mercoledì, ottobre 23, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORE: Crespo al 44′ p.t.

ROMA (4-2-3-1): Doni; Panucci (43 s.t. Okaka), Chivu, Mexes, Tonetto; De Rossi, Pizarro; Aquilani (10′ s.t. Rosi), Perrotta, Mancini (24′ p.t. Montella); Totti. (Curci, Ferrari, Faty, Cassetti). All. Spalletti.
INTERNAZIONALE (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Materazzi (38′ s.t. Samuel), Grosso (40 s.t. Maxwell); Vieira, Zanetti, Dacourt; Stankovic; Crespo (44′ s.t. Gonzalez), Ibrahimovic. (Toldo, Solari, Figo, Adriano). All. Mancini.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna.
NOTE: spettatori 70 mila. Espulso Vieira al 47′ s.t. per somma di ammonizioni. Ammoniti Mexes, Perrotta, Dacourt, Panucci. Angoli: 8-7 per la Roma. Recupero: 1′ p.t., 5′ s.t.

Guarda la photogallery

Spalletti: è semplice dare una spiegazione alla sconfitta. Hanno fatto le cose meglio, sono stati più bravi di noi. In alcuni momenti siamo stati sfortunati, in altri un po’ ingenui, ma non c’è niente da dire, hanno meritato di vincere. Le assenze di Taddei e Mancini? Sono due giocatori che fanno del movimento un punto forte, danno forza al nostro modo di stare in campo, perderli assieme ci ha molto penalizzato, così eravamo meno imprevedibili. Totti? Ha fatto meno di quello che può fare, ma non è un dramma, può capitare. L’Inter ci crea problemi. Ha qualità diverse dalle nostre. Sono forti sulle palle inattive e negli uno contro uno. Noi ce la vogliamo giocare con tutti, non abbiamo fatto malissimo e sono convinto che la mia squadra ripartirà dopo questa sconfitta.

Crespo: è una vittoria molto importante. Avevo detto che dovevamo restare tranquilli dopo la gara contro la Samp e l’abbiamo fatto. Abbiamo giocato una grandissima gara, conquistando con merito i tre punti. Sapevamo che non era facile. E’ stata dura, ma siamo riusciti a prenderci una bella soddisfazione.
Abbiamo anche saputo soffrire tutti insieme. Sono felice perchè ora gioco spesso, anche se so che ci sarà il periodo nel quale starò in panchina per tirare il fiato. Non sarà un problema, l’importante è farsi trovare pronti quando siamo chiamati in causa.