venerdì, novembre 22, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


fuori i secondiAve Romani, arièccoce a raccogliere i cocci.
Quello Stadio per noi è tabù.
Lo è anche quando, come ieri sera, riusciamo ad esprimere una superiorità di gioco.
Complimenti alla squadra per come ha giocato e per come, fino ad umano limite, ha saputo reagire.
Magra e triste consolazione per chi meriterebbe di più.
Ma di più in Italia, con questa Rubbe e con questo campionato, non si può ottenere.
Il Capitano non ha ragione: è RAGIONE allo stato puro.
Neanche commento le parole di Marotta.
Pensasse a Lotito e a mirare la tazza del cesso.
fuori i secondiUsciamo da questa sfida consapevolmente forti, ma altrettanto consapevolmente cornuti e pure mazziati.
La violenza che abbiamo subito per l’ennesima volta meriterebbe una risposta altrettanto violenta.
Non bastano le sacrosante parole del Capitano. Un Grande.
Immenso e stupendo giocatore, ma non certo la persona più adatta a condurre questa guerra.
Ci vorrebbe che questo ragionevole sentimento di odio verso quei colori si tramutasse in qualcosa di concreto e che si esplicasse in gesti ugualmente concreti.
Io, per esempio, ieri sera non sarei sceso in campo nel secondo tempo.
Avrei creato un precedente che avrebbe stracciato quel velo di ipocrisia che tenta di ricoprire il marcio sistema Italiano.
Polemiche.
Dibattiti.
Interrogazioni parlamentari.
Inchieste UE fa.
Fifa.
Onu.
Nato.
Caschi blu.
Gli Ufo.
I Puffi.
I power rangers.
Quello che ve pare… ma a sto gioco giocàtece da soli, che noi abbiamo finito la bile.

VAFFANCULO!

P.S.
Il Tapiro lo assegno a tutti Noi.
Stupendi ed incredibili Coglioni che ancora ci crediamo.
L’Amore è la peggior droga.

Daje Roma Daje!