mercoledì, novembre 13, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


da Corriere dello Sport – goal.com

France­sco TottiFrance­sco Totti da oggi riprenderà a lavorare a pieno ritmo a Trigoria sotto la gui­da attenta di Vito Sca­la e Silio Musa. Il suo obiettivo è farsi trova­re pronto per l’inizio della stagione, il sogno è scendere in campo il 24 agosto a Milano per la Supercoppa. Ha entusiasmo e fiducia nella nuova Roma: «Faccio il mio in bocca al lupo ai nuovi arrivati, Riise e Loria, sono rinfor­zi importanti, ci daranno una mano per raggiungere i nostri obiettivi. E sono sicu­ro che non finirà qui, arriverà un altro giocatore importante: ci presenteremo ai nastri di par­tenza della nuova stagione per essere an­cora protagonisti».

Totti ha ricevuto assicurazioni che il potenziamento della rosa sarà completa­to con un grande attaccante. Si tiene in­formato, ogni mattina, chiede le ultime novità sul calcio mercato, con la stessa, indentica passione dei suoi tifosi. Nessun riferimento alla Nazionale, do­mani partirà il Lippi-bis, se il suo amico c.t. avrà bisogno di lui, non potrà dire di no. Ma adesso deve pensare a tornare in campo. E’ questo il suo chiodo fisso: «Sto lavorando con impegno perché voglio es­sere pronto per l’inizio della stagione. Tutto procede per il meglio, non vedo l’ora di ricominciare».

da calciomercato.com

Matteo BrighiMatteo Brighi è sereno. Per il momento. A Roma, da settimane viene indicato come uno dei possibili partenti nonostante sia un giocatore apprezzato da Spalletti per la professionalità e la costanza con le quali ha disputato gli scampoli di gara avuti a dispozione. Il destino del centrocampista di Rimini sembra appeso ad un filo, però. I soldi provenienti dal trasferimento di Mancini all’Inter potrebbero non essere sufficienti ad acquistare un attaccante di peso in Casa Roma. E i Sensi sarebbero costretti, quindi, ad arrotondare la cifra lasciando partire qualche elemento comunque di livello.

Brighi, quale sarà il suo futuro? «Non so niente perché da tempo non sento la dirigenza».

Sono previsti incontri con il club giallorosso? «Sei mesi fa sono rimasto d’accordo con la società che avremmo firmato di lì a poco il prolungamento contrattuale (in scadenza 2009, ndr). Poi, invece, nulla più».

È rimasto deluso dal comportamento della Roma? «Diciamo di no. Io aspetto. Vedremo».

Vorrebbe cambiare aria? «Io faccio quello che mi dicono. Bisognerebbe chiedere a loro».

Si dice che se arrivasse un’offerta sostanziosa, ad esempio dal Celtic, la Roma potrebbe cederla. «Non sono a conoscenza di certi programmi. Bisogna chiedere alla società. Certo, mi rendo conto che la mia cessione possa divenire probabile a fronte di una proposta interessante».

Romanisti nel mondo: Maurizio e la sua moto Guzzi