giovedì, dicembre 05, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Un punto dopo le lunghe e interminabili vacanze. Un punto che non fa classifica ma almeno non allunga lo score delle numerose sconfitte stagionali.

Occasione sicuramente sprecata contro una squadra che più squilibrata non poteva essere. I giallorossi non sono stati capaci di sfruttare il punto debole dell’avversario, giocando, soprattutto nella ripresa, ad un ritmo troppo congeniale ai rossoneri.

Essere passati in vantaggio per primi è un aggravante. Si doveva far male in contropiede, ma Vucinic è rimasto troppo isolato in avanti, con i compagni che tardavano ad accompagnarlo.

Il Milan delle stelle non fa paura per come si schiera in campo, e poi di stella solo una ha brillato, quella di Pato. Gli altri davvero deludenti. Per questo il rammarico è forte.

Non possiamo permetterci di perdere terreno, ogni occasione deve essere colta. Il ritardo accumulato pesa come un macigno, per questo chiediamo ai giocatori il centocinquanta per cento e non più il cento.

L’uno-due di Pato a inizio ripresa è imbarazzante. Sulla zona Cassetti-Mexes hanno fatto quello che volevano. Azioni fotocopia hanno fatto temere davvero il tracollo.

La pochezza della retroguardia degli ospiti ci ha permesso di pareggiare ancora con Vucinic, l’unico davvero convincente.

Bisogna cambiare decisamente marcia. Il rientro degli infortunati deve garantire vivacità è più opzioni per Spalletti. Il mister deve essere più reattivo nei cambi. Abbiamo rischiato grosso sulla fascia destra, perché non è intervenuto prima?

È iniziato il nuovo anno deve iniziare anche una nuova Roma. Non c’è più tempo, o adesso o mai più.

petra@corederoma.it

Guarda le pagelle

Guarda il tabellino