giovedì, novembre 14, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: Di Natale (U) rig. al 10′, Floro Flores (U) al 22′ p.t.; Di Natale (U) al 6′, Totti (R) rig. al 29′ s.t.

UDINESE (4-3-3): Handanovic; Ferronetti (dal 28′ p.t. Motta), Coda, Domizzi, Lukovic; Inler, D’Agostino, Isla; Pepe, Di Natale (dal 38′ s.t. Sanchez), Floro Flores (dal 31′ s.t. Quagliarella). (Belardi, Sala, Pasquale, Obodo). All. Marino.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Panucci, Loria (dal 1′ s.t. Pizarro), Tonetto; De Rossi, Brighi; Taddei (dal 17′ s.t. Menez), Perrotta, Vucinic (dal 38′ s.t. Montella); Totti. (Arthur, Juan, Riise, Okaka). All. Spalletti.

ARBITRO: Saccani di Mantova.
NOTE: spettatori 15mila. Ammoniti Tonetto (R), Vucinic (R), Lukovic (U), Isla (U), Cicinho (R), Floro Flores (U), Totti (R). Recupero: pt 2′, st 4′.

Guarda le pagelle

Leggi il nostro commento alla partita

INTERVISTE

Rosella Sensi
“Non abbiamo alibi, lo ripeto, anche questa volta. Ma certi errori macroscopici danneggiano la Roma e soprattutto mancano di rispetto ai nostri tifosi. Mi dispiace dirlo, non è nel mio temperamento, ma il rigore concesso all’Udinese e quello non dato a noi con l’ammonizione di Vu?ini? mi vedono allibita di fronte a così poca professionalità e tutto ciò fa tornare in mente i momenti in cui mio padre si trovava nella stessa situazione. Per quanto mi riguarda la squadra da oggi andrà in ritiro per dimostrare amore a questa maglia e rispetto verso i nostri tifosi”.

Spalletti
Il fallo di Tonetto su Floro Flores, rivedendolo, era rigore?
“Gli è stato suggerito dal guardalinee e sono episodi che non ci girano a favore e creano svantaggio. Il fallo è fatto fuori. Tonetto mette il piede dove fa la buca sul terreno”.
E quello di Domizzi su Vucinic?
“A me sembra rigore e l’ammonizione di Vucinic non ci sta. Mirko ha subito una forbice sulla caviglia. Ammonizione assurda e che gli costerà la squalifica. Noi abbiamo messo anche del nostro nel secondo gol, soprattutto io. L’azione dell’Udinese si conosce bene. E’ segno che non l’ho fatta vedere bene io. Ho lavorato male e la palla lunga loro è conosciuta. Uno svantaggio che ti porta poi a sforzare la partita. Noi non abbiamo capito e useremo mezzi diversi. Dobbiamo fare bene la fase difensiva. Anche contro l’Inter è successo così. Devo modificare qualcosa”.
Non c’è un giocatore che renda come l’anno scorso.
“Volevo richiamare il mio modo di lavorare e se vedo che non si migliora, devo trovare un sistema. Bisogna inculcare un modo di lavorare diverso”.
Deve cambiare le posizioni dei giocatori o deve spiegargli le cose in modo diverso?
“Quale strada si adopera non conta, bisogna cambiare”.
Il rigore segnato da Totti c’era?
“No, non era rigore”.

De Rossi
“Abbiamo incontrato un ottima squadra, la partita si è messa subito male e la voglia di recuperare ci ha portato a sbilanciarci. Poi a loro riusciva tutto, facilitati anche dall’arbitro. Adesso come adesso è l’arbitro d’Italia, è uno con il quale il rapporto con il campo lo puoi provare a creare. Non dobbiamo crearci alibi perché i problemi ci sono, è un arbitro bravo ma oggi ha sbagliato. I valori dell’Udinese non li scopriamo oggi e non devono essere sminuiti per quello che ha fatto l’arbitro, oggi è stata una partita segnata, domani Collina dirà che sono bravissimi ma io non riesco più a focalizzare l’attenzione sui nostri difetti, che ci sono però. La cosa grave è che pure l’arbitro aveva visto che il rigore era fuori area, è il guardialinee che ha cambiato decisione. Nessuno è contento di questa situazione ma i cataclismi nello spogliatoio non ci sono mai stati. La mia lite con Spalletti? Una barzelletta in un periodo dove non c’è niente da ridere”.