martedì, luglio 16, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

da romanews.eu

TADDEI in zona mista:
“Siamo stati concentrati. Buon primo tempo, ci giochiamo il secondo a Udine. Adesso riposiamoci, quella di Firenze è una gara ancora più importante, cercheremo di fare il nostro meglio e giocare il nostro calcio. Io sono a disposizione dell’allenatore. In questa squadra chiunque entri da il massimo. Ho attraversato un brutto momento, sono stato zitto ad aspettare e sono tornato a a fare ciò che mi viene meglio. Il contratto? La società è disponibile e si risolverà, io devo solo pensare a giocare”

MEXES in zona mista:
Ce la fai per Firenze? “Sì, ce la faccio”
Il tuo gol? “Bastava vincere, era fondamentale, ovviamente fare gol fa sempre piacere. Siamo alla fine del primo tempo, ora restiamo concentrati”
Totti come ti è sembrato? “Era il suo ritorno, ha fatto belle giocate e non era semplice poichè era solo davanti”
Il tuo futuro? “Sto qui. Ho un contratto fino al 2011”
Zoppichi un po’. Come stai? “Sto bene, sto bene”

BURDISSO in zona mista:
“Oggi l’Udinese ha giocato molto bene, è stata una partita difficile, ma adesso ci penseremo tra un paio di mesi. Mi dispiace sarltare Firenze, ma sono convinto che i miei compagni faranno bene. Sarebbe bello incongtrare l’Inter in finale, ma ancora non si può dire niente, manca la nostra partita di ritorno e quella loro. vedremo. Come sta Mexes? Penso bene, era solo una botta, al di là di questo è un bel momento per il reparto difensivo.

DONI in zona mista:
“Calma, ancora non siamo in finale. E’ stato importante vincere in questa maniera e non prendere gol. Io sto bene ed in settimana mi impegno parecchio per farmi trovare pronto. E’ difficile, lo ammetto, il momento che sto attraversando; giocare una volta è complicato per mantenere la concentrazione, perché ero abituato a giocare sempre. Vedremo se poi il mister deciderà diversamente, spetta anche a me meritarmelo. Paura di perdere i mondiali? No, c’è ancora tanto tempo…”.

TADDEI a Roma Channel:
A un certo punto hai fatto un numero incredibile.
“Sì, un numero da calcetto che ho provato in allenamento. Ci avevo già provato ma non ci ero riuscito. Oggi è andata un po’ meglio. Speriamo di farlo ancora meglio così da creare anche una palla-gol. Piano piano sto riuscendo a trovare le giocate che faccio con naturalezza in allenamento”.
Una buona Udinese. “Abbiamo affrontato una grande squadra che gioca un buon calcio. Siamo stati attenti per novanta minuti, l’importante era non prendere gol”.
Vucinic è tornato al gol. “Sì, Mirko ce l’ha nel suo repertorio. Lui non si discute, è un grandissimo. Tutti hanno giocato bene, concentrati. Siamo riusciti a prenderci una vittoria importante”.
Finale ipotecata? “E’ finito il primo tempo, dobbiamo giocare il secondo a Udine. Sarà una sfida complicata, ma ora pensiamo alla Fiorentina”.
Sulla gara di ritorno. “Purtroppo siamo diventati prodotto da televisione. La Tv comanda tutto, noi non possiamo fare nulla. Fanno un po’ come vogliono. Per noi è stancante. Pensiamo però alla Fiorentina e lasciamo perdere questa lunga attesa”.
Come hai superato quel momento difficile? “Ho aspettato e ho lavorato tanto, anche nelle feste. Sono stato sempre a Trigoria, fatta eccezione per Natale e Capodanno. L’ho superato con l’aiuto dei miei famigliari, degli amici e dei miei compagni”.

RANIERI a Roma Channel:
L’Udinese ha fatto una buona prova.
“Come prendi, prendi bene. Da Sanchez a Di Natale, fino ad arrivare ai tre centrocampisti. Aver vinto il primo round è positivo, non aver preso gol è ancora meglio. Loro non stanno in forma come noi, ma tra due mesi potrebbe essere diverso. Dicono che vogliono ridare valore alla coppa Italia, così rischiano di screditarla”.
In fase difensiva non si è concesso nulla. “I ragazzi sono stati molto bravi, attenti e giudiziosi. Sempre pronti a mettere in difficoltà l’Udinese. Una partita maiuscola”.
C’è il rischio di arrivare stanchi a Firenze? “Per questo non scegliamo la competizione… Noi diamo tutto, sempre. Poi saranno gli episodi a dirci i nostri obiettivi. Siamo in un momento buono e dobbiamo continuare così”.
Su Totti e Vucinic. “Loro sono due punti di riferimento notevoli, sanno tutti come trovarli. Quando ci sono questi due il gioco è più fluido. Importanti i novanta minuti di Totti. Mi ha detto che stava bene e ho preferito farlo giocare tutta la partita. Mirko ha fatto un gran gol, è stato molto intelligente. Stava in fuorigioco, è rientrato, poi ha scavalcato la difesa. Ha fatto un grande stop e ha spiazzato il portiere mettendogliela sul suo palo. Gol importante. E’ stato molto bravo”.
Sulla finale. “Non pensiamo alla finale. Stasera ci godiamo questa vittoria, da domani si pensa alla Fiorentina”.
Roma concreta ma allo stesso tempo spettacolare. “Sì, abbiamo fatto buone giocate in velocità. Sono contento per i ragazzi”.
Quali sono le condizioni di Mexes? “Ha preso una botta notevole al quadricipite, un gran colpo sopra al ginocchio. Molto doloroso. Ho tre centrali titolari e Andreolli che è un ragazzo veramente bravo. Sono tranquillo in difesa. Philippe rientrava dopo un mese, adesso gli farò giocare la terza partita. Era importante recuperarlo gradualmente visto proprio che ho tre centrali fortissimi”.
Domenica si va a Firenze. “Sì, i viola hanno fatto buoni acquisti. Corvino riesce sempre a prendere talenti notevoli. La Fiorentina è una squadra pratica, pragmatica, corta. Quest’anno non l’ho mai vista farsi sorprendere. Sarà una gara difficilissima”.

TOTTI tramite il sito francescototti.com:
“Quella di stasera contro l’Udinese è stata una partita perfetta da parte nostra. Il 2 a 0 è un buon risultato. Essendo l’incontro casalingo di Coppa era fondamentale non prendere gol e noi ci siamo riusciti. Sono convinto che al ritorno troveremo tutta un’altra Udinese e quindi dovremo affrontare con la massima attenzione quella sfida.”

RANIERI alle Radio:
Primo tempo in cui avete dominato ipotecando la finale, un peccato non giocare subito? “E’ un peccato. Facciamo tanto per dare credibilità alla coppa italia ma invece, alla fine, non si fa mai nulla”.
Come ha visto Totti? “Francesco e Mirko danno fluidità al gioco. Alla fine del primo tempo gli ho chiesto come stava. Lui mi ha detto che stava bene e per questo l’ho lasciato”.
Mexes? “Ha preso una botta sul quadricipite, niente di grave”.
La Roma sembra giocare con il pilota automatico. “E’ vero, sappiamo come muoverci abbiamo una nostra identità. il problema era l’aspetto psicologico e non subire gol. Alla fine del primo tempo ho detto hai ragazzi di gestire il risultato.”
Dietro il grande sacrifico della squadra c’è la sua filosofia? “I ragazzi sanno che voglio sempre la squadra compatta. Quando uno non lo fa lo rchiamo subito ma loro sono sempre motlo attenti”.
Pizarro è straordinario, recupera e imposta, come lo vedi? “E’ importantissimo. Detta i tempi e fa girare la squadra. anche lui ha prso una botta ma non volevo rischiare la sua sostituzione, è troppo importante”.
La Roma ha ancora margini di miglioramento? “Sì, in un certo punto andavamo troppo in avanti, soprattutto con gli esterni. Sul 2-0 non serviva ma alla fine sono piccoli dettagli.”
Doni può tornare titolare? Vucinic sta facendo bene cosi? “Doni sta andando bene, se gioca vuol dire che ho fiducia, anche Julio Sergio sta andando bene. sono due grandi portieri. Mirko sta bene, da il suo contributo in fase difensva.”

MONTALI a Roma Channel:
Bella vittoria contro una buona Udinese. “L’Udinese è una squadra con delle qualità eccezionali. Voglio fare i complimenti alla Roma per come si è allenata per preparare questa gara. Giocare la finale di coppa Italia è uno dei nostri obiettivi, lo abbiamo detto mesi fa quando le cose andavano male. Siamo soddisfatti. I giocatori hanno dimostrato una grandissima professionalità. Meglio di così non poteva andare”.
Roma che ha fatto vedere anche un bel gioco. “Prestazione molto positiva nel gioco, nella qualità. E’ vero che bisogna vincere, ma dobbiamo anche far divertire il nostro pubblico”.
Adesso come si mantiene la concentrazione? “Non bisogna dimenticare cosa abbiamo passato all’inizio dell’anno. Tutto quello che abbiamo fatto in questi mesi è successo perché siamo entrati a Trigoria col piede giusto. I giocatori lo sanno, hanno qualità morali prima che tecniche. L’unica cosa negativa è dover aspettare due mesi prima di capire chi andrà in finale di coppa Italia. Non è una cosa straordinaria”.
Mexes come sta? “Solo una botta. Speriamo di recuperarlo per domenica anche perché Burdisso è squalificato”.
Questo è un grande gruppo. “Ci sono giocatori mai nominati come Lobont, che hanno qualità incredibili: incitamento, aiuto ai compagni, spirito di sacrificio. L’ho già detto: la Roma è speciale come lo sono i suoi giocatori. Speciale è anche lo staff tecnico. Ranieri ha dei collaboratori serissimi che ogni giorno lavorano intensamente a Trigoria”.

DE BIASI alle Radio:
Che differenza c’è tra voi e la Roma?
“Abbiamo valori differenti. Non dobbiamo fare tragedie, ogni squadra ha i suoi obiettivi. Al ritorno ce la giocheremo ad Udine. Abbiamo commesso ingenuità sia sul primo che sul secondo gol”.
I giocatori più importanti dovrebbero dare la scossa. “E’ vero ma è tutta la squadra che deve reagire. Dobbiamo lavorare sulle gambe e sula testa della squadra. Possiamo ancora migliorarci e dobbiamo lavorare er migliorare la classifica”.

RANIERI alla Rai:
La sua miglior Roma?
“Questo non lo so, era importante non prendere gol oggi e ci siamo riusciti. Ora non ci consideriamo al sicuro. Il ritorno però è tra due mesi, dovremmo stare bene. Staranno meglio anche loro. Era importante comunque andare avanti, noi ci teniamo alla coppa”.
Come è andato Totti? Nessuno si aspettava che giocasse tutta la gara… “Molto bene è importante che giochi. Avevamo parlato nello spogliatoio, stava bene e doveva fare minuti.”
Lui vorrebbe esserci sempre… “Mi lascio trasportare, non rinuncio a Francesco a cuor leggero”.
Come è andato Baptista? “Buona si è dato da fare ha cercato di essere utile. Lui è un campione si sbloccherà”.
Avete già la coppa in tasca? “No da qui a due mesi chissà cosa succede”.

MONTALI alla Rai:
Come sta Mexes? “Ha preso una botta speriamo che stia bene per domenica”.
Si sente tranquillo? “Assolutamente no, nel calcio non si acquisisce niente. Dobbiamo aspettare per il ritorno tra due mesi, questo forse non è il massimo. Ora siamo in vantaggio ma ad Udine può succedere di tutto. La gara è aperta”.
Come sta Totti? Oggi 90 minuti… “Si aveva bisogno di giocare, era molto che era fuori. Deve fare gambe assaporando il campo e assaporando il giocare con i compagni. E’ andato molto bene. Siamo molto contenti”.
A Roma c’è entusiasmo… “I tifosi devono sognare, è giusto. Noi invece dobbiamo pensare ad ogni singolo allenamento, ad ogni partita. Non abbiamo la possibilità di fare voli pindarici . I tifosi devono invece, è giusto che si sognino. Noi dobbiamo lavorare giorno dopo giorno”.
Lei aveva fatto una tabella di marcia… “Questa tabella l’ho fatta in tempi non sospetti (ride), subito dopo la gara contro l’Udinese. Sono fortunato, è un caso che per ora abbia azzeccato. Non le farò mai più. Ora la nascondo (ride)”.