla porta sicuramente fai gol”
Quanto lo avete sentito questo derby?
“L’ho sentito da quando ho firmato con la Roma. Non vedevo l’ora di giocarlo. Spero che ora con questa vittoria prendiamo il ritmo giusto, anche in campionato. Con i giocatori che abbiamo possiamo puntare in alto”
JULIO SERGIO ALLE RADIO
“Abbiamo giocato una grande gara tatticamente e poi con le sostituzione abbiamo avuto spinta. Ora dobbiamo riposare. Non è mai facile gestire una partita così, per noi era diverso poi era una gara che uno dei due doveva vincere. Si doveva vincere con testa”.
Ora c’è la Juve sarà dura…
“Si possiamo andare avanti non sarà facile ma possiamo provare, la Juve è una grande squadra ma ci possiamo riuscire, non sarà facile”.
Che sensazione è stata?
“E’ bello vincere un derby ancora di più, dobbiamo continuare a vincere, ora giochiamo un’altra gara tosta”.
J. SERGIO IN ZONA MISTA
“Partita in cui sono stato fortunato. Oggi tutta la squadra ha giocato bene. Ho sperato di parare il rigore, Hernanes ha calciato bene. La Roma ha una rosa competittiva, noi dobbiamo fare il massimo con questi calciatori fortissimi.  Più andiamo avanti, più sraà difficile. Noi vogliamo sesempre vincere’
REJA ALLA RAI
La Roma è la sua bestia nera
“E’ una costante. Ma la buona  sorte gira sempre dalla loro. Meritavamo miglior sorte, eravamo sempre più reattivi di loro. L’inserimento di Menez ci ha creato dei problemi. Ci può stare ma se avevamo più determinazione…comunque una buona prestazione. Ce l’abbiamo messa tutta. Tutti i ragazzi hanno fatto una prestazione oltre la sufficenza. Abbiamo trovato lo spirito giusto e la condizione. Dobbiamo continuare su questa strada”
Doppio errore di Radu decisivo
“No su uno solo, l’altro era Lichtsteiner. E’ questione di centimetri. Sul cross aveva le braccia alzate ed è venuto fuori il rigore. Ma la Roma ha avuto sempre degli episodi a favore che a noi non capitano”
“Anche sul rigore di Zarate c’era fallo da ultimo uomo. Come succede spesso le cose vanno sempre da una parte purtroppo”
VUCINIC A ROMA CHANNEL
Poker servito e ritrovi il sorriso
“Io non l’ho mai perso il sorriso, a volte ci sono due minuti di follia ma poi passa. Sono contento, l’importante ora è continuare come stiamo facendo. Fuori ognuno può dire quello che vuole ma la cosa importante è che il gruppo c’è. La Roma si ama, lo dice già la parola. Se vengono a Trigoria cinque minuti si fanno un sacco di risate”
LE INTERVISTE AL TERMINE DEL PRIMO TEMPO
LEDESMA ALLA RAI
Siete entrati in campo meglio della Roma. Vi manca solo il gol
“Siamo messi bene ma è dura fare gol. Abbiamo davanti una grossa squadra, ed è un derby e quindi la tensione è a mille. Stiamo giocando con la testa e va bene così ma ci manca il gol e qualcosina in più”.