martedì, luglio 16, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORE: Rooney al 25′ s.t.

MANCHESTER UTD (4-4-2): Kuszczak; O’Shea, Vidic, Ferdinand, Evra; Cristiano Ronaldo, Carrick, Scholes, Nani (34′ s.t. Giggs); Rooney (37′ s.t. Anderson), Saha (21′ s.t. Tevez). (Heaton, Piquè, Simpson, Eagles). All. Ferguson.
ROMA (4-2-3-1): Curci; Cicinho, Mexes, Juan, Tonetto; De Rossi, Aquilani (16′ s.t. Pizarro); Giuly (34′ s.t. Esposito), Perrotta, Mancini (28′ s.t. Vucinic), Totti. (Julio Sergio, Barusso, Antunes, Brighi). All. Spalletti.

ARBITRO: Mejuto Gonzalez (Spagna).
NOTE: spettatori 73.000. Ammonito Mexes per gioco scorretto. Recupero: 1′ p.t. e 3′ s.t.

Guarda la photogallery

Spalletti: la squadra fatto bene, non ha concesso niente, a parte il gol. Alla fine abbiamo avuto le occasioni migliori, ma non siamo riusciti ad arrivare al pareggio. La squadra ha dimostrato una grande reazione e una grande crescita caratteriale, soprattutto in relazione ai recenti risultati. Mi aspettavo questo dai ragazzi, so che loro possono fare molto bene. Meritavano di più.
Il rigore e il fuorigioco fischiato a Mancini? Quello è sicuramente rigore. Carrick non va sulla palla, ma diretto sull’uomo. Mi sembra un episodio di facile lettura. Stavamo sullo zero a zero. La squadra però ha fatto molto bene. E’ stata compatta. Sul fuorigioco ci sono ancora meno dubbi.
Roma diversa rispetto allo scorso anno? Abbiamo più possibilità rispetto alla passata stagione, abbiamo più cartucce da sparare. A volte non riusciamo a mantenere la concentrazione, la volontà e la voglia di opporci anche fisicamente a certe situazioni. Sono sicuro che, applicandoci, riusciremo a migliorare sotto questo aspetto. Siamo una buona squadra che se la può giocare con chiunque.
La sfida con lo Sporting Lisbona diventa fondamentale? Sì, lo Sporting ha vinto la gara di oggi e quello di mercoledì diventa un match particolare. Le prossime due gare saranno fondamentali.

Ferguson: mi aspettavo meno distanza fra noi e la Roma rispetto al match di sei mesi fa e così è stato. Loro hanno creato molte occasioni. Il primo tempo è stato molto equilibrato, nella ripresa invece ci sono state tante situazioni pericolose. Alla fine il Manchester ha fatto qualcosa di più, ma ad inizio rispresa la Roma è andata vicino al gol. Chi prenderei della Roma? De Rossi, Perrotta e Totti che è il generale della squadra.
Qui a Manchester è facile vincere, perché questa dirigenza ti dà la possibilità di rinnovare ogni anno ad alti livelli la rosa. Nani? E’ un grande giocatore che sta sviluppando le sue qualità.

De Rossi: c’è più di un pizzico di amarezza per come è andata la gara. Loro hanno fatto una buona partita, ma il pareggio era il minimo che potevamo raccoggliere. Perdere all’Old Trafford, dopo una prestazione del genere, dispiace. Le due prossime gare con lo Sporting saranno fondamentali. La prova di oggi, comunque, è importante, soprattutto alla luce della sconfitta di sabato.
Se ci preoccupano i tanti gol falliti? Siamo sempre riusciti a segnare. La squadra ha sempre segnato tanti gol. Dobbiamo essere orgogliosi del gioco che creiamo. Arriveranno i momenti in cui avremo più fortuna.
Aquilani? Dovrà fare degli accertamenti domani. Adesso sente ancora dolore, ma è normale. Speriamo per la squadra e per lui che non sia nulla di grave. Sarebbe un peccato, dopo i tanti infortuni che ha avuto. Speriamo sia qualcosa di più leggero.

Mancini: peccato per questa sconfitta, la squadra ha giocato bene, ha disputato una grande partita, ha avuto molta personalità. E’ entrata in campo senza paura, contro una grandissima formazione come il Manchester. Abbiamo avuto più occasioni dello United, ma loro sono riusciti a fare gol.
Gli episodi del rigore e del fuorigioco? Sul rigore si vede che mi tocca. Gonzalez non ha arbitrato bene, con il Lione era stato impeccabile. Ha fatto questi due errori, ma succede. La squadra ha fatto una grande partita, siamo consapevoli della nostra forza e della nostra qualità.

Esposito: la squadra meritava di fare risultato, ha giocato alla pari e non meritava la sconfitta. Dal primo minuto abbiamo cercato di giocare senza paura e lo abbiamo dimostrato. Abbiamo avuto anche molta sfortuna. Nell’occasione che ho avuto nel finale forse ho calciato troppo bene. Ero un po’ avanti con il corpo, ho calciato bene, ma purtroppo è uscita. Penso che ci siamo ripresi bene, credo che non era facile in questo campo, dopo il ko coll’inter. Sappiamo di essere una grande, ma ci sono momenti difficili da superare. Abbiamo comunque dimostrato di potercela giocare con chiunque. Mancini ha detto che il rigore c’era, l’arbitro non l’ha visto. La nostra mentalità è sempre quealla di vincere su tutti i campi, a Parma la Roma andrà per vincere. E’ stata una partita da pareggio, in Champions abbiamo lo Sporting, è ancora molto lunga.

Rooney: è stata una partita difficile. La Roma è stata molto brava a chiudere gli spazi e ad impedirci di creare occasioni da gol. Il gol? E’ stato importante l’anticipo sul difensore. Sono riuscito a guardare sul palo lontano e la palla è andata lì.
La Roma mi porta bene? Al di là dei 3 gol in 3 partite che ho segnato, la Roma meritava di più. Ha costruito tante occasioni. Meritava il pareggio.