giovedì, novembre 21, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: Muslimovic (P) al 12′ e al 43′, De Rossi (R) al 30′ p.t.; Pizarro (R) al 40′ s.t.

PARMA (3-5-2): Virgili; Coly, Paci, Perna; Ferronetti Gasbarroni, Bolano, Cigarini (Savi dal 36′ p.t.), Bocchetti; Dedic, Muslimovic (Kutuzov dal 9′ s.t.). (Bucci, Castellini, Pambianchi, Ciaramitaro, Moretti). All. Pioli.
ROMA (4-2-3-1): Curci; Panucci, Ferrari, Chivu, Tonetto; De Rossi, Pizarro; Wilhelmsson, Taddei (Perrotta dal 25′ s.t.), Mancini (Rosi dal 43′ s.t.); Okaka (Tavano dal 37′ s.t.). (Julio Sergio, Cassetti, Totti, Virga). All. Spalletti.

ARBITRO: Bergonzi di Genova.
NOTE: spettatori 3.434 per un incasso di 18.539 euro. Ammoniti Taddei, Perna, Bolano e Chivu per gioco scorretto. Angoli 2-2. Recuperi: 1′ p.t., 4′ s.t.

Guarda la photogallery

Spalletti: siamo arrivati qui convinti che fosse più facile e che potevamo gestire la partita, invece i nostri avversari sono stati bravissimi a trovare subito il gol. Noi non siamo stati a guardare e di occasioni ne abbiamo create tante. Troppi svarioni in difesa? Direi piuttosto che il Parma ha tenuto un ritmo molto intenso, mettendoci in difficoltà, perché sono in salute. Ora probabilmente affronteremo il Milan, dunque una semifinale di prestigio, ce la siamo meritata e sarà una bella partita, uno spettacolo da vedere.
Wilhelmsson? E’ stato bravissimo, subito pronto a livello fisico, ha fatto la partita, creato situazioni importanti ed è entrato subito nei meccanismi di squadra. Tavano? Lui è un po’ più indietro, gli manca qualche giorno di allenamento. Sono comunque acquisti che ci volevano per completare la rosa.

Pioli: abbiamo fatto la nostra partita, abbiamo avuto anche le occasioni per andare sul 3-1. La squadra ha fatto quello che doveva, ora è troppo importante concentrarsi sul campionato e cercare di fare il nostro meglio per risollevarci. Errori in attacco? Abbiamo giocato contro una grande squadra e siamo riusciti a tenerle testa. Loro ci hanno un po’ schiacciato nel contropiede, ma lo spirito è quello giusto.