venerdì, novembre 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

fonte: Romanews.eu

Totti al proprio sito internet
“Stasera all’Olimpico è andata bene, la cosa importante era vincere e superare il turno. Voglio fare i complimenti al Basilea che ha una squadra organizzata e fisicamente dotata”. “Ora dobbiamo pensare a domenica, al derby: sarà una partita importante, difficile e delicata”.

Montali alle radio
Come arriva la roma all’appuntamento derby?
“Sapevamo che equesta era una partita importante per noi, la squadra ha giocato con il giusto attegiamento, ottenendo ciò che voleva cosa di cui siamo molto contenti. Abbiamo detto che dalle 23 avremmo cominciato a pensare al derby, ed è così”.
La Roma è cresciuta dal punto di vista psicologico, in fondo il suo ruolo è anche quello di gestire le risorse di questa squadra..
“Non sta a me dirlo, è vero la roma è tornata a vincere ma questa è storia. Sono molto felice per la squadra, per i giocatori che stanno lavorando molto bene con grande determinzione e tenacia. Da domani quando metteremo il piede dentro trigoria si comincerà a giocare il derby”
Come sta vivendo l’attesa del derby?
“La mia attesa è cominciata adesso, da neanche mezz’ora e da domani ci penseranno Totti e De Rossi a farmene capire il vero significato”
Cosa serve alla Roma per vincere il derby?
“Tre cose : Atteggiamento, atteggiamento e atteggiamento”.

Julio Baptista alle radio
“Il mio momento arriverà presto. Devo continuare a lavorare e a farmi trovare pronto. Se sarà il derby il momento giusto? Vedremo…”

Julio Sergio alle radio
Ti sei reso protagonista di un grande intervento. Come sei riuscito a prendere quel pallone sulla linea?
“Ho seguito la palla e non sono rimasto fermo, l’attaccante non è stato molto rapido e sono riuscito a colpirla con le gambe, ed ha contribuito a portare a casa il risultato”
Sarà il derby di Julio Sergio?
“E’ un derby importante, quando si gioca una partita così non c’è niente da dire, dobbiamo solo lavorare e stare tranquilli nei giorni che ci rimangono”
A Sofia per i tre punti e con l’obiettivo del primo posto nel girone..
“Sicuramente ci sono dei vantaggi per la fase succesiva, e quindi dobbiamo tentare. Non sarà facile ma ci proveremo”.
Come recuperare dal grande dispendio fisico di questa partita e con il match di domenica sempre più vicino?
“Dobbiamo cercare di fare quello che sappiamo: lavorare e stre tranquilli. Sappiamo che il derby è una partita diversa dalle altre ma dobbiamo tornare con i piedi per terra, rimanere concentrati in modo da disputare una grande prestazione”.
Sul gol del Basilea? Difesa bruciata sul tempo?
“Una traiettoria strana, hanno crossato dalla fascia una palla non molto veloce, Huggel non ha neanche preso molto bene il pallone ma alla fine ha fatto gol…”.

Burdisso alle radio
In vista del derby, questa vittoria può darvi una carica in più?
“Si sicuramente. Per il gruppo arrivare al derby dopo essersi qualificati in un girone difficile come questo, conta tantissimo. Ora bisogna pensare ad una partita speciale ed unica che per noi sarà fondamentale”
Sai quanto conta a Roma questa partita? Hai avuto modo di capirlo in questi mesi?
“Si assolutamente. Ne ho giocati altri come quelli di Milano o Buenos Aires, partite completamente diverse, qui il derby è vissuto con lo stesso entusiasmo in tutta la città, i tifosi lo sentono in modo particolare e speriamo di farli contenti”.

Burdisso a Roma Channel
“E’ stata una bella partita, anche se abbiamo rischiato un po’ nel finale. Dopo aver subìto il gol abbiamo rischiato. Il segreto del mio ingresso nel gruppo è la squadra. La qualificazione dà prestigio a tutti noi. Il derby? Sarà caldo”.

Julio Sergio a Roma Channel
“Sono contento, oggi abbiamo fatto una prestazione importante. Quella parata sulla linea? Ho seguito la palla, il giocatore del Basilea non è stato veloce e ho recuperato la posizione. Il derby è iimportante, c’è poco da dire. Domenica possiamo arrivare in alto”.

Pizarro a Roma Channel
“L’importante era raggiungere il primo posto del girone. Abbiamo avuto problemi nel torneo ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo. Ma per vincere il derby dobbiamo fare parecchio di più, anche perché avremo l’opportunità di arrivare nelle zone alte della classifica. Non c’è un favorito. Io sto bene, quest’anno ho svolto una buona preparazione”.

Julio Sergio a Mediaset Premium
Ultimamente stai trovando la fiducia del mister, e lo stai ripagando con buone prestazioni
“Sono contento di giocare devo continuare a dimostrare in campo che merito questa fiducia, per ora sono contento così”
Anche la Roma sta giocando meglio ultimamente, come analizzi il momento della squadra
“C’è ancora cammino da fare, una squadra come la nostra può fare di più sulla qualità ma siamo sulla strada giusta”
Una vittoria importante, ma avete faticato ad ottenerla
“Io penso che loro sono una squadra che gioca bene a calcio e ogni tanto ci han messo in difficoltà, ora ci siamo qualificati e dobbiamo pensare al primo posto e a domenica, stiamo facendo un lavoro graduale e ci stiamo riprendendo partita dopo partita”
Dopo la prestazione di stasera ti candidi ad una maglia da titolare per il derby, la squadra la vedi pronta e in condizione?
“Una partita così va oltre la classifica, la condizione, e tutto il resto: dobbiamo fare una buona preparazione e andrà tutto bene”
Dopo tre anni in cui non giocavi ti sei ritrovato a giocare titolare con continuità. Spesso il portiere per il ruolo che ricopre deve avere un’intesa particolare con chi gli gioca davanti, la difesa. Hai faticato a trovare questo rapporto d’intesa in campo?
“Sì sì abbiamo un buon rapporto fuori dal campo che per me è primordiale: per me la fiducia parte da questo presupposto. Perciò facciamo questo allenamento già fuori dal campo. Adesso dobbiamo pensare a non prendere gol, ultimamente vinciamo spesso, ora bisogna anche non perdere gol”
D’ora in avanti pensi di avere più chance di giocare titolare con continuità?
“Speriamo io sto facendo buone prestazioni mi metto sempre a disposizione e spero di giocare”
Se dovessi fissare gli obiettivi per il campionato e la coppa, che aspettative ha questa squadra?
“Noi lottiamo per vincere il girone, e per arrivare almeno quarti in campionato. L’ambiente è ottimo, la nostra è una squadra in crescita, sa giocare la palla e difende bene, l’ho visto anche oggi, dobbiamo fare quel qualcosa in più per poter raggiungere almeno il quarto posto”

Ranieri a Roma Channel
“L’approccio come sempre non è stato straordinario, ma è un problema che si può superare solo con il lavoro. La partita ci ha svegliato, ma non possiamo fare sempre così. Dobbiamo essere più determinati, io glielo dico sempre ai ragazzi. La gara è stata bella, senza tatticismi. Siamo riusciti a segnare, anche se spesso abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio. L’importante era chiudere la pratica europea: ora però vogliamo arrivare primi in modo tale da poter avere un migliore cammino in futuro. Questa sera ho messo dentro i più in forma perché conoscevo la bontà del Basilea. Ora pensiamo a questa gara cui tutti noi teniamo in modo particolare. Le sostituzioni? Stavamo subendo troppo e qualcuno era stanco. Cicinho e Baptista? Sono due grossissimi giocatori, io ce la sto mettendo tutta con Baptista, mentre Cicinho sta recuperando, e sa essere importante anche in fase difensiva. Il secondo gol è stato bellissimo. Altre volte ci eravamo andati vicino. Il gol subìto rimane sempre una cosa che vorrei evitare. Affronteremo una Lazio arrabbiata ma noi dovremo essere quanto e più di lei”.

Ranieri a Mediaset Premium
Le impressioni, era importante vincere, una Roma parsa più tranquilla ma avete preso gol
“Non è una novità l’ho detto lo ripeterò fino alla noia solo lavorando colmeremo queste lacune. Il numero 8 si inseriva con continuità e tutti guardavano la palla e non luomo. Il gioco era veloce c’erano azioni di contropiede costantemente e non era facile contro di loro siamo stati bravi a riprendere la partita abbiamo creato azioni pericolose a volte c’è mancato poco. Sono contento per De Rossi non l’ho levato perché soffrivamo sulle palle alte perciò ho preferito togliere Cicinho”
Come giudica la prova di Cicinho?
“Cicinho nel proporre gioco è molto bravo solo che sei mesi di infortunio non si recuperano facilmente, l’ho fatto giocare contro il cska per dargli morale da allora a adesso è migliorato molto ed è un’arma in più per la Roma”.
Nel finale avete rischiato qualcosa
“Spesso nel finale andavamo alla ricerca della tranquillità cercando un altro gol, Pizarro ha fatto un lavorone, ha lavorato per due e De Rossi ha fatto una diga eccellente davanti alla difesa”.
Ancora una volta una rimonta dopo un gol subito
“Non possiamo fidarci sempre del fatto che prendiamo gol e poi rispondiamo lavoriamo tanto e continueremo a lavorare, m’ero fissato sul numero 8 ma rivedendo il gol vedo che erano in due sul primo palo e nessuno è riuscito a fare una diagonale e chiudere anche solo su uno di loro”.
Da cosa dipende questa fragilità difensiva?
“Noi difensori italiani una volta stavamo concentrati sul singolo uomo per 90 minuti, ora con la zona è più complesso a volte non si capisce che si deve rientrare e ricoprire una zona scoperta”
Come giudica Menez? Come mai le incomprensioni iniziali?
“Io credo che all’inizio lui voleva capire se lo stimavo o no io gliel’avevo detto da subito ma gli ho spiegato che doveva capire le sue mansioni nella squadra, io lo stimo perché è un giocatore di grossa qualità ancora deve essere più pratico ma siamo sulla strada buona, se continua così sono convinto che la Roma ha fatto un ottimo acquisto”
Cicinho l’ha fatta arrabbiare?
“Cicinho no non mi ha fatto arrabbiare è uno buono…”.
Domenica il derby
“La Lazio non sta passando un bel periodo come risultati..tra noi e loro non c’è molta differenza abbiamo credo 6 punti in più…ma il numero di sconfitte è lo stesso loro hanno fatto qualche pareggio in più e noi qualche vittoria in più”.
Stasera ci avete pensato un po’?
“Stasera ho pensato solo al Basilea. Un po’ conto ne dovrò tenere ma non ci discosteremo di molto”.

Ranieri a Mediaset da bordo campo
Vittoria fondamentale e prosegue il cammino in Europa League.
“Sì, sapevamo sarebbe stata una partita difficile e il Basilea si è rivelato un’ ottima formazione. Per vincere c’è voluta determinazione, volontà e applicazione”
Il gol preso sempre all’inizio, una brutta storia
“Una brutta storia, ma va bene cosi abbiamo vinto e siamo riusciti a rimontare. Tuttavia in certe situazioni dobbiamo attestarci meglio”
Ci sono ancora troppe amnesie difensive, anche nel finale la Roma ha rischiato di prendere gol
“Sapevamo che all’ultimo si sarebbero riversati nella metà campo. Noi dovevamo tenere meglio la palla e giocare più sereni”
Ora si va a Sofia solo per decidere la posizione finale. Domenica il derby sarà una partita speciale
“Credo che per nessuno sia una partita normale se è di queste parti, il derby è il derby. Da domani ci inizieremo a pensarci”
Davvero non ci ha pensato in questi giorni e la testa era solo al Basilea? Qualche scaramanzia, qualche accorgimento?
“Nessuno particolare. Come avete visto oggi ho messo in campo i giocatori migliori che avevo a disposizione, Hanno riposato solo Juan e Motta. Questo proprio perchè tenevamo a questo match”.