giovedì, dicembre 13, 2018 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


Dieci anni o, se preferite, oltre cinquecento settimane o quattromila giorni di ininterrotto servizio alla Comunità Romanista in tutto il mondo. Sono i numeri che può schierare CdR, credenziali importanti se si immagina che tutto ciò è passato per la massima parte dall’autofinanziamento generato dall’Associazione che governa CoredeRoma.

Ogni anno, e questo non fa eccezione, siamo qui per avviare la nostra Campagna Associativa chiedendo sostegno a chi ci segue sul web, su facebook, allo stadio, in trasferta e in tutte quelle azioni conviviali, quest’anno abbiamo messo in pista anche spettacoli teatrali di grande successo, che realizziamo con voi e per voi.

Con i nostri Associati condividiamo le nostre insegne. Non gadget, ricchi premi e cotillons. In primis le nostre sciarpe la cui iconografia non è mai casuale. Colori e scritte descrivono i nostri stati d’animo, il nostro pensiero. In altri termini il nostro credo Romanista.

La sciarpa di quest’anno porta stampato un motto :”Alba Romana”.

Ci troviamo infatti all’inizio di una nuova era. E noi, che storicamente delle sperimentazioni siamo maestri, basta ricordare le battaglie di Viola per mettere prima Ericcson in panchina e poi Cerezo in mezzo al campo, ci troviamo per la prima volta nella nostra storia a misurarci con una dirigenza “non tifosa”.

L’Alba Romana della nostra sciarpa racchiude un duplice messaggio.

Il primo è rivolto a questa nostra svolta epocale, all’inizio del nuovo giorno dell’AS Roma società. Il secondo invece è legato alle origini, a quell’Alba Audace che ci ha generato alla nostra costituzione nel 1927. Da qui il richiamo alla presenza sulla sciarpa dei colori bianco e verde che all’inizio possono sembrare incongrui e fuori luogo. Non vogliamo scimmiottare nessuno, ma anche in altre importati realtà calcistiche l’arrivo del capitale internazionale ha suggerito ai tifosi di riscoprire e riproporre i colori della tradizione.

Vogliamo continuare sempre come abbiamo fatto in questi anni di CoredeRoma, esaltando e legando valori ereditati dalla nostra storia, miscelandoli con quanto ci propone l’attualità. E’ il nostro compito statutario. Quelli che parlano bene ed hanno studiato la definirebbero :”la nostra mission”.

Quanto questa Mission sarà “Possible” o “Impossible” lo scopriremo, come dice la canzone, solo vivendo. Per oggi ci accontentiamo di ribadire, e in questo chiediamo tutto il supporto di cui siete capaci, non solo in termini di associazione ma anche di contributi attivi e fattivi, che l’AS Roma non è solo una squadra di calcio.

L’AS Roma è sempre stata e sempre sarà diretta emanazione del popolo di questa città. Sua espressione e cinghia di trasmissione degli umori e delle passioni dell’Urbe Immortale. Non esiste, non può esistere Roma senza il suo popolo, non esiste e non può esistere l’AS Roma senza i suoi Tifosi. Per lo meno non esiste e non può esistere quella AS Roma così per come la conosciamo noi.

Ai Baldini, ai Di Benedetto, ai Luis Enrique e anche a Sabatini vorremmo raccontare un aneddoto il cui significato, al di la del contenuto, può trovare replica nelle migliaia di storie delle migliaia di famiglie romaniste.

Alla figlia amorosa, accorsa al capezzale dell’anziano padre malato, che chiedeva “Come state papà?” (il voi era obbligo), rispose dal letto una voce fiaccata dal tempo e dalla malattia:”E come devo sta fija mia? Nun so manco che ha fatto ‘a Roma”.

Per il Popolo Romanista la Roma è questo, non unica missione, ma colonna sonora della vita.

Per noi, per CoredeRoma contano i sentimenti, la tradizione, la Fratellanza Romanista, le voci dei mille e mille Romanisti che ci giungono da ogni angolo di mondo.

Poi, ma molto dopo, ci sarà anche la “cantera” o il “merchandising”, lo stadio o ogni altra diavoleria necessaria a far quattrini.

Questo è quello che vi diciamo nel chiedervi di sostenerci. E’ quello quello che vi chiediamo presentandoci con la nostra Campagna Associativa.

Pensiamo che quest’anno ci sia qualche motivazione in più, e non di poco conto.

Sempre FORZA GRANDE MAGICA ROMA e lunga vita a CdR.