giovedì, novembre 21, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORE: 23′ p.t. Montella.

ROMA (4-1-3-2): Doni, Cassetti, Panucci, Ferrari, Tonetto (37′ st Faty), De Rossi, Perrotta, Pizarro, Aquilani (24′ st Rosi), Montella (38 st Okaka sv), Totti (1 Curci, 18 Virga, 19 Defendi, 33 Freddi). All: Spalletti.
EMPOLI (4-3-1-2): Balli, Raggi (33′ st Gasparetto), Pratali, Marzoratti, Lucchini (28′ st Marianini), Buscè, Almiron, Moro, Vannucchi, Pozzi (1′ st Matteini), Saudati (1 Bassi, 14 Adani, 27 Ficini, 33 Ascoli). All: Cagni.

ARBITRO: Rosetti di Torino.
NOTE: spettatori 35.000 circa. Angoli 4 a 2 per l’Empoli. Recupero: 0′ e 4′. Ammoniti: Aquilani per gioco scorretto.

Guarda la photogallery

Spalletti: sono soddisfatto perchè la Roma ha giocato una bellissima partita contro un avversario forte e scorbutico che ci ha dato filo da torcere fino all’ultimo secondo. Il gol è frutto di un’azione studiata in allenamento. Certo, sono cose che proviamo e abbiamo attaccanti dal bagaglio tecnico che consente loro di realizzarle.
La sostituzione di Montella e il mancato saluto? Quando faccio una sostituzione non devo dire niente a nessuno, l’ho già detto a inizio anno che dobbiamo ruotare gli uomini. Se mi metto a spiegare non finisco più. Ho fatto i complimenti a Montella per il gol, giustamente uno può essere contrariato per la sostituzione, anche io ho passato questi momenti quando ero giovane ed avevo ancora i capelli.
La Roma favorita per il campionato? I ragazzi oggi sono stati molto bravi, perché abbiamo cambiato qualcosa a livello tattico a causa delle assenze di Mancini e Taddei, la densità in mezzo al campo è stata interpretata benissimo. Abbiamo fatto il 4-3-2-1 che è stato assimilato bene, ma ho finito la partita con tre ragazzi di venti anni in campo, ho a disposizione una buona squadra, ma al resto non so rispondere per quello che riguarda gli obiettivi. Non so se gli altri ci stanno sottovalutando: sarebbero discorsi troppo facili e si risponderebbe male in qualsiasi modo. Io oggi non avevo un esterno e, se guardate la panchina, avevo difficoltà enormi: se oggi mi fosse venuto a mancare un difensore centrale non so cosa mi sarei inventato. Se avessi detto di essere in grande salute a livello di giocatori a disposizione avrei detto una cosa non vera. Ai ragazzi ho spiegato che eravamo in grado di vincere la partita, ma solo se avessimo rispettato certi equilibri. Anche perchè l’Empoli ha un’ottima squadra che gioca indipendentemente dal fatto che ha nomi che a livello giornalistico non sono pubblicizzati.
Totti? E’in difficoltà e si vede, ma noi cerchiamo di aiutarlo ed oggi ha fatto un passo in avanti. Lui ha disponibilità a lavorare e noi ad aiutarlo.

Cagni: ce la siamo giocata con tre punte perché la Roma veniva da un tour de force notevole e le mancavano Taddei, Mancini e Chivu,avevamo l’obbligo di provarci. Avevo visto la Roma col Valencia e pensavo che potsse essere in difficoltà a livello fisico. Invece hanno dimostrato qualità, noi abbiamo fatto quello che potevamo, rischiando di pareggiarla. E forse avremmo meritato davvero il pari.
Non vorrei sembrare presuntuoso, era la quinta di campionato e volevo vedere le potenzialità della squadra, a questo punto potevo permettermi di rischiare qualcosa. I complimenti di Spalletti? Ha detto cose vere, perchè se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla.

Montella: questo gol mi mancava, specie qui all’Olimpico: quindi sono particolarmente felice di averlo fatto davanti al nostro pubblico. Lo dedico alla mia gente che mi è stata particolarmente vicina quando non giocavo.