mercoledì, novembre 13, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


I bocconi da mandare giù cominciano a pesare. Dopo la disfatta di Manchester speravamo in qualche bicchiere di vino per facilitare la digestione. Dopo due bicchieri, con la Samp e a Milano con l’Inter, la bottiglia è stata richiusa, addirittura sigillata dopo la prestazione nel derbyTante promesse a parole prima della partita, come al solito mi viene da dire, poi quando si tratta di mantenerle si latita. Si doveva fare di più, per forza. Non basta dire che al Lazio non ha fatto nulla, cosa tra l’altro vera. A loro il pari poteva andare bene a noi no, nel modo più assoluto.
Possiamo menzionare solo l’occasione di Taddei nel primo tempo e quella di De Rossi nella ripresa che ha pensato bene con un suo errore di mascherare quello ridicolo del guardalinee.
Purtroppo i singoli sono in netto calo: Mancini ormai è da un po’ che passeggia, Pizarro ogni partita migliora il numero di piroette e lancio del contropiede avversario, il capitano senza allenamento non riesce ad incidere.
Peccato perché si rischia di offuscare tutto quello che di buono si è costruito. Avere una bella mano è importante ma se quando vai a stingerla non trattieni nulla rimane solo l’estetica da mostrare al momento.
Difficile ora interpretare la situazione, forse meglio finire la stagione e poi ragionare a mente fredda. C’è una finale di coppa Italia da affrontare e purtroppo non sembra che la squadra brilli di salute. Chiediamo un ultimo sforzo, sperando che non si cerchino sempre scuse tipo il caldo. So ridicoli
Unica nota positiva vedere i biancocelesti esultare per un gol inesistente, li si che il caldo ha fatto effetto!
Ci aspettiamo di più, non lo nascondiamo…niente crolli!