mercoledì, novembre 20, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: 11′, 60′ Carrick, 17′ Smith, 19′ Rooney, 43′, 48′ Ronaldo, 69′ De Rossi(R), 80′ Evra.

MANCHESTER UNITED (4-4-2): Van der Sar; O’Shea (52′ Evra), Brown, Ferdinand, Heinze; Ronaldo, Carrick (73′ Richardson), Fletcher, Giggs (61′ Solskjaer); Rooney, Smith. Allenatore: Ferguson.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cassetti, Mexes, Chivu, Panucci; De Rossi (86′ Faty), Pizarro; Wilhelmsson (88′ Rosi), Vucinic, Mancini (90′ Okaka); Totti. Allenatore: Spalletti.

ARBITRO: Lubos Michel (Slovacchia).
Ammoniti: Smith, Ferdinand(M) Cassetti, Mexes(R).

L’articolo di Stefano Tura, tratto dal “Guerin Sportivo”, sui fatti di Manchester (file .pdf)

Guarda la photogallery 

Spalletti: è difficile spiegare una serata simile. La squadra era entrata bene in partita, nei primi 10′ stavamo bene in campo, poi è arrivato il gol di Carrick e di lì ci siamo fatti infilare continuamente in contropiede. Avevo messo De Rossi davanti alla difesa per creare loro qualche difficoltà nell’accentramento delle punte, ma sono stati ugualmente bravi ad aggirare gli ostacoli, mentre noi ci siamo fatti prendere dalla frenesia per reagire immediatamente, invece di cercare di capire il momento della partita. Ci siamo aperti troppo e ci hanno fatto male di rimessa. Forse ci è mancata un po’ di esperienza a questi livelli. Inoltre, senza Perrotta, Tonetto e all’ultimo momento anche Taddei, abbiamo perso gran parte della corsa.
Troppi elogi hanno dato alla testa alla Roma? Voglio pensare di no, rimane una brutta piega sulla nostra strada sino a qui.

Totti: la sera più triste della mia carriera, sette gol in Champions non li avevo mai presi. Al Manchester è girato tutto bene, ogni tiro loro è andato in porta: abbiamo subito tre gol in 9′, questo ha sconvolto i nostri piani. Abbiamo provato a rialzarci, ma in quelle condizioni era davvero difficile. E’ saltato tutto, non ci abbiamo capito più nulla. Peccato, eravamo arrivati con grande fiducia. Speravamo di arrivare in semifinale, ma sapevamo di affrontare una grande squadra. Vorrei rigiocare questa partita, sono convinto che non finirebbe mai così.
Vucinic? Troppo facile parlare dopo e prendersela con lui. Abbiamo perso tutti quanti, non solo Vucinic o Totti. Cristiano Ronaldo? E’ stato formidabile, più bravo che all’Olimpico. Merita un “bravissimo”, è un campione vero, un fuoriclasse.
La stagione della Roma? Comunque merita un 7,5. Nessuno pensava che in Champions, ad esempio, potessimo arrivare a questo punto. I 5000 tifosi volati all’Old Trafford? Mi dispiace molto per loro, erano tanti e per venire quassù hanno anche sostenuto una spesa non indifferente. Hanno dato una grande dimostrazione di amore per questa squadra. Ora sta a noi provare a ricambiarli, abbiamo il derby e le due finali di coppa Italia per rimetterci in piedi.
Chiedere scusa ai tifosi? No, non mi sento di chiedere scusa, perché ci siamo impegnati, anche perdendo 7-1. E’ stata una serata amara, ma noi ce l’abbiamo messa tutta.

De Rossi: una sconfitta così pesante non potevamo proprio immaginarla. Eravamo molto motivati, sapevamo che sarebbe stata dura, ma resta comunque difficile da spiegare l’accaduto. Erano superiori in tutte le parti del campo. Nell’insieme delle due gare sono stati sicuramente meglio loro. Adesso siamo molto tristi: finora avevamo fatto cose buone, sono molto deluso e amareggiato per i nostri tifosi.