martedì, agosto 20, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Al fine di acquisire la qualifica di ONLUS, una detta società, deve adempiere a diversi obblighi, tra cui svolgere almeno una delle attività specificatamente contemplate nel codice civile.

Fra le altre, fanno parte di questo elenco, la beneficenza, lo sport dilettantistico e la ricerca scientifica.

Quando una squadra di serie A si trova a vincere uno scontro diretto 3-0, si presume che abbia un livello di concentrazione tale che le permetta di mantenere il risultato, rischiando zero e facendo girare il pallone più o meno fino a notte inoltrata.

La ASROMA ONLUS invece, sfugge ai normali comportamenti di una squadra di calcio professionistica. E il pareggio di oggi contro l’Alatanta, oltre ad esser merito dei piedi fucilati di Zapata, è figlia del pressapochismo e della scarse capacità del suo allenatore e di vari elementi che, lo abbiamo detto più volte, non verrebbero assunti neppure come lavecessi all’autogrill.

Di Francesco probabilmente, troverà, col suo solito fare saccente ed arrogante, il modo di spiegare il cambio dell’unica punta che ripiegava in difesa (El Shaarawy), con l’evanescente Kluivert, giocatore che raramente ha regalato discrete prestazioni, ma che aritmeticamente non può reggere su un campo appensantito dalla neve e contro una squadra fisica come l’Atalanta che ti sta sonando de pugni da venti minuti abbondanti.

Cambio buttato e centrocampo in sofferenza, con Nzonzi e Pellegrini che il Papu Gomez forse non l’hanno mai neppure visto in cartolina, visto che lo aspettavano dieci metri indietro, quando il primo stava già a Mach 2 e diventava immarcabile.

Bei tempi quelli del videoregistratore; quei tempi in cui si usava guardare la squadra avversaria prima di giocarci contro.

Ma bei tempi anche quelli in cui FT10, invitava tutti per un pic-nic di venti minuti sulla bandierina del calcio d’angolo nei momenti di sofferenza… ma del resto che beneficienza sarebbe vincere cosi? Molto meglio terminargli la carriera e sparire dal campo, consegnando i tre punti agli avversari, come da statuto di questa società di inutili.

Ciò che ci sfugge, è che genere di risultati questo tipo di recerca scientifica voglia raggiungere.

Se è un modo per saggiare il nostro livello di pazienza, forse non avete capito che vi schifiamo da un pezzo, e il nostro fegato ce lo giochiamo molto più volentieri co na fiasca de rosso che a venire a prendervi a calci, come effettivamente meritereste.