mercoledì, novembre 20, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Leggi il nostro commento alla partita Guarda le pagelle Guarda le foto della partita Leggi le interviste dei protagonisti Guarda il tabellino
COMMENTO PAGELLONE FOTO INTERVISTE TABELLINO

Totti (in zona mista)
“Oggi ho superato Amadei, ora conto di raggiungere Boniperti entro la fine del campionato. Il campionato? I conti si fanno alla fine, pensiamo partita per partita. Certo la vittoria di oggi e i risultati dagli altri campi ci permettono di credere ancora al quarto posto, lotteremo fino alla fine per questo obiettivo”.

De Canio in conferenza: “Complimenti alla Roma e a Totti che si è comportato come un uomo di sport, buttando il pallone fuori in un’azione favorevole per i giallorossi. Il rigore? Era inesistente”.

Baptista(a Sky)
“Io voglio fare il mio lavoro sul campo. Il mio ruolo? Il mister adesso mi fa giocare in quel ruolo perché ce ne è bisogno. Per il quarto posto non dipende solo da noi. Abbiamo bisogno di un po’ di fortuna. Con Totti mi diverto sempre”.

Domenichini(in conferenza stampa)
Una giornata positiva…
“Non possiamo fare errori sperando che gli avversari incontrino difficoltà. Con la Fiorentina speriamo di recuperare qualcuno e di vincere, ne sono convinto”.
Come sta Taddei?
“Taddei ha lavorato tutta la settimana, nel riscaldamento ha sentito un dolorino al flessore, non stava tranquillo ed abbiamo preferito tenerlo fermo, ma niente di particolare”.
Su Tonetto…
“Era molto che non giocava ma ha fatto il suo, dirigendo la difesa. Non era facile ma è andato bene”.
Perchè la Roma imbarca a volte quando è in vantaggio?
“Non siamo tranquilli nel gestire e questo ci crea problemi. Ci dobbiamo lavorare, così non va bene. Molti giocatori non sono al top ma secondo me è una questione mentale”.
Dopo il due a zero un po’ di sofferenza…
“Qualcosa abbiamo sbagliato, eravamo un po’ troppo lunghi e loro ne hanno approfittato. Si deve migliorare e lavorare, non devono succedere queste cose. A centrocampo poi dopo il due a zero gli abbiamo fatto giocare troppo la palla, senza aggredire molto. E’ una catena e tutta la squadra ne soffre. Bisogna rivedere le cose globalmente”.
Sul rigore…
“Per me se l’arbitro era messo bene e secondo me era fallo”.
Avete tirato molto da lontano finalmente…
“Era un campo che favoriva perchè era bagnato e quindi ci abbiamo provato di più”.
In quali recuperi spera?
“Dico di recuperare perchè è sempre meglio avere più scelte ed opzioni. Spero che Juan da martedì si allenerà, anche Vucinic sta meglio e Doni ha solo l’influenza quindi non ci dovrebbero essere problemi. Anche per Taddei non credo sia una cosa da rimarcare”.
Su Totti…
“Francesco finalmente si è allenato bene e quindi ecco i risultati, lui è uno determinante”.
Avete pensato mai a D’Alessandro?
“Io non penso, lui aveva giocato ieri e poi perchè ci sono degli equilibri che vanno rispettati, senza nulla togliere al ragazzo che avrà le sue possibilità”.

Mario Moroni, vice presidente del Lecce, alla Rai
“Devo denunciare che il signor Mazzoleni a fine partita, dinanzi alle rimostranze di alcuni nostri dirigenti sul rigore, si è messo a ridere in maniera plateale, senza mantenere un certo contegno verso quelle società che come noi stanno lottando per un importante obiettivo. Dopo avere rimontato due gol, avere subito un rigore dubbio e un arbitraggio chirurgico in negativo. Ci sta di perdere con la Roma, ma non con un arbitro che ti ride in faccia. Vedo molta arroganza”.

Baptista (a Roma Channel)
“Importante vittoria oggi, è stato un gran giorno per noi anche per la sconfitta delle altre avversarie. Sto dando il massimo dentro il campo ed è stato bello sentire l’applauso del pubblico. Indipendentemente dal ruolo che occupo devo fare sempre il massimo e sto facendo sempre meglio. Mi sto abituando a giocare a sinistra oppure punta o trequartista, dove mi mette il mister va bene”.

De Canio (a Sky)
Sulla partita
“Mi dispiace per il risultato perché dopo una falsa partenza, eravamo riusciti a recuperare. Poi, c’è stato l’episodio del rigore e con Konan potevamo pareggiare. Nonostante una buona gara, ancora una volta non abbiamo ottenuto il risultato”.
C’era il rigore per la Roma?
“Dalla panchina non ho visto bene. Il mio giocatore dice che si è tolto e che non ha toccato Baptista. Forse ha ragione l’arbitro che è molto vicino all’azione. Per dare un rigore del genere deve aver visto bene lui, altrimenti mi tocca pensare qualcos’altro. Si può sbagliare”.
Il Lecce è rassegnato o lotterà fino alla fine?
“Noi non siamo rassegnati perché se giochiamo in questo modo prima o poi finirà che vedranno degli episodi contro di noi. Capiterà anche il contrario!”.

Artur(a Roma Channel)
“Veramente una partita dura, siamo partiti bene ma poi abbiamo preso due gol e loro hanno iniziato a giocare bene. Per le nostre capacità siamo riusciti a vincere. Il mio impegno? Bisogna lavorare sempre, è difficile stare sempre in panchina ma alla fine la cosa più bella che la squadra abbia vinto anche grazie al mio contributo. La parata più difficile? La punizione di Zanchetta, la palla girava bene. Il quarto posto? Dopo i risultati di oggi era importante prendere i tre punti, quando guardavamo il tabellone e vedevamo che la Fiorentina perdeva era un grande stimolo per noi, ora dobbiamo andare a Firenze e vincere. Oggi era difficile entrare e presentarsi pronto dopo tre mesi che stavo in panchina, ma l’allenamento mi fa stare sempre pronto, sono migliorato tantissimo da quando sono qui a Roma, mi sento bene e sto migliorando con il lavoro dei nostri preparatori”.

Diamoutene(a Roma Channel)
“Prima d tutto sono felice per la nostra vittoria anche per la sconfitta del Genoa e della Fiorentina. Per quanto riguarda il Lecce mi sono trovato benissimo, sono stati quattro anni fantastici ma ora sono felicissimo a Roma e sono contento di aver giocato titolare questa partita. E’ stata una partita difficile il Lecce era all’ultima spiaggia e noi tenevamo tantissimo a questa partita e per fortuna siamo riusciti a portare i tre punti a casa, la cosa più importante. La squadra sta bene fisicamente, loro oggi giocavano a tre a centrocampo contro 2 nostri, loro ripartivano benissimo e noi difensori cercavamo di non far arrivare la palla a Tiribocchi. Le ultime partite del campionato sono difficili, ora è cambiato anche il tempo e fa caldissimo. Siamo contenti di aver vinto questa partita. Con la Fiorentina sarà una partita fondamentale, e cercheremo di fare il massimo, magari con l’aiuto dei tifosi. Abbiamo vinto oggi dopo aver perso il derby e sappiamo che non è facile. Noi abbiamo sempre creduto al quarto posto, io ieri ho gufato tantissimo. Fino a ieri si diceva che era difficilissimo ma oggi c’è più speranza, e ce la metteremo tutta. Abbiamo i piedi per terra ma sappiamo di poter fare bene”.

Brighi(a Sky)
Siete ancora in corsa per il quarto posto.
“Siamo ancora dietro. La giornata di oggi ci dà fiducia. I risultati ci danno una mano, adesso starà a noi fare più punti possibile”.
Come state fisicamente?
“Non siamo brillanti come un tempo, ma l’importante è portare a casa queste partite. Siamo stati bravi a tenere fino alla fine”.
Con Totti è tutto più facile.
“Francesco sta bene, quest’anno ha avuto tanti problemi. Oggi ci ha dato una grossa mano”.

Tiribocchi(alle radio)
“Una partita difficile, peccato per il rigore, forse un po’ generoso. A noi servono punti è stato un peccato”.