sabato, maggio 25, 2019 Anno XV
          Iscrizione Torna alla Homepage Segnala il sito


MARCATORI: 5′ st Juan; 39′ st Totti.

REGGINA (4-3-3): Campagnolo; Lanzaro, Valdez, Aronica, Modesto; Barreto, Cascione, Hallfredsson (16′ st Tognozzi); Vigiani (28′ st Ceravolo), Tullberg 5 (9′ st Stadsgaard), Amoruso. In panchina: Novakovic, Cherubin, Cozza, Joelson. Allenatore: Ficcadenti.
ROMA (4-2-3-1): Doni (1’st Curci); Cassetti, Juan (25’s t Cicinho), Mexes, Tonetto; De Rossi, Aquilani; Taddei (36’st Pizarro), Perrotta, Giuly; Totti. In panchina: Ferrari, Brighi, Mancini, Esposito. Allenatore: Spalletti.
ARBITRO: Rocchi di Firenze.

NOTE: pomeriggio caldo e soleggiato, terreno in buone condizioni, spettatori 20000 circa. Espulso al 7′ della ripresa Valdez per una brutta entrata su Perrotta. Ammoniti: Tonetto, Cascione, Taddei, Tullberg, Ceravolo. Angoli: 4-1 per la Roma. Recupero: 2′; 5′.

Video

Guarda la photogallery

Spalletti: siamo da scudetto? Io ringrazio per tutti i complimenti, sono d’accordo che la Roma sia una buona squadra, ma sembra quasi che gli altri si siano nascosti per farci andare in testa apposta. Gli altri che hanno più materiale di noi e non mi riferisco solo ai giocatori. E anche la fiorentina ha voce in capitolo…
A me interessa che i miei ragazzi tengano piedi ben saldi per terra. Oggi, ad esempio, abbiamo vinto meritando a Reggio Calabria. Ma è stata durissima e noi siamo stati molto bravi a sfruttare i momenti buoni della partita. Poi la gara si è messa in discesa ed è andata ancora meglio, con un secondo tempo che definirei quasi facile.
Questa Roma piace a tutti? Forse è vero. A volte siamo anche troppo bravi e ci piacciamo troppo, sprecando delle occasioni facili. Anche oggi abbiamo sofferto in un paio di situazioni, mentre visto lo sviluppo della partita dovevamo chiudere prima.
Non cito la parola scudetto. Un allenatore deve esprimersi guardando il quotidiano dei giocatori, è quello che crea i presupposti per una buona stagione. Se siamo da scudetto lo vediamo anche nell’allenamento di domattina.

Ficcadenti: la gara per cinquanta minuti è stata giocata alla pari. L’episodio del gol è stato un errore della difesa della mia squadra. L’espulsione di Valdez ha poi completato il quadro. L’entrata di Ceravolo e di Tognozzi ha rinvigorito la squadra e poi c’era un calcio di rigore. Ricordiamoci che davanti avevamo la Roma capoclassifica, che lotterà sino alla fine per lo scudetto.

Totti: abbiamo incontrato un avversario difficile, ma abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Sappiamo che abbiamo grandi potenzialità, ma è troppo presto per parlare di scudetto. Di sicuro non ci precludiamo niente. Gli obiettivi che abbiamo sono tutti raggiungibili, ma affrontiamo partita dopo partita e, per quanto fatto finora, siamo soddisfatti.