sabato, dicembre 14, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: Panucci (R) al 17′, Culio (C) al 27′ p.t.; Culio (C) al 4′ s.t.

ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Cassetti, Panucci (2′ s.t. Loria), Riise (7′ s.t. Totti); De Rossi, Aquilani; Taddei (32′ s.t. Montella), Baptista, Tonetto; Vucinic. (Artur, Brighi, Menez, Okaka). All. Spalletti.
CLUJ (4-2-3-1): Stancioiu; Tony, Cadù, Viera, Pereira; Dani, Muresan; Dubarbier (43′ s.t. Panin), Trica (22′ s.t. Peralta), Culio; Konè. (Nuno Claro, Alcantara, Deac, Didi, Diego Ruiz). All. Trombetta.

ARBITRO: Baskakov (Rus).

NOTE: spettatori 25 mila circa. Ammoniti Pereira, Cicinho, Peralta. Recupero 0′ p.t., 4′ s.t.

Le foto dei tifosi del Cluj in trasferta a Roma

LE INTERVISTE

SPALLETTI:
Alcune cose le abbiamo fatte bene, altre le abbiamo interpretato male come nella trasferta di Palermo – spiega il tecnico giallorosso a Sky -. Non siamo riusciti a dare ordine, loro sono stati bravi e fortunati a fare gol, poi la squadra si è innervosita ed è stato più difficile. Un problema di testa? Quando i risultati non vengono si comincia a perdere la tranquillità che ti fa girare a favore l’espisodio come è capitato a loro sul secondo gol. I nuovi in ritardo? Secondo me Riise le ha giocate tutte e bene, Baptista è stato con la nazionale e non si è potuto allenare con continuità e queste cose si pagano quando i giocatori devono fare un doppio lavoro, ma le loro prestazioni non mi sembrano così diverse da quelle degli altri. Cosa c’era da fare? Avrei cercato di dare ordine con un pò di corsa. Secondo me nel primo tempo abbiamo fatto abbastanza bene, tranne 5-10 minuti in cui abbiamo allungato la squadra nella ricerca di dare qualcosa in più. Nel secondo tempo mi aspettavo meglio perchè c’erano le possibilità e i nostri giocatori hanno le qualità per fare meglio. Bisogna dare una svolta altrimenti diventa tutto più difficile”.

PANUCCI
“Noi l’anno scorso eravamo bravi tra le linee ora non ci riesce e ci troviamo sbilanciati. È un momento difficile, non si può dire se stiamo bene o no, se avessi potuto non avrei parlato, ora bisogna stare zitti e pedalare, ma la qualità la tireremo fuori già da sabato”.
Come stai?
“Ho molto dolore, è un infortunio muscolare, non riuscivo a correre”.
Come si esce da questa crisi?
“C’è da ritrovarsi, poi abbiamo le potenzialità per uscirne, facciamo i complimenti al Cluj, ha fatto una grande partita, ci prendiamo tutte le responsabilità, ora cercheremo di uscirne”.

DE ROSSI
“E’ un momento in cui le cose non vanno, manca fortuna, ma anche altre cose. Questa situazione è difficile ma passerà, possiamo recuperare, dovremo fare grandi cose per passare il turno, perché ci siamo complicati parecchio la situazione. Ora non serve un’iniezione di ottimismo, qualcosa sta succedendo, bisogna essere ottimisti, ma non si può essere fiduciosi”.