giovedì, novembre 21, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: Pozzi al 4′ p.t.

EMPOLI (4-2-3-1): Balli; Raggi, Lucchini, Pratali, Tosto; Almiron, Moro; Buscè, Vannucchi, Matteini (Vanigli dal 44′ s.t.); Pozzi (dal 41′ s.t. Marianini). (1 Bassi, 14 Adani, 16 Marzoratti, 27 Ficini, 32 Coralli). All. Cagni.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cassetti (dal 35′ s.t.Mancini), Panucci, Ferrari, Tonetto; Pizarro, De Rossi; Wilhelmsson (dall’11’ s.t. Taddei), Perrotta, Tavano; Totti (dal 20′ s.t. Vucinic). (1 Curci, 14 Faty, 19 Defendi, 28 Rosi). All.: Spalletti.

ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia.
NOTE: terreno buono, tempo bello, porte chiuse (200 invitati consentiti dalla Lega all’Empoli, 60 alla Roma). Espulso Tosto per doppia ammonizione; ammoniti Cassetti, Pratali e Almiron. Angoli 10-4 per la Roma. Recuperi 1′ e 6′.

Guarda la photogallery

Spalletti: siamo partiti male, senza lottare. L’Empoli ha vinto la partita entrando subito bene in campo e facendo un gran gol. Nella ripresa abbiamo spinto molto, abbiamo creato diverse situazioni importanti e siamo stati sfortunati in qualche episodio. Può capitare, a volte, di non sfruttare le occasioni da gol che si creano. I ragazzi sapevano che avevano di fronte una buonissima squadra. E’ stato lo sviluppo della partita a portare a questo risultato: è l’intensità mantenuta in partita e la capacità di ragionare ad alti ritmi che decide una gara. L’Empoli è bravo in questo. E’ una squadra che ha la mentalità giusta, da grande. In tribuna Gerard Houllier (allenatore del Lione) ha detto che quella di oggi non era la vera Roma? Mi permetto di correggerlo, era la Roma che ha vinto tante partite. Comunque è una Roma che può fare meglio e che mi lascia fiducioso per mercoledì contro il Lione.

Cagni: quest’anno ho preparato la squadra sotto l’aspetto mentale e fisico per poter sostenere una fase offensiva forte, la scommessa erano le tre punte, speriamo di vincerla. Ho impostato il lavoro per mettere tutti in condizione di aggredire l’avversario. Tale scelta sta pagando, è questa la realtà che dobbiamo perseguire. Contro la Roma abbiamo dato vita ad un’ottima prestazione collettiva, i ragazzi hanno aggredito con continuità, non hanno fatto giocare gli uomini di Spalletti. E di fronte avevamo un avversario del calibro della Roma, seppur non particolarmente agile, una squadra con valori tecnici indubbiamente importantissimi.
Nicola Pozzi? Ha realizzato una rete davvero bella, un gesto tecnico che ci ha regalato una gioia immensa.