mercoledì, novembre 20, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

fonte: Romanews.eu

Ranieri in conferenza
“Ai ragazzi nello spogliatoio l’ho detto, se vi fischiavano nel primo tempo, facevano bene. I fischi ci sarebbero stati tutti nel primo tempo, stavamo giocando veramente male. E invece il pubblico c’è stato vicino. Sapevo che avremmo cominciato non molto bene ma perchè avevo cambiato due o tre giocatori che dovevano recuperare. Perchè domenica c’è l’Inter. E’ ovvio che quando cambi tanti giocatori all’inizio i meccanismi non sono oliati. Però piano piano le cose sono andate meglio li abbiamo messi alle corde vincendo meritatamente”.
L’espulsione vi ha agevolato?
“Fa sempre piacere giocare con un uomo in più. Ma direi che l’espulsione era netta, il regolamento è chiaro, se falci un giocatore vai fuori”.
Tre punti per il morale e per la coppa…
“Si certamente, sono tre punti importanti per la Uefa, nel primo tempo eravamo fuori. Poi siamo riusciti a riacciuffare la gara. Poi ce la giocheremo in casa con il Basilea”.
Domenica l’Inter…
“Ho fatto i complimenti all’ Inter che ha fatto una grande gara, ci ha creduto fino all’ultimo facendo una grande prestazione”.
A loro mancavano molti effettivi…
“Bhè se erano fuori è perchè avevano fatto la bella vita da quello che ho letto. E quando è così ci devono stare le esclusioni, altrimenti i giocatori poi fanno quello che vogliono. Chi sbaglia paga”.
Domenica ci sarà Burdisso?
“Non lo so adesso, ha sempre fatto differenziato fino ad ora, in palestra, vedremo”.
Anche oggi subito sotto…
“Si è vero alla prima azione purtroppo. Ma nel primo tempo ce lo siamo meritato perchè eravamo troppo lunghi e troppo larghi”.
Come sta Doni?
“Dobbiamo vedere domani, lui ha chiesto il cambio e vedremo. Anche se Bertagnoli mi da ampie assicurazioni. Oggi è entrato ed era subito pronto”.
La squadra può sopportare tutte queste partite ravvicinate?
“Ormai da quando è cominciato il campionato tutti giochiamo tanto. Siamo abituati, ovvio vorrei avere tutti i giocatori al meglio e di questo la squadra ne risente. La vittoria comunque fa bene, da morale e convinzione”
Domenica Inter…
“L’Inter è forte, ha giocato una meravigliosa partita senza mollare mai contro una grande Dinamo. Complimenti a loro”.

Ranieri su Premium
Una vittoria sofferta: “Nel primo tempo non prendevamo le misure, meglio nel secondo”. Sul gioco: “L’importante è che i ragazzi pur subendo non si arrendano, il gioco non è così fluido, la mancanza di alcuni giocatori ha il suo peso ma va bene così…”. Su Menez, accusato di aver giocato con sufficienza: “Quando è entrato è stato bravo, ha fatto aumentare gli spazi e alla fine abbiamo vinto, va bene così”. Su Doni: “Vedremo cosa ha e da domani si pensa all’Inter”.

Ranieri dagli spogliatoi: “E’ importante il sostegno della curva soprattutto nel primo tempo dove non ci stavamo capendo nulla ma con l’aiuto del pubblico la squadra ha ripreso a giocare e la cosa positiva è stata la vittoria in una partita importante, in una competizione in cui vogliamo andare avanti”.
Sul gioco: “siamo ancora alle 2 di notte ma vedo la squadra che combatte e che ha voglia di fare”

Riise dagli spogliatoi: “siamo andati in difficoltà soprattutto sull’1 a 0, per fortuna alla fine siamo riusciti a rialzare la testa fino ad ottenere il risultato.”

Okaka dagli spogliatoi: “loro erano molto chiusi, era un po’ che non giocavo ed ero in difficoltà, poi siamo riusciti a trovare i 3 punti”.

Ranieri a Roma Channel
Che Roma ha visto?
“Sapevo che avremmo sofferto nella prima parte, visto che ho dovuto far riposare alcune pedine. Non c’era fluidità. Il Fulham era più abile, erano stretti e ripartivano. Noi eravamo lunghi. Primo tempo da dimenticare. La squadra non vuol mollare, siamo riusciti a metterli nella loro metà campo. Ci abbiamo creduto fino in fondo e siamo riusciti a portarla in porto”.
Su Guberti.
“Ha fatto una grossissima gara, ha sbagliato qualche palla. Non si ferma mai. Anche se sbaglia va aiutato”.
Roma seconda. Adesso il Basilea.
“E’ importante battere il Basilea. Il Fulham batterà il Cska. Noi dobbiamo cercare di arrivare primi. Con le terze della Champions, sarà una coppa appetibile e difficile. Adesso pensiamo al Basilea. L’importante era vincere oggi”.
Su Doni.
“Ha risentito tirare. Adesso valuteremo con i dottori. Bertagnoli dà serenità e tranquillità. Ha fatto un ottima uscita è sempre pronto. Mi sento sereno anche con lui”.
Chi recupererà per l’Inter?
“Vucinic, Menez, Perrotta. Gli ho fatto tirare il fiato altrimenti si distruggono. Dai minuti a chi non gioca abitualmente. Meno punti di riferimento. Poi le paghi queste cose. Poi quando si vince va molto bene”.
Il gol di Riise è stato deviato dal fratello.
“L’importante è che abbia segnato Riise”.
Su Okaka
“Lui ha i numeri del superenalotto, li deve giocare. Deve diventare più cattivo, col fisico che ha. Gli manca quella cattiveria interiore. E’ a un bivio. Adesso sta a lui andarsi a giocare i numeri vincenti”.
Sull’Inter
“Hanno lottato. Sono stati grandiosi. La Dinamo non si è fermata un attimo. Ha pareggiato e vinto all’ultimo respiro. Hanno lottato su tute le palle. Domenica sarà battaglia. E’ questo il bello del calcio”.

Juan in zona mista: “Come sto? Tutto bene, ma non so se ce la farò per domenica”.

Baptista alle radio
“Sono punti importanti che ci avvicinano al passaggio del turno. E’ stata una gara difficile, la strada giusta è questa e dobbiamo continuare. Io sono contento perchè abbiamo vinto. Cerco di trovare sempre la condizione migliore per me. Oggi il pubblico è stato bravo, noi dobbiamo vincere sempre, in casa ancora di più per portare dalla nostra il pubblico. A Milano, sarà una gara difficilissima ma noi abbiamo giocatori di qualità”.

Montali alle radio
Come è andata per lei questa gara?
“Mi sono divertito molto ed incuriosito. Amo questa città e questa squadra anche per la vostra ironia. Io lavoro e so cosa si deve fare. Vedremo se riuscirò a fare quello che devo”.
Come si trova a Roma?
“Molto bene, qui si lavora tanto”.
Cosa farà lei?
“Quello che conta per una squadra sono i giocatori e gli artefici del successo. Poi ci sono i tifosi che stasera sono stai davvero bravi”.
Cosa pensa delle contestazioni?
“Chi fa questo mestiere deve essere lucido e consapevole di quello che fa. Chi viene allo stadio è giusto che abbia la sua idea. Io ho scelto Roma perchè mi ricordavo i loro tifosi, sono speciali, in pochi stadi mi sono emozionato ed a Roma mi era successo”.
Oggi poca gente allo stadio…
“La gente deve venire allo stadio e verrà quando dimostreremo continuità e saremo all’altezza del nome che portiamo”.

Taddei alle radio
“Abbiamo ancora tanto da migliorare e faremo il massimo per continuare”.
Cosa pensi delle contestazioni?
“Giuste, quando si fa male. Loro ci seguono sempre e noi dobbiamo sentirli e stare zitti. E’ sempre difficile per tutti ed anche per loro, noi vogliamo fare bene. Turnover? Il mister sceglie la migliore squadra per vincere. Io sono sempre a disposizione e non contesto mai anche per rispetto per i compagni”.
Oggi tre punti importanti.
“Si però adesso caliamoci nel campionato e andiamo avanti passo per passo”.
L’Inter è imbattibile?
“Fino ad adesso sì. Domenica tiferò per i miei compagni e spero che vada tutto bene”.

Okaka alle radio
Un gran gol il tuo.
“Si un bel gol sono contento perchè non avevamo cominciato bene ed io ero un po’ in difficoltà, era anche tanto che non giocavo”.
Gara difficile.
“La loro espulsione ha cambiato la gara poi abbiamo avuto qualche occasione in più e alla fine è arrivato il vantaggio”.
Ora si punta al primo posto nel girone.
“L’importante è passarlo. Primi o secondi, la cosa a cui puntiamo è andare più in fondo”.

Guberti in zona mista
“Era importante vincere. Non è fatta. Ci sono ancora due partite. Dobbiamo migliorare, è la seconda volta che passiamo in svantaggio. Vincere aiuta, dà morale, ma dobbiamo migliorare tanto. Sto bene, anche la squadra sta bene, Facciamo meglio nel secondo tempo. Sono contento che sono più utilizzato. Con l’Inter spero di dare il apporto alla squadra. E‘ importante avere continuità. Sul sinistro ci devo lavorare tanto”.

Okaka in zona mista
“Il mio futuro è sempre in bilico. Devo sempre dimostrare qualcosa. In mezzo a tanti campioni cerco di farmi trovare pronto. Io sono molto tranquillo. Cerco di far bene. Vincere con l’Inter sarebbe un’iniezione di fiducia per noi. Cercheremo di andare a fare una grande partita. Oggi abbiamo giocato bene”.