venerdì, novembre 15, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi la presentazione del match Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
PRESENTAZIONE FOTO INTERVISTE TABELLINO


Champions League 2010-2011
Gruppo E – Primo turno – Partita di andata
FC Bayern München (Germania) – AS ROMA

Mercoledi’ 15 settembre 2010 – ore 20.45
Stadio Fussball Arena München (Allianz Arena), capacita’ 69000 spettatori
Arbitra il sig. Stéphane Lannoy della federazione francese
Squalificato: Ribery (Bayern)

All’alba del decimo anniversario di questa rubrica, ci siamo posti il quesito se fosse o meno il caso di modificare la formula. E la risposta e’ positiva. I passi da gigante di Internet, l’arrivo dei social networks, il declino incontestabile dei giornali, le telecamere negli spogliatoi e presto nei bagni, i dati in tempo reale. Il mondo dell’informazione e’ cambiato.
Ma come facevamo senza Internet, solo una quindicina d’anni fa?
C’e’ anche un altro motivo: la squadra giallorossa ha incontrato in queste ultime stagioni quasi tutte le squadre piu’ blasonate d’Europa. Non e’ il caso di ripetersi e aggiornare la formazione e l’albo d’oro degli avversari.
Potremmo dire che l’eccezione e’ uscita proprio dall’ultimo sorteggio Uefa.
E quindi questa sara’ l’ultima presentazione “classica”.
In effetti il Bayern München mancava all’appello da qualche anno, mentre Basilea e Cluj le abbiamo incontrate di recente.
La leggenda dice Bayern, Coppa Coppe 1985, quarti di finale, la famosa sciarpata, due sconfitte.
E non poteva capitare peggior esordio, contro i finalisti della stagione passata. Quel Bayern di Van Gaal che sembrava non riuscisse a trovare il bandolo della matassa dopo i disastri di Klinsmann e che invece, dopo la qualificazione agli ottavi ottenuta con la larga vittoria a Torino contro la Juventus, e’ volata fino in finale, pur con l’aiuto del goal realizzato in chiaro fuorigioco contro la Fiorentina.
Per la Roma la Germania e’ quasi tabu’, 8 sconfitte e sole due vittorie.
Anche quest’anno il Bayern e’ partito senza forzare: una vittoria in coppa, una in supercoppa e una in campionato. Poi la sconfitta col Kaiserslautern e il pareggio col Werder Brema di sabato scorso (la formazione: Butt; Lahm, Van Buyten (Demichelis 73), Badstuber, Contento; Van Bommel, Schweinsteiger, Müller, Ribéry; Klose
(Kroos 46), Oli? (Gómez 78).
Manchera’ all’appello l’incontenibile Robben, malato cronico, ma giocatore dell’anno.
Curioso che il Bayern in estate non abbia ingaggiato nessun nuovo elemento.
Tranne Contento, tutti gli altri giocano nelle nazionali A della rispettiva federazione d’origine.
Nel recente incontro Germania-Azerbaigian Badstuber ha segnato il suo primo gol internazionale mentre Klose ha realizzato il 55° in 103 incontri.

Anche Van Gaal ha vinto il trofeo quale allenatore dell’anno. L’olandese, due mesi piu’ vecchio di Ranieri, ha un passato come giocatore all’Ajax (solo come riserva), all’Anversa, allo Sparta Rotterdam e all’AZ Alkmaar. Come allenatore lo si ricorda sulle panchine di Ajax, Barcelona (in due periodi), AZ Alkmaar, e la nazionale olandese. In sei anni ha aggiunto alla bacheca dell’Ajax tre campionati, una coppa olandese, una Uefa e una Champions League, perdendo la finale l’anno successivo a Roma contro la Juventus. A Barcelona, in tre stagioni ha conquistato due campionati e una coppa. Nel 2009 ha portato al titolo l’AZ Alkmaar interrompendo l’egemonia PSV-Ajax-Feyenoord che durava dal 1981. L’anno scorso ha vinto campionato e coppa, prima di arrendersi all’Inter di Mourinho. E’ stato nominato cavaliere.

La gara sara’ diretta dal francese Lannoy, classe 69, al suo ottavo match di Champions ai quali si aggiungono 32 Uefa. E’ scelto regolarmente dall’Uefa da 3 anni. E’ considerato soprattutto per la forma fisica e la capacita’ di dialogo con i giocatori. Ha diretto Barcelona-Stoccarda al suo debutto in CL nel 2007-08 e di recente Werder-Sampdoria 3-1.

Nella storia della Bundesliga il Bayern ha giocato in tre stadi. L’Allianz arena ha solo tre anni e colpisce per i cuscini a forma di diamante che ricoprono la facciata esterna, colorando tutto di rosso. Vero e proprio stadio per il calcio, niente e’ stato lasciato al caso, neppure lo studio sull’acustica per rendere l’Allianz un catino infernale.
Studiato dagli architetti Herzog e De Meuron, l’anno scorso ha affisso il tutto esaurito per l’intera stagione per un totale di quasi due milioni di tifosi. Lo stadio ha 6000 metri quadri destinati al catering, un parcheggio di 10.000 posti, 2200 posti business e 106 executive box per altre 1400 persone, 165 posti per persone disabili.

Il match di ritorno e’ in programma il 23 novembre a Roma.

Il sito ufficiale e’ http://www.fcbayern.t-com.de/en/news/start/index.php ed e’ disponibile in 5 lingue: tedesco, inglese, giapponese, cinese e spagnolo.