domenica, dicembre 15, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


da lasignoraingiallorosso.it

Gianluigi BuffonGigi Buffon racconta situazioni e motivazioni che lo hanno portato ad indossare la maglia bianconera dicendo: “Scelsi la Juve perchè me lo consigliarono Silvano Martina, il mio procuratore, e mio padre. In quel periodo dovevo scegliere tra Roma, Barcellona e Juve”. Il portiere juventino prosegue specificando: “Inizialmente la mia grande amicizia con Totti e Vito Scala, mi aveva fatto propendere per Roma, dove era anche arrivato Capello e sembrava fosse cominciato il ciclo di una squadra invincibile. Mi ricordo che Silvano e mio padre erano andati a parlare con Sensi, poi per ragioni economiche il presidente della Roma fece un passo indietro e preferì prendere Pellizzoli, pagandolo meno, ma che all`epoca era uno degli emergenti. Anche con il Barcellona avevo preso dei grandi contatti ma nel momento in cui Silvano Martina stava andando a Barcellona a chiudere la trattativa, lo chiamò Moggi e si mise in mezzo la famiglia Agnelli. Io avevo una gran voglia di vincere uno scudetto, mio padre mi disse che la Juve non vinceva lo scudetto da cinque anni e che tempo due anni l`avrebbe rivinto. Alla fine ho seguito il suo consiglio ed è stata una bella scelta”.

L.Mon.

interroma

Manifestazione Rignano Flaminio

da asroma.it

Simone PerrottaIl calciatore Simone Perrotta, al termine dell’allenamento di oggi, ha effettuato una ecografia che ha evidenziato una lesione muscolare di secondo grado a livello dell’ileo-psoas. I tempi di recupero verranno valutati nei prossimi giorni.

da forzaroma.info

Júlio César Clement BaptistaLo 0-1 dell’Emirates lascia aperto piu’ di uno spiraglio. Il ritorno a Londra da ex non e’ stato piacevole per Julio Baptista, che dell’Arsenal conserva “ottimi ricordi” e per il quale “sara’ sempre bello tornare dove sono stato trattato bene, e’ stata una grande esperienza per me – confessa l’attaccante brasiliano in chat su uefa.com – Peccato che la Roma non abbia giocato un pochettino meglio”.
Perche’ se nella prima frazione i giallorossi avessero fatto qualcosina in piu’, forse il ritorno all’Olimpico sarebbe stato diverso. Ora c’e’ un gol da recuperare, ma soprattutto bisognera’ non incassare reti per evitare di complicarsi la vita. Il risultato dell’andata degli ottavi di Champions e il modo in cui, specie nella ripresa, si e’ comportata la Roma lasciano comunque ben sperare la Bestia. “La Roma ha avuto dei problemi nel primo tempo ma dopo l’ingresso di Pizarro abbiamo fatto meglio – spiega – Peccato che fossimo un po’ stanchi per aver inseguito cosi’ tanto la palla ma sono cose che capitano.
Avevamo diversi assenti, uno su tutti Juan che con Mexes forma una coppia fortissima e noi stessi ci sentiamo piu’ sicuri quando e’ in campo. Spero che recuperi per il ritorno dove la cosa piu’ importante sara’ mantenere la calma e provare a segnare. A casa siamo abbastanza prolifici per cui avremo bisogno soltanto di continuare a fare il nostro lavoro. Niente e’ deciso, credo che solo i tifosi dello Sporting (che ha perso 5-0 contro il Bayern, ndr) possano sentirsi ormai fuori”. Piu’ difficile, restando alla Champions, il compito che attende l’ex squadra di Baptista, il Real Madrid, superato 1-0 dal Liverpool al “Bernabeu. “Il Liverpool e’ una squadra che ha una tradizione importante in Champions e non e’ una sorpresa vederli ogni volta andare cosi’ lontano – commenta il brasiliano – Sapevo che avrebbero potuto vincere a Madrid anche con Gerrard in panchina”